20 maggio 2021

Accessori e attrezzatura per la montagna e il trekking

Fare escursioni nella natura è una delle attività che sta appassionando sempre più persone perché stare all'aria aperta è un toccasana per il proprio corpo e la mente. Ascoltare i suoni della natura e osservare come cambi nelle diverse stagioni apre il cuore.

Quando si fanno escursioni è sempre bene avere con sé l'attrezzatura idonea e alcuni accessori che possono essere molto importanti per rendere l'esperienza indimenticabile.

Accessori e attrezzatura per la montagna e il trekking
Val Ferret

L'attrezzatura per la montagna

Per prima cosa bisogna valutare il tipo di escursione che vogliamo fare perché una cosa è camminare lungo un sentiero sterrato vicino alla città, un'altra andare su un terreno scosceso o sui sentieri di montagna.

L'attrezzatura da avere con sé deve tenere conto di alcuni fattori:

  • durata dell'escursione
  • distanza da percorrere
  • difficoltà tecnica
  • tempo meteorologico/stagione

Una volta scelto l'itinerario perciò si dovrà passare alla preparazione dello zaino che può essere più o meno capiente, come avevo già scritto.

Quando si esce solo per qualche ora o una giornata si può portare un'attrezzatura limitata mentre per trekking di più giorni sono necessarie molte più cose, sempre tenendo conto dei fattori citati sopra.

Per quanto riguarda l'abbigliamento è importante la scelta delle scarpe, dei pantaloni e quella della giacca che deve riparare dal vento e dal freddo.

Vorrei porre l'attenzione sugli accessori che si devono avere con sé, sempre consigliando di portare meno cose possibili per ridurre il peso dello zaino, senza però lasciare a casa ciò che è essenziale.

Per escursioni di un solo giorno in montagna si devono portare alcuni accessori indispensabili.

Borraccia o filtro per l'acqua

Quando si fa un'escursione bisogna avere acqua a sufficienza e prima di partire è bene reperire informazioni sulle possibili fonti che si trovano lungo il percorso. Nel caso non si trovasse acqua si dovrà portare quella necessaria per l'intera giornata, come ho fatto durante la Grande Traversata Elbana.

Si può acquistare online una borraccia personalizzata su Stickets un sito che offre molti prodotti personalizzati come adesivi, etichette e timbri. Fare escursioni con borraccia, zaino e vestiti con un proprio logo, che può essere anche una fotografia, è un modo per rendere distinguibili le proprie cose.

Se lungo il percorso s'incontrano ruscelli si può considerare di portare con sé un filtro che depura l'acqua, per essere sicuri di bere acqua non contaminata da batteri.



Fischietto

Chi fa escursioni da solo deve avere con sé un fischietto che permette di segnalare la propria presenza in caso di problemi o di infortuni in zone dove il segnale del cellulare non arriva. Si trovano delle app che simulano il fischio ma trovo che emettano un suono debole.

Mappa del sentiero o traccia GPS

I puristi delle escursioni amano guardare l'itinerario sulle mappe cartacee ma una valida alternativa sono quelle online. Quando si percorrono nuovi sentieri è bene scaricare la traccia GPS da guardare sullo smartphone o sul proprio navigatore così da essere sempre sicuri del tracciato, soprattutto se non è ben segnalato come lo sono quelli in Val Ferret in Val d'Aosta.



Nastro americano

Esperti trekkers consigliano di avere con sé un rotolo di nastro americano che può tornare utile nel caso si rompessero le scarpe. Se non si ha un paio di riserva diventerebbe molto arduo continuare a camminare con la suola spaccata o staccata. Molti escursionisti non pensano a questo ma sembra che sia una cosa abbastanza frequente se si usano scarpe non di qualità o comunque vetuste.

Cappellino

In montagna se si cammina molte ore sotto il sole è bene coprirsi la testa con un cappellino e nel caso di basse temperature con un bel berretto di lana.

Guanti

Se il clima è freddo è bene avere con sé un paio di guanti per proteggere le mani che sono più esposte agli agenti atmosferici. Ricordo di non tenerle in tasca per evitare di perdere stabilità. Nel caso di temperature particolarmente rigide se ne possono indossare anche due paia, meglio perciò usare le muffole.

Occhiali da sole

In ogni stagione è bene proteggere la vista con gli occhiali da sole che sono fondamentali soprattutto quando si fanno le escursioni sulla neve o sui ghiacciai per il riverbero molto forte della luce.

occhiali da sole trekking Abetone
Durante il trekking all'Abetone

Kit di pronto soccorso

Un kit di pronto soccorso è una delle cose indispensabili da avere. Si possono portare cerotti per le vesciche, che se si hanno scarpe buone non devono venire, cerotti, garza, disinfettante, qualche medicinale essenziale.

Lampada frontale

Quando si fa trekking o si prevede di tornare a casa tardi è bene avere con sé una lampada frontale. In caso di emergenza si può usare la torcia del cellulare ma la lampada sulla testa riesce a fare più luce.

Coltellino svizzero

Molti escursionisti portano un coltellino svizzero che ha varie funzionalità e perciò è tra le cose indispensabili da portare con sé. Personalmente non lo porto perché troppo pesante.

Power bank

Un power bank è importante da avere se si fanno lunghe escursioni così da caricare i propri device. Ne esistono anche solari che possono essere tenuti all'esterno dello zaino così che si carichino durante il giorno.




Per quanto riguarda gli accessori opzionali sono tanti, dipende molto dal clima.

Ghette

Se si percorrono sentieri nella neve o per evitare che il pietrisco entri nelle scarpe si possono indossare le ghette.

Bussola

Ormai la bussola è presente anche nei cellulari ma può essere utile averla per orientarsi, sapendola ovviamente usare.

Buste di plastica

Buste di plastica per tenere al riparo dall'acqua le cose che si possono danneggiare come le apparecchiature tecniche sono indispensabili da avere con sé. Esistono di diverse dimensioni e quelle più grandi possono essere usate per tenere all'asciutto i vestiti.

Repellente per insetti

A seconda della zona dove si pratica l'escursioni si può portare con sé un repellente per le zanzare o quello per le zecche, animali che possono essere pericoli per l'uomo trasmettendo malattie.

Chi sceglie di fare trekking con pernottamento in tende deve avere con sé la tenda, un sacco a pelo e un fornellino per cuocere il cibo, oltre al pentolino, altrimenti alimenti disidratati, un accendino o i fiammiferi.


logo post

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.