lunedì 9 marzo 2015

Perchè visitare La Spezia

Dopo aver parlato delle 10 cose da vedere alla Spezia per il progetto #insiders di #trippando vorrei elencare le ragioni per le quali proprio questa piccola città ligure merita di essere visitata.
Molti miei concittadini hanno la tipica abitudine del mugugno ovvero quella di lamentarsi di tutto e di non apprezzare ciò che si possiede, eppure noi abbiamo tante cose e molte altre andrebbero migliorate per fare di La Spezia una straordinaria meta turistica.
Quando sono in viaggio e mi domandano da dove vengo la maggior parte delle persone mi dicono: sì ci siamo stati ma solo per spostarci subito alle Cinque Terre. Non va bene!!! Dovete fermarvi e visitare la città per molti motivi, ognuno può trovare quello che faccia da sprone per convincerlo a stare in città almeno 4-5 giorni.

Golfo della Spezia
Il Golfo della Spezia e sullo sfondo le montagne innevate

La bellezza del suo golfo

Poche città hanno un bel golfo e subito dietro alte montagne come le Alpi Apuane e gli Appenini che soprattutto nei mesi invernali offrono scenari spettacolari. Solo passeggiando sul lungomare si può ammirare il contrasto tra mare e montagna ma consiglio di fare una gita in battello per godere appieno della bellezza del luogo.

La cultura

In città si possono visitare tanti musei:
il Museo Navale, che sarà tra poche settimane chiuso per lavori ma riaprirà più bello che mai
il Museo Lia con codici miniati, sculture, dipinti di Tiziano, Bellini e dei Caravaggeschi
il Museo Diocesano con opere sacre provenienti da chiese della zona
il Museo Civico Etnografico che ospita oggetti legati alla storia, al folclore ed alle tradizioni
il Museo del Sigillo con la più grande collezione sfragistica, molto particolare e per intenditori
il Museo Archeologico con reperti provenienti dagli scavi di Luni e statue stele
il Museo dei Trasporti con locomotive d'epoca
il Museo CAMEC d'arte moderna che ospita attualmente un'esposizione dedicata alla scultura con i suoi materiali e le sue forme
  
Museo del Sigillo
Sigilli orientali

La bellezza dei suoi palazzi

Se il centro con Via del Prione è il nucleo antico della città, tutto attorno si possono scoprire bei Palazzi Liberty decorati con sculture, fregi e con portali maestosi. Girando per la città con il naso all'insù si possono perciò ammirare queste meravigliose architetture che nulla hanno da invidiare a quelle di altre città. Se siete interessati ad approfondire l'argomento potete leggere un'utile guida in pdf dell'APT.

Palazzo Maggiani
Palazzo Maggiani in Viale Aldo Ferrari (immagine di wikipedia)

Scoprire uno dei Siti Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO

Portovenere, le Cinque Terre e le isole Palmaria, Tino e Tinetto sono uno dei siti italiani entrati a fare parte di questa lista e si trovano poco distante dalla Spezia. Questa zona costiera ligure ha una conformazione unica con i borghi costruiti tra il mare e le colline coltivate a viti ed ulivi. I terrazzamenti con muri a secco sono impressionanti per numero, sembra raggiungano la lunghezza della Muraglia cinese, ed i borghi sono caratterizzati da stretti carrugi o da case-torre con funzione difenziva come a Portovenere. Le isole sono piccole, poco più che uno scoglio è il Tinetto, ma ricche di bellezze naturali. Peccato che il Tino, di proprietà della Marina Militare, sia visitabile solo in occasione della Festa di San Venerio a metà settembre.

Manarola
Manarola: una delle Cinque Terre
 

Isola Palmaria
L'isola Palmaria vista dall'isola del Tino

Conoscere 6 borghi ritenuti tra i più belli d'Italia

Nella provincia della Spezia ci sono anche 6 borghi riconosciuti tra i più belli ed allora se venite alla Spezia dovete visitarli!!

Arroccata sul mare è Tellaro, il paese che da sempre ha attratto scrittori e poeti come Lawrence, Attilio Bertolucci, Mario Soldati. Qui il tempo sembra essersi fermato ed è imperdibile la vista del borgo e della Chiesa di San Giorgio al tramonto.

Tellaro

Sopra la collina sorge Montemarcello crocevia di molti sentieri che portano a spiagge stupende come quelle di Punta Corvo e Punta Bianca o ad Ameglia con la sua bella torre rotonda.

Nella Val di Vara si trovano due borghi:
Brugnato con il suo borgo ellittico che fungeva da difesa alla cittadella vescovile nel XII secolo, qui si possono visitare la Cattedrale ed il Museo Diocesano.
Varese Ligure con il celebre Borgo Rotondo circondato da edifici a due piani con porticati, il castello, la Cattedrale ed il ponte Grexino. Questo paese è immerso nel verde della valle del biologico ed offre interessanti spunti per il turismo gastronomico.

Varese Ligure
La torre del castello

Tornando sulla costa si trova Vernazza, una delle Cinque Terre, che per me è la più bella con il suo porticciolo, la chiesa che sembra costruita sul mare e la torre Doria che svetta sulle case dipinte di colori pastello.

Vernazza
Castello Doria a Vernazza

Raggiungibile preferibilmente in treno o da Levanto con la pista ciclabile recuperata dalla vecchia linea ferroviaria in disuso è Framura. Il paese è formato da una serie di piccoli borghi sparsi lungo la collina: Castagnola, Costa con la torre carolingia divenuta campanile, Setta con le mura medioevali, torri ed archi in pietra e per finire l'antico borgo fortificato di Anzo.

I sentieri che attraversano tutto il suo territorio

Dalla Spezia partono numerosi sentieri che praticamente raggiungono tutti i borghi sulle colline che la circondano e che perciò ne fanno un'ottima meta per gli amanti del trekking. Da Campiglia, a soli 5 chilometri, partono i sentieri per Portovenere e le Cinque Terre che offrono stupendi scenari sul mare. Certo sono un po' faticosi ma vale la pena percorrerne alcuni come quello che scende a Monesteroli con la sua scalinata monumentale. Gli amanti del trekking poi in solo un'ora/ un'ora e mezzo possono raggiungere le Apuane e cimentarsi nelle scalate delle loro vette o percorrere sentieri di diversa difficoltà.

Riomaggiore
Riomaggiore vista dal Colle del Telegrafo

Il mare in tutte le stagioni

Già in città si può passeggiare lungomare ma spostandosi di pochi chilometri si arriva nelle località che ho citato in precedenza ed in molte altre che offrono spiagge sabbiose (Portovenere, Monterosso, Levanto, Deiva Marina, Bonassola, Marinella, Fiumaretta, Lerici, Baia Blu) oppure spiagge di sassi e ciottoli (Riomaggiore, Corniglia). In tutte le stagioni si può godere dell'aria di mare passeggiando sulla battigia e già a marzo è piacevole prendere il sole. Certo nei mesi estivi le spiagge sono affollate! Vista la diversità di conformazione delle spiagge tutti possono però trovare quella adatta alle proprie esigenze: spiagge attrezzate con sdraio ed ombrelloni, spiagge libere, oppure calette nascoste. Queste sono le mie preferite perchè si ha un contatto pù vero con la natura.

Monterosso al Mare
Monterosso nel mese di marzo

Vi è venuta voglia di partire e fare una vacanza alla Spezia e vivere i molteplici aspetti del suo territorio?

1 commento:

  1. Le Cinque Terre sono nella mia lista di cose da vedere da tanto tempo. Lunedì scorso mi è capitato di passare per la costa ligure e la voglia di visitare quei luoghi è aumentata a dismisura!

    RispondiElimina