venerdì 22 luglio 2016

Nazca: non solo linee

Una delle tappe del mio viaggio itinerante in Perù è stata la città di Nazca che si trova nel centro-sud del Paese in una zona desertica con un clima molto secco.

Qui si sviluppò una civiltà preincaica che terminò intorno al 600 d.C., forse per l'avanzare della zona desertica che rendeva difficile la vita nonostante avessero costruito un sistema idrico che portava acqua dalle montagne nella vallata. L'acquedotto sotterraneo di Cantayo è tutt'oggi funzionante e si può visitare per vedere da vicino i caratteristici pozzi.

nazca
Mummia nel cimitero di chauchilla

domenica 17 luglio 2016

Perù: trekking al Colca Canyon

Durante il mio viaggio in Perù ho fatto due trekking ed uno di questi è stato quello al Colca Canyon, uno dei canyon più profondi al mondo.
Ho scelto di affidarmi per l'organizzazione all'agenzia Carlito's Tours. Cercando sul web si trovano differenti offerte ma il trekking è sempre lo stesso. Si può prenotare prima di partire ma anche sul posto una volta arrivati ad Arequipa. Consiglio di prenotare prima per avere un servizio personalizzato.

perù


Ci sono diverse opzione di più giorni ed io ho scelto il long trek 2 giorni/1 notte con partenza da Arequipa e ritorno a Puno da dove ho proseguito il mio viaggio in giro per il Perù.

lunedì 11 luglio 2016

Islas Ballestas e riserva di Paracas

Il secondo giorno in Perù mi ha portato a vivere un'esperienza bellissima visitando le Islas Ballestas e la Riserva di Paracas.

Ho prenotato direttamente in loco le due escursioni, i prezzi nelle agenzie sono simili, variano tra i 40 ed i 55 soles, e ben diversi da quelli online che sono in dollari e tre volte più cari!
A parte poi va acquistato il biglietto d'ingresso delle due riserve che costa 15 soles + 3 soles per la tassa d'imbarco.

Le isole si visitano la mattina quando il tempo è più favorevole, nel pomeriggio sale un po' di foschia ed il mare si agita.
paracas

giovedì 23 giugno 2016

L'aceto balsamico tradizionale di Modena

Durante la breve visita della città di Modena ho scoperto un condimento meraviglioso ovvero l'aceto balsamico tradizionale.
Non va confuso con l'aceto balsamico che troviamo in vendita un po' in tutti i supermercati perché questo è un'altra cosa!

Facendo il biglietto che comprende la visita alle maggiori attrazioni di Modena si può visitare l'acetaia comunale e scoprire i segreti di un condimento prezioso e buonissimo.

La visita guidata dura circa un'ora e mezza e salendo le scale del palazzo comunale si avverte il sentore dell'aceto e non avendo mai assaggiato questo condimento mi aspettavo qualcosa di diverso!

modena
Parte della batteria dell'acetaia comunale

martedì 14 giugno 2016

Modena: Cattedrale, Torre Civica e Piazza Grande

Modena è uno dei siti Patrimonio dell'Umanità UNESCO dal 1997 in quanto il complesso dei suoi monumenti testimonia le tradizioni culturali del XII secolo.

Precisamente viene premiata la bellezza della Cattedrale nata dalla collaborazione dell'architetto Lanfranco e dello scultore Wiligelmo  che collaborò anche alla realizzazione della facciata.

modena
la facciata della cattedrale


La chiesa ha diversi accessi anche se il principale è quello sulla Piazza del Duomo ma arrivando nella centrale Piazza Grande si può ammirare tutto il complesso monumentale del quale proprio la cattedrale in stile romanico, voluta da Matilde di Canossa, è l'elemento predominante.

giovedì 9 giugno 2016

Centro storico di Roma e le proprietà extraterritoriali della Santa Sede

Dal 1980 il centro storico di Roma è entrato a far parte dei siti Patrimonio dell'Umanità UNESCO in Italia e dal 1990 si sono aggiunte le proprietà extraterritoriali della Santa Sede nella città e la Basilica di San Paolo fuori le Mura.

roma

Il centro storico è stato insignito di questo riconoscimento per il suo valore archeologico tanto che è Roma è la città con più monumenti al mondo.
Il centro è racchiuso tra le mura aureliane e quelle del Gianicolo e vi si possono ammirare tra i monumenti più antichi il Colosseo, i Fori Imperiali ed il Pantheon.

lunedì 30 maggio 2016

101 cose da fare prima di...

Dopo diversi post sui miei viaggi oggi mi è venuta l'ispirazione per scrivere le #100cosedafareprimadimorire
Da tempo su Internet girano queste liste ed io che amo stilarle per quasi ogni cosa ho deciso di dire la mia. Visto che amo molto i libri sarei curiosa di leggere le  101 Cose da fare prima di morire di  Richard Horne.
Ogni anno ci proponiamo qualcosa ed avere sott'occhio un elenco delle cose che vorremo fare assolutamente può essere un'idea per spronarci a realizzarle. Per alcune basta poco, per altre occorre tempo e molta volontà!

Amando molto viaggiare naturalmente il mio elenco è incentrato sulle meraviglie del mondo da vedere assolutamente ma credo che per tutte non basti una vita!
Altre cose possono far capire di più come sono ed altre forse saranno una scoperta anche per chi mi conosce bene.
In grassetto ho messo quelle realizzate, purtroppo molto ma molto poche!


1 Mettere piede su tutti i continenti (Europa, Asia, Oceania, Africa, Nord America, Sud America, Antartide)
2 Fare trekking in Nepal