martedì 22 maggio 2018

Brindisi: una città che non mi è piaciuta

Nel mio viaggio in Puglia e Basilicata ho fatto una sosta a Brindisi per andarmene molto velocemente perché è una città che non mi è piaciuta!

So che ogni città ha le proprie bellezze ma dopo aver visitato cittadine come Monopoli e Ostuni arrivare qui una domenica mattina e già al primo impatto avere una brutta impressione mi ha fatto venir voglia di fuggire.

Provenendo da nord ho trovato parcheggio in prossimità del centro storico vicino al Bastione Carlo V e da lì ho iniziato la visita che sarà durata poco più di un'ora.

Brindisi cosa vedere il lungomare
La passeggiata lungomare

Cosa vedere in mezza giornata a Brindisi


Leggendo la guida di viaggio che mi era stata regalata  avevo messo tra le prime cose da vedere in mezza giornata a Brindisi  il castello di Federico II perché ero attratta dalla sua architettura che dalle foto dall'alto appare straordinariamente bella.

Sia sulla guida sia online avevo reperito informazioni errate perché in realtà il castello si trova in zona militare e perciò non è visitabile. Sembra che si possano fare visite guidate per gruppi preventivamente concordate.

Secondo me è un vero peccato perché il castello con il nucleo centrale a forma trapezoidale e le diverse torri sarebbe molto bello da visitare anche solo per passeggiare sulle mura e fare foto della città dall'alto.

Castello di Federico II a Brindisi
Veduta del castello dal lungomare

Così dal Castello, che non sono riuscita neppure a vedere da una buona prospettiva, mi sono diretta verso il lungomare e ho pensato che Brindisi assomigliasse molto alla mia La Spezia perché entrambe sono sia porti militari sia porti turistici e hanno belle passeggiate sul lungomare.

Proprio la zona del porto turistico mi è piaciuta perché appare ben curata, ariosa e ospitale. Diversi ristoranti si affacciano proprio sulla passeggiata adornata da palme e con ampi spazi dove sedersi a godersi la bellezza del mare scorgendo all'orizzonte la fortezza alfonsina.

Dal lungomare si vedono le colonne romane, che segnavano la fine della via Appia, ergersi sopra la scalinata Virgilio. In realtà è rimasta solo una colonna ma è d'effetto con i suoi 19 metri di altezza.

scalinata Virgilio e le colonne romane


La scalinata consta di 52 gradini ed è intitolata al famoso poeta romano che morì, secondo la tradizione, in una casa situata qui vicino dal ritorno da un viaggio in Grecia.

Girovagando nel centro storico ho trovato bellissima la piazza del Duomo dove si trova la chiesa con il suo campanile e una serie di edifici, tra i quali il Palazzo Vescovili, posti uno accanto agli altri tanto che per consentire il passaggio è stata fatta un'arcata sotto la torre campanaria.
Essendo in corso una funzione religiosa non ho potuto entrare nella basilica della Visitazione e San Giovanni Battista. La chiesa ha origini romaniche ma la facciata fu rifatta nel '700 dopo un rovinoso terremoto e poi nuovamente rimaneggiata.

Piazza del Duomo di Brindisi

Nella piazza si trova anche il Museo archeologico provinciale dal quale si accede dal meraviglioso porticato dei Cavalieri Gerosolimitani conosciuto anche come Portico dei Templari.
Mi è piaciuto perché adoro i palazzi medievali e anche se qui rimangono in piedi solo le arcate in pietra e due ambienti con volta a crociera trovo che sia stupendo.

porticato dei Cavalieri Gerosolimitani o portico dei templari
Portico dei Templari

Continuando a girare per la città tra i vicoli in cerca invano di scorci suggestivi pensavo a come sarei voluta già essere a Lecce, tappa successiva del mio viaggio on the road in Puglia.

Mi sono diretta poi verso la parte più nuova di Brindisi, verso Corso Umberto, dove ci sono larghi viali e negozi. Visto che era domenica ho trovato quasi tutto chiuso e poca gente in giro ma sicuramente questa sarà la via dello shopping brindisino.

Corso Umberto a Brindisi
Corso Umberto

La mia visita è stata breve, meno della mezza giornata che avevo preventivato, ma mi sono resa conto che la città non mi attrae e che in Puglia ci sono cittadine molto più belle e caratteristiche.

Come mio solito ho trovato qualcosa di bello anche in una città che non mi è piaciuta ma se si ha poco tempo consiglio di dirigersi altrove.

4 commenti:

  1. Beh, è bello vedere che ci sono anche travel blogger oneste che non temono di fare brutte figure dicendo la verità riguardo ai propri gusti. Quindi, al di là del post ben scritto e delle magnifiche foto, meriti di essere seguita solo per questo.

    RispondiElimina
  2. Ho apprezzato questo post per la sua onesta' e schiettezza: non tutti i luoghi che visitiamo ci rimangono nel cuore ed e' molto utile scegliere quali mete evitare quando si programma un viaggio.

    RispondiElimina
  3. Sto pianificando un viaggio in Puglia e Brindisi è nell'itinerario. Credo di aver capito come ti sei sentita in questa città. A volte succede anche a me. Ma cerco sempre di tornarci una seconda volta per capire se era un momento dovuto a chissà quale altro motivo... Ti saprò dire.

    RispondiElimina
  4. Succede, non tutte le città possono piacere! Io quando vado a trovare mia nonna atterro praticamente quasi sempre a Brindisi, ma non mi sono mai fermata a visitare la città, di solito non vedo l'ora di tuffarmi in acqua :D

    RispondiElimina

Prima di commentare di invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.