giovedì 30 agosto 2018

Itinerario di due giorni nel Golfo del Tigullio

Conosco bene i borghi che si affacciano nel Golfo del Tigullio e vorrei suggerire un itinerario di due giorni che permetta di conoscerli al meglio.

Abitando nella riviera ligure di levante i paesi costieri sino a Genova sono quelli che ho avuto occasione di visitare moltissime volte fin da ragazzina mentre ora vado per lo più a fare trekking. Proprio lo scorso inverno ho percorso il sentiero tra Sestri Levante e Moneglia per proseguire poi sino a Deiva Marina.

Il Golfo del Tigullio si può visitare sia in auto sia in treno oppure prendendo il battello per avere una visuale incantevole della costa.

Itinerario di due giorni nel Golfo del Tigullio. veduta di Camogli
Veduta di Camogli

Cosa vedere nel Tigullio: Sestri Levante



Sestri Levante è la prima cittadina che s'incontra nel Golfo del Tigullio e la parte più bella è naturalmente il centro storico.

Addentandosi nelle viuzze del centro si possono bei palazzi come Palazzo Fascie Rossi con una caratteristica torretta. Ora è sede del museo archeologico che ospita reperti ritrovate nelle vallate dell'entroterra e nei suoi mari.
Proprio qui a Sestri si può iniziare a vedere lo stile architettonico che caratterizza i palazzi del Tigullio: grandi edifici tinteggiati con colori vivaci e con trompe-l'œil che riproducono in facciata disegni di riquadri e che incorniciano porte e finestre spesso chiuse da persiane verdi.
Sono un esempio di questo stile il palazzo seicentesco Durazzo Pallavicini che ospita il Municipio e Villa Brignole-Balbi che è stata trasformata in lussuoso albergo.

Girovagando nel centro storico si possono scorgere scorci incantevoli e un'occhiata va data sicuramente ai bei portali d'ardesia che incorniciano gli accessi alle abitazioni.


Arrivati sul lungomare si può passeggiare ammirando altri bei palazzi nobiliari e godere la vista dell'incantevole Baia delle favole, quella verso Genova, e della Baia del Silenzio quella più raccolta e anche più bella a mio parere.
In estate sono piene di gente ma nelle mezze stagioni danno il meglio perché si può apprezzare la loro tranquillità osservando le barche tirate in secca e magari sentire spirare il vento tra gli stretti vicoletti.

Cosa vedere nel Tigullio: Chiavari


Lasciata Sestri a pochi chilometri si giunge, percorrendo la strada lungomare, a Lavagna ma in un itinerario di due giorni consiglio di proseguire verso Chiavari che si trova proprio oltre il fiume Entella.

La cittadina ha un bel centro storico con diverse vie porticate sotto le quali si aprono tanti negozi che vendono anche oggetti d'antiquariato.
Nella piazza davanti la stazione si erge il santuario di Nostra Signora dell'Orto che col pronao in marmo sembrerebbe moderna e invece è seicentesca. L'interno è un sfarzoso stile barocco troppo opulento per i miei gusti ma una sbirciatina consiglio di darla. 😏

santuario di Nostra Signora dell'Orto

Meglio continuare la passeggiata tra i carrugi per scoprire tanti edifici storici come il neoclassico Palazzo Bianco, sede del municipio, Palazzo Ravaschieri che sembrerebbe di epoca medievale e Palazzo Rocca che nelle scuderie ospita il museo archeologico.
Su un'altura si eleva anche un Castello ma non è visitabile.

Cosa vedere nel Tigullio: Rapallo


Rapallo è un'altra grande cittadina del Tigullio e anch'essa ha un bel centro storico fatto di vie quasi parallele sulle quali si affacciano case che riprendono i classici colori liguri. Un tempo il borgo era racchiuso da mura e ancora oggi si può vedere Porta delle Saline, quella che si affaccia verso il mare, che è l'unica rimasta.

torre civica e chiesa di santo stefano rapallo


A me piace molto la  quattrocentesca Torre Civica che è anche il campanile della chiesa di Santo Stefano.

chiostro della musica rapallo

Dopo aver gironzolato nel centro si può passare sul lungomare dove si trovano il chiostro della musica in stile liberty e il Castello che si protende verso il mare su uno scoglio. L'interno è visitabile in occasione di eventi e mostre.

castello di rapallo sul lungomare

Proprio davanti il centro storico ci sono gli ormeggi delle barche e per andare in spiaggia bisogna spostarsi verso sinistra sino a raggiungere un piccola spiaggetta, altrimenti si può andare in auto a San Michele di Pagana che è a metà strada verso Santa Margherita Ligure.

Cosa vedere nel Tigullio: Santa Margherita Ligure


Anche questa cittadina ha una parte molto moderna con grandi palazzi e un centro storico raccolto fatto di un paio di vie che costeggiano il litorale che si affaccia su una bella spiaggia.

scorcio del centro storico di santa margherita ligure

Rispetto ai paesi menzionati in precedenza Santa Margherita Ligure ha proprio una struttura urbanistica differente e trovo che sia molto più caratteristica tanto che per me è sempre un piacere andare a fare un giro da quelle parti.
A ridosso del mare si erge il castello cinquecentesco dall'aspetto molto austero.

castello di santa margherita ligure

Sicuramente da visitare è Villa Durazzo-Centurione che è l'unione di due dimore nobiliari e all'interno si possono ammirare i saloni affrescati e dipinti della scuola genovese del '600 e del '700 nonché i giardini all'italiana.

Cosa vedere nel Tigullio: Portofino


Portofino è sicuramente il paese più conosciuto visto che è stato immortalato in tanti film e canzoni e che è diventato un po' il simbolo del luogo di villeggiatura per i vip. In realtà il borgo è abbastanza piccolo e le lussuose dimore di tanti personaggi famosi si trovano sulle colline attorno, naturalmente con vista mare.
Il porticciolo, dove spesso sono attraccati grandi yacht, rende Portofino molto suggestiva così incastonata tra due file di case le une attaccate alle altre che la rendono simile a borghi del levante come Portovenere. Salendo una scalinata si arriva sulla terrazza della Chiesa di San Giorgio, il santo patrono, ma è stata ricostruita dopo i bombardamenti della seconda guerra.


Percorrendo un sentiero tra la macchia mediterranea si arriva al Castello Brown. La fortezza quattrocentesco ospita spesso mostre e può essere affittata per eventi.
Proseguendo si arriva al faro che però non ha una vista così strepitosa sul litorale ma una passeggiata in mezzo ai lecci è sempre gradevole da fare.
Volendo fare trekking proprio da Portofino inizia una fitta rete escursionista all'interno del Parco di Portofino adatta sia a chi è esperto trekker sia a chi desidera solo fare una breve camminata.
In questo caso consiglierei di andare sino a San Fruttuoso, si arriva in circa 2 ore ma il dislivello è comunque considerevole. Qui si può visitare l'abbazia e poi tornare il battello qui oppure a Camogli.

Cosa vedere nel Tigullio: Camogli


Camogli è un altro delizioso borgo ligure arroccato sulle colline che si affacciano sul mare. Il punto più caratteristico del paese è l'insenatura che un po' ricorda Vernazza. Trovo che sia davvero bello passeggiare qui, soprattutto fuori stagione, e poi fermarsi a gustarsi la tipica focaccia ligure. A chi mangia pesce consiglio quella con sopra le acciughe che è buonissima anche se un pochino costosa.

scorcio di camogli

Spesso mi sono goduta la spiaggia di sassolini dopo aver fatto trekking lungo i sentieri mentre altre volte sono venuta qui solo per fare un giro in giornata.

7 commenti:

  1. Che belli questi posti! Sono d'accordo con te sul fatto che nelle stagioni intermedie diano il loro meglio. Sono stata in Liguria solo una volta per visitare le Cinque Terre e Portovenere. Mi piacerebbe un giorno tornarci e, quando sarà, farò tesoro dei tuoi consigli!

    RispondiElimina
  2. Quante cose da vedere da queste parti, oltre ai trekking che pure mi appassionano!! Conoscere meglio la Liguria è decisamente nella mia wish list!

    RispondiElimina
  3. Grazie di questa guida completa che mi invoglia a fare un giro nel golfo del Tigullio, che non conosco nonostante siano luoghi famosissimi. Certo penso che avere a disposizione una barca, anche un piccolo gommone, sia la soluzione che permette di godere al meglio del mare e dei paesaggi.

    RispondiElimina
  4. Che bella questa zona: Camogli, Portofino, Santa....Leggere il post e vedere le foto di questi luoghi splendidi mi ha fatto venire gli occhi a cuoricino. :-)

    RispondiElimina
  5. Dai, mi sento abbastanza preparata su questi luoghi! 😅 Invece il percorso trekking da Sestri Levante a Deiva mi manca e dev'essere molto bello. Io quest'inverno ho fatto la strada che ripercorre la vecchia ferrovia, un incanto

    RispondiElimina
  6. Io ero stata da piccola a Camogli e a Portofino, ma tutti gli altri luoghi mi mancano! È davvero da troppo tempo che non vado in Liguria, il tuo post mi ha fatto venire tanta nostalgia e curiosità!

    RispondiElimina
  7. E' assurdo come conosco benissimo tutti questi posti pur non essendoci mai stata. Quasi mi vergogno :( sigh

    RispondiElimina

Prima di commentare di invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.