5 febbraio 2019

Garmin Vivosmart HR: un orologio per il trekking

Lo scorso avevo ricevuto in regalo il Garmin Vivosmart HR e così lo indosso sempre quando vado a fare trekking, ma anche nella vita quotidiana.

Rispetto ad altri orologi che misurano le prestazioni fisiche è meno ingombrante, anche se non sia certo sinonimo di eleganza, nonostante il colore scuro.

Il Garmin Vivosmart ha un bel display grande sul quale si possono visualizzare diversi parametri e, soprattutto, le prestazioni fisiche, una volta che si è selezionata l'attività.

Garmin Vivosmart HR: un orologio per il trekking


Recensione del Garmin Vivosmart



Il Garmin Vivosmart HR è un orologio che nella funzione base indica l'ora e il giorno, i passi fatti nella giornata, le scale o salite fatte, i minuti di attività compiuti nella settimana, le calorie bruciate, i chilometri percorsi e i battiti cardiaci.

Devo dire che queste misurazioni sono abbastanza attendibili, ho trovato però alcuni errori mentre lo indossavo nel mio viaggio in Egitto. Ad esempio, mentre ero sul minivan e stavo andando da un posto all'altro contava i chilometri come se fossi a piedi, forse perché andavamo piano. Non è che me li abbia contati tutti ma diciamo almeno un paio, sballando così il computo giornaliero delle distanze compiute a piedi.

Oltre a queste misurazioni, si può monitorare la propria attività fisica scegliendo tra corsa, cardio, camminata e altro e impostando l'attività indoor oppure outdoor. Se si imposta l'outdoor verrà attivato i GPS, dopo parecchi minuti e questo è uno degli svantaggi. A volte non riesce proprio a collegarsi al satellite perciò scelgo di impostare indoor, in questo modo però non posso registrare la traccia GPS del mio percorso.

Una volta scelta l'attività, si può far partire il timer così il Garmin Vivosmart conteggerà i minuti di attività, la distanza percorsa, la velocità, le calorie, i battiti cardiaci.
Una volta terminato l'allenamento si potrà salvare o meno l'attività.
Le attività salvate saranno visibili tra i file sull'orologio, mentre se vogliamo vedere tutti i parametri della nostra prestazione è necessario scaricare l'app Garmin sullo smartphone o collegarsi alla nostra pagina sul sito Garmin e sincronizzare il dispositivo.
Qui sotto potete vedere la traccia di un mio breve trekking che ho fatto la scorsa primavera da Vado Ligure a Spotorno.

sentiero vado bergeggi sul gamin
Traccia del percorso da Vado Ligure a Bergeggi

Dalla pagina personale è possibile condividere con altri le nostre attività e vedere tantissime statistiche, impostare gli allenamenti, segnare il proprio peso, le ore di sonno di ogni notte.
Si può aggiungere nella nostra applicazione Garmin Connect anche l'attrezzatura da trekking che utilizziamo, come le scarpe, così da vedere per quanti chilometri resistono.

Impostando l'attività outdoor, grazie al GPS, verrà creato un tracciato del percorso con altitudine e tempi medi di percorrenza. Questa funzione è molto utile se vogliamo dare informazioni ad altri trekker o se vogliamo verificare quanto siamo allenati su determinati percorsi.
Qui sotto potete vedere la traccia GPS della mia salita al Gokyo Ri in Nepal, andata e ritorno, con l'indicazione della quota di altitudine.

salita al Gokyo Ri statistiche garmin
Statistiche della mia salita al Gokyo Ri a oltre 5.300 metri di altitudine

Purtroppo, accendendo il GPS la batteria si scaricherà con rapidità e se dovessimo camminare per 6 ore non potremo monitorare l'intero percorso. Mi è accaduto diverse volte mentre ero in Nepal e perciò invece che scegliere outdoor mettevo indoor, risparmiando la batteria. In alternativa lo collegavo al power bank per ricaricarlo mentre stavo camminando.
Un'altra cosa negativa è che l'orario non si regola da solo, perciò quando si passa all'ora legale oppure si viaggia e si arriva in un altro Paese si dovrà sincronizzare l'orologio con l'App per visualizzare l'ora corretta.

Vantaggi del Garmin Vivosmart
  • Display grande
  • touch screen
  • Monitoraggio attività 
  • Leggero e poco ingombrante
  • Autonomia di 7 giorni se non si fanno attività
  • Tenuta stagna sino a 50 metri
  • Bluetooth 

Svantaggi
  • Autonomia di poche ore col GPS acceso
  • GPS si attiva dopo diversi minuti
  • Regolazione orario solo collegandosi all'App Garmin Connect

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.