7 dicembre 2021

Escursione alla Valle dei mulini a Portofino

All'interno del Parco Nazionale di Portofino si può percorrere un sentiero ad anello lungo la Valle dei Mulini per scoprire questi antichi manufatti che furono censiti nel Settecento dal cartografo Matteo Vinzoni.

Ora rimangono poche tracce dei 35 antichi mulini ma camminare qui è come riscoprire una parte della storia contadina di questi luoghi stando immersi nella natura con la quale l'uomo vive da sempre in simbiosi.


Escursione Valle dei mulini  Portofino


Escursione lungo la Valle dei Mulini

Il percorso lungo la Valle dei Mulini inizia da Paraggi, a poca distanza da Portofino, da dove si sale seguendo il fosso dell'Acqua Viva.

Lungo il cammino sono presenti diversi pannelli illustrativi che raccontano curiosità sui 23 mulini rimasti e sui frantoi e anche sulle specie botaniche e la fauna locale. Si possono incontrare la rana appenninica che dal bosco arriva al torrente in primavera per riprodursi, la salamandra, il rospo, la libellula e la natrice dal collare che è un serpente non velenoso.


pannelli illustrativi valle mulini Portofino

I mulini erano alimentati dall'acqua di 16 sorgenti perenni che sgorgavano dal monte Pollone. I sistemi di canalizzazione sono stati usati dal XIII secolo per raccogliere l'acqua sorgiva all'interno di vasche e convogliata lungo canali artificiali, interrati o a cielo aperto, verso il primo mulino. Successivamente veniva nuovamente raccolta con un sistema di chiuse e usata per azionare il successivo, l'ultimo in basso era azionato da una caditoia che partiva da una torretta.

Le navi della Repubblica di Genova arrivavano a Paraggi e coi muli venivano portate le olive, le granaglie e le castagne ai mulini. A metà del XIX secolo sono state costruite le mulattiere e i gradoni in conglomerato per facilitare la salita. Dal 1915 le acque del torrente sono state convogliate per fornire gli acquedotti pubblici di Santa Margherita Ligure e Portofino e perciò l'attività di molitura è andata a finire con la dismissione dell'ultimo mulino nel 1987.


sentiero valle dei mulini Portofino
Prima tappa accanto resti antica torretta

Itinerario: Paraggi - Mulino del Gassetta - Paraggi
Segnavia: rettangolo rosso con sopra cerchio, croce rossa e tre pallini rossi
Lunghezza: circa 4,5 km
Difficoltà: E
Tempo: circa 2 ore
Dislivello: quota max 270 m s.l.m.

Il sentiero è compreso nella tappa del sentiero Liguria che va da Zoagli a Portofino ed è abbastanza ripido e alcuni gradini sono franati per cui è bene aiutarsi con le catene poste nei punti più impervi.

Come sempre raccomando di calzare scarpe adatte al trekking perché ho visto persone con sandali che non sono proprio adatti per camminare lungo un percorso ripido e sdrucciolevole. Molte persone arrivano a Portofino per fare le vacanze al mare e sottovalutano la difficoltà del percorso. Chi fa escursione dovrebbe sempre portare l'attrezzatura adatta per ogni percorso.


ruderi valle dei mulini Portofino
Sentiero accanto ai ruderi dei mulini

Si cammina quasi sempre accanto al ruscello in un ambiente umido e ombreggiato tra le felci, il sambuco nero e i giunchi. Nella parte più alta del sentiero si passa tra castagni, lecci, faggi e robinia.

Accanto al sentiero si vedono i ruderi degli antichi mulini che erano costruiti con le pietre prese dai fiumi e dal mare mentre per le coperture venivano usate lastre di ardesia poggiate su travi in legno.

Nella vallata un tempo esistevano molte coltivazioni su terrazzamenti che seguivano il metodo della rotazione. Oggi i terreni coltivati sono ben pochi e s'incontrano nell'ultima parte del sentiero nel tratto con alti gradoni.

Su uno sterrato si arriva dopo circa 40 minuti di cammino tutto in salita al Mulino del Gassetta, che oggi è un ristorante dove si può sostare per il pranzo.


valle dei mulini e mulino Gassetta Portofino
Zona con coltivazioni e macina nel mulino del Gassetta

Poco più avanti c'è un crocevia di sentieri del Parco di Portofino e l'area sosta con diversi tavoli e un antico lavatoio che è l'ultima tappa dell'escursione lungo la valle dei mulini.

Qui finisce l'escursione e per fare ritorno a Portofino si può proseguire lungo la strada lastricata in direzione della località di Gave passando accanto a diverse abitazioni e uliveti.


antico lavatoio valle mulini Portofino
Ultima tappa: lavatoio

La cappella, dove c'è un rubinetto di acqua potabile, si raggiunge con una facile camminata in circa 40 minuti. Da qui si può andare a sinistra verso Nozarego e Santa Margherita Ligure, una bella località nel golfo del Tigullio, oppure a destra per tornare a Paraggi e concludere l'escursione ad anello con altri venti minuti di cammino tutto in discesa.

Consiglio di arrivare a Paraggi in bus da Santa Margherita Ligure visto che qui i parcheggi sono pochi e costosi.


Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.