15 ottobre 2020

Noli - Finalborgo: trekking sul sentiero Liguria

Proseguendo con le tappe del sentiero verde azzurro Liguria ho percorso il tratto che da Noli arriva a Finalborgo passando per borghi rivieraschi, come Varigotti, punti molto panoramici sul litorale e zone dell'entroterra come la Valle del Rio Ponci.

Un sentiero che offre una grande varietà di paesaggi e che consiglio di fare da settembre a maggio perché col caldo può essere abbastanza faticoso.

Le indicazioni ufficiali del percorso indicano la lunghezza del sentiero in 18,9 km da percorrere in 6 ore e 15 ma il mio Garmin mi ha segnato valori differenti.

Questo trekking si può anche suddividere in due giornate oppure percorrerne solo una parte. Il bello del sentiero Liguria è che si possono raggiungere le tappe intermedie, anche in bus o treno, e perciò adattarlo alle proprie esigenze.


Noli - Finalborgo: trekking sul sentiero Liguria
Veduta di Varigotti


Sentiero Liguria da Noli a Varigotti

La prima parte del sentiero che porta da Noli a Varigotti è quella percorsa da un maggior numero di persone per la sua bellezza e per i molti punti panoramici che offrono meravigliosi scorci della costa ligure.

Il sentiero verde azzurro Liguria parte da via XXV Aprile a Noli dove si sale una scalinata che s'addentra nel bosco. Questo primo tratto è conosciuto come la Passeggiata Dantesca perché Dante nel Purgatorio cita il borgo ligure come una tappa del suo viaggio verso la Francia nel 1306.

Vassi in San Leo e discendesi in Noli

barchesul lungomare di noli

Questa parte del sentiero passa in mezzo alla macchia mediterranea correndo parallelo alla strada costiera e sale verso i ruderi della chiesa di San Lazzaro, della quale rimane in piedi solo un muro, e dopo 30 minuti dalla partenza alla meglio conservata Chiesa di Santa Margherita. Questo edificio religioso in stile romanico risale al X secolo.

chiesa di santa margherita noli

Questo è bel punto panoramico sulla costa verso Spotorno, la tappa precedente del sentiero Liguria, su Noli e sull'isola di Bergeggi che si vede in lontananza.

Poco più avanti s'incontra il bivio che scende all'Antro dei Falsari in 5 minuti di cammino, percorrendo un sentiero abbastanza ripido.

grotta briganti sentiero noli varigotti

La grotta sembra avere una luce all'interno e davvero è un luogo suggestivo, seppure sia solo un foro nella parete rocciosa da dove si vede il mare blu. Un po' mi ha ricordato il Monte Forato nelle Alpi Apuane, una delle tappe dei miei trekking degli anni passati.

Questo luogo è noto anche come Grotta dei Briganti perché sembra che i contrabbandieri vi nascondessero la loro refurtiva.

Itinerario: Noli - Antro dei Falsari - Varigotti
Sentieri: AV - X (Sentiero del Pellegrino)
Dislivello: quota massima 251 metri
Lunghezza: circa 7 Km
Tempo di percorrenza: 2,20 ore (compresa discesa alla grotta)
Difficoltà: EE

Riguadagnato il sentiero, molto largo, si sale verso Capo Noli seguendo sempre le indicazioni del Sentiero Liguria che sono ben chiare. A questo punto è trascorsa circa un'ora dall'inizio del trekking da Noli.


panorama su Noli e la costa sino a Spotorno
Veduta su Noli

In questa zona ci sono diversi sentieri e s'incontrano parecchie persone che fanno camminate o giri in mountain bike.

Poco più avanti si svolta sul sentiero a sinistra, contrassegnato con una X, che è noto come Sentiero del Pellegrino. Una volta superata la Torre delle Streghe, un po' nascosta nella boscaglia, s'incontrano diversi i punti panoramici dove fermarsi a osservare il litorale, in tratti la parete rocciosa è proprio a strapiombo sul mare, e godersi la bellezza della Liguria.

Ora il sentiero si restringe e passa anche su tratti rocciosi dove occorre prestare attenzione per non scivolare, soprattutto se è piovuto da poco. Mentre percorrevo questo sentiero sono iniziati a cadere la pioggia e poi la grandine, così rigagnoli d'acqua scorrevano sotto i miei piedi.

Quando si è in vista di Varigotti s'incontra un posto davvero strano con molte decorazioni e scritte in italiano e inglese. Questo è il Mausoleo Cerisola, voluto da Giuseppe Cerisola, che trascorse molti anni in Australia. Tornato nella natia Varigotti, l'uomo salvò una persona che stava per annegare, nel 1976, e perciò penso di creare questo monumento a tema marinaresco.


mausoleo cerisola a varigotti

Scendendo lungo la mulattiera si arriva alla deviazione per la chiesetta di San Lorenzo e infine al borgo di Varigotti, vicino al promontorio di Punta Crena.

Questo paese è differente da altri borghi liguri perché sembra un borgo saraceno, si capisce bene osservando dal lungomare le case dall'architettura orientale.

Da Varigotti si può tornare a Noli in bus oppure proseguire per Finale Ligure percorrendo la passeggiata a mare di circa 5 km.

Chi intende completare la tappa del sentiero Liguria prosegue salendo alle spalle del paese verso l'entroterra.

Sentiero Liguria Varigotti - Finale Ligure

A Varigotti si può percorrere la Strada degli Ulivi, più interna, oppure passare sul lungomare e fare una visita all'antico borgo che sembra abbia origini saracene.

Itinerario: Varigotti - Val Ponci - Verzi - Finale Ligure
Sentieri: due quadrati rossi - rombo rosso vuoto
Dislivello: quota massima 294 metri
Lunghezza: circa 12,7 Km
Tempo di percorrenza: 3,30 ore
Difficoltà: EE

Il sentiero verde azzurro Liguria sale lungo la strada asfaltata per Isasco sino a una scalinata che conduce in un tratto tra i campi, costeggiando alcuni agriturismi.

La segnaletica non è ben visibile e si rischia di sbagliare direzione quando si giunge nei pressi dei numerosi incroci con la strada rotabile, gli altri sentieri e i percorsi per le MTB. Io ho scaricato l'app GPX Viewer e perciò ho potuto seguire la traccia GPS senza particolari problemi.

Questo tratto di sentiero in salita non è ben tenuto come il precedente e penso che venga percorso a piedi da poche persone.


campagna nella zona delle Manie
Campagna prima delle Manie

Attraversato il tratto boscoso si arriva nei pressi del camping La Foresta e da qui la segnaletica è nuovamente ben visibile e chiara. Dopo aver percorso un tratto di strada asfaltata si entra nello sterrato che conduce, seguendo un andamento quasi pianeggiante, verso la chiesa di San Giacomo e un ristorante.

Qui si trova l'Arma delle Manie: una cavità dove sono stati trovati reperti preistorici.

Il sentiero scende verso la Valle del Rio Ponci dove s'incontrano diversi ponti romani perché proprio qui passava la via consolare, la via Julia Augusta.

ponte romano nella valle del Rio Ponci

Visto che qualche ora prima era piovuto per una quindicina di minuti ho trovato molto fango lungo tutto questo tratto di sentiero.

Il sentiero verde azzurro Liguria qui corre sempre pianeggiante, oppure leggermente in discesa, sino ad arrivare al bivio per il borgo di Verzi.

Qui si sale lungo la strada asfaltata per attraversare il paese dal quale si ammira un bel panorama su questa vallata, coltivata a vigneti e uliveti, e sulla Rocca di Corno, una conformazione rocciosa che sbuca dalla vegetazione.


rocca di corno sopra Verzi
La Rocca di Corno

Una volta lasciato il paese il sentiero sale e si restringe parecchio. Al primo bivio si prosegue verso destra e al secondo nuovamente si svolta a destra per iniziare la discesa abbastanza ripida verso Finale Ligure.

Si attraversa la frazione di Monte per arrivare a Finalpia, vicino all'Abbazia Benedettina di Santa Maria, alla periferia della cittadina.

Qui si attraversa il ponte sul fiume Sciusa e andando sempre dritti si arriva sul lungomare di Finale e alla porta di accesso al borgo antico.

Qui sotto il video del mio trekking sul canale YouTube e potete visualizzare la mappa del percorso fatta unendo alcune tracce del mio GPS.


Sentiero Liguria: Finale Ligure - Finalborgo

Per arrivare da Finale Ligure a Finalborgo si prosegue percorrendo tutto il centro abitato sino a imboccare Via Ghiglieri, qui si svolta a destra nel sottopasso ferroviario per proseguire lungo Via Brunenghi.

In questo tratto non ho visto le indicazioni del sentiero ma è impossibili sbagliare perché c'è un'unica strada.

Itinerario: Finale - Finalborgo
Sentieri: SL
Dislivello: quota massima 15 metri
Lunghezza: circa 2 Km
Tempo di percorrenza: 25 minuti
Difficoltà: T

Si arriva così alla porta d'ingresso del borgo che fu Marchesato di Finale e governato dalla famiglia Del Carretto. L'ultima parte della strada è priva di marciapiede, nel caso non si volesse percorrerla si può svoltare sulla via parallela ma l'arrivo sarebbe meno scenografico.


porta entrata finalborgo

Finalborgo è considerato uno dei borghi più belli d'Italia e merita di essere visitato con calma. All'interno delle mura ci sono tantissimi ristoranti e anche qualche albergo perciò si può decidere di soggiornare qui prima di proseguire con la successiva tappa del sentiero Liguria.

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.