11 dicembre 2018

Come scegliere lo zaino per il trekking

Chi pratica escursionismo di frequente sicuramente avrà diversi zaini a casa e saprà che la loro scelta  non è per nulla banale.
Vorrei perciò dare alcuni consigli a chi si cimenta nell'hiking o nel trekking per la prima volta e deve acquistare attrezzatura adatta alle proprie necessità.

In vendita ci sono tantissimi modelli di di zaino diversi in grandezza e studiati per le varie  esigenze, non vanno confusi con quelli adatti ai viaggi "zaino in spalla" che generalmente sono più capienti e possono non avere supporti idonei.

Come scegliere lo zaino per il trekking. I miei zaini The North Face
I miei zaini

Come scegliere lo zaino giusto per il trekking


Per prima cosa vorrei fare una distinzione tra gli zaini per l'hiking, ovvero l'escursione giornaliera, e quelli per il trekking, l'escursione di almeno due giorni che prevede perciò un pernottamento.
Io stessa parlo di trekking quando vado a fare le camminate mentre, più propriamente, dovrei dire hiking perché ho fatto gli unici veri trekking solo in Perù, facendo il Cammino Inca e il Colca Canyon, e in Nepal verso il Gokyo lake.

Lo zaino per l'hiking è di dimensioni piccole o medie ma deve, comunque, contenere tutto il necessario per trascorrere una giornata fuori casa. Se si intende percorrere un sentiero a bassa quota e con condizioni meteo ottimali, lo zaino piccolo può essere una buona soluzione.
In inverno o in montagna è bene optare per uno zaino di medie dimensioni che possa contenere giacca a vento e maglietta di ricambio, oltre a snack, acqua e capellino che si portano sempre anche camminando nei sentieri a bassa quota.

Per queste occasioni ho scelto uno zaino da 20 litri con lo schienale rigido e la retina che evita il contatto con la schiena, riducendo così la sudorazione. Lo spallaccio è morbido, si lega sia in vita sia sul petto in modo che rimanga sempre ben fissato e non faccia perdere l'equilibrio nei passaggi più impegnativi.
Cosa fondamentale è posizionare bene le cose che trasportiamo per distribuire il peso su tutto il corpo e non solo su un lato.

Quando si va a fare trekking si ha necessità di portare più cose, è perciò indispensabile uno zaino capiente che contenga il necessario per la notte come il sacco a pelo o sacco lenzuolo da usare nei rifugi, un cambio di vestiario, diversi snack e una maggior quantità di acqua.
Chi dorme in tenda dovrà portare anche un fornellino e tutto l'occorrente per cucinare, oltre alla tenda.

Per scegliere lo zaino adatto a noi è consigliabile poterlo provare per verificare che abbia le dimensioni adatte al nostro fisico. In genere si trovano in vendita zaini pensati per le donne, per gli uomini e i bambini, ma non è detto che una donna non possa essere altissima e perciò debba scegliere modelli da uomo.

Spesso acquistiamo tutto online, quindi possiamo dobbiamo affidarci alle recensioni di chi l'ha acquistato prima di noi e leggere bene la scheda tecnica dello zaino per capire se sia quello giusto.
Personalmente scelgo uno zaino che abbia diverse tasche in modo da suddividere tutte le cose che porto così da prenderle con relativa facilità.

Altra cosa fondamentale di uno zaino è che abbia la copertura antipioggia che, in genere, è situata in una tasca sul fondo dello zaino.

Nel corso degli anni ho provato diversi zaini da trekking e uno mi ha accompagnato in molti viaggi.
Vista l'eccessiva usura l'ho dovuto abbandonare e ho acquistato altri zaini della The North Face, quello più piccolo per le escursioni meno impegnative e un modello più grande da 42 litri da usare per quelle in alta montagna. Quest'ultimo lo utilizzo anche per per i viaggi in aereo come bagaglio a mano, visto che ha le dimensioni idonei.

3 commenti:

  1. Post interessantissimo! Inizialmente ho "riciclato" uno zaino da montagna che mi regalarono per non buttarlo via. Dopo le feste, però, conto di comprarmene uno come si deve e farò proprio tesoro dei tuoi consigli :)

    RispondiElimina
  2. La faccenda della retina per evitare la sudorazione non la sapevo! Ottimi consigli, grazie

    RispondiElimina
  3. Io credo di avere almeno 7 zaini, di misure varie: vanno dal trekking leggero al viaggio on the road da fare anche a piedi. Quello che ho sempre guardato, oltre allo schienale (fondamentale) sono gli spallacci e la possibilità di regolarli sia dall'alto che dal basso.

    RispondiElimina

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.