18 luglio 2017

Cosa vedere a Lecce in un giorno

Da tempo volevo visitare Lecce perché affascinata dall'architettura e dal barocco leccese che avevo studiato ai tempi della scuola, ahimè molti anni fa. Questa occasione si è presentata durante il mio viaggio in Puglia che mi ha permesso di fare una sosta in città di un giorno per vedere i monumenti più importanti.

Ho trovato subito parcheggio nei pressi di Porta Napoli, appena fuori il centro storico, e da qui è iniziato il mio itinerario alla scoperta di Lecce.

La domenica forse la gente preferisce andare al mare, piuttosto che girare per la città, e così c'erano pochi turisti in giro, per me una bella cosa perché mi sono goduta il centro storico poco affollato.

Cosa vedere a Lecce in un giorno: Porta Napoli
Porta Napoli


Cosa vedere a Lecce in un giorno


Sono stata accolta dalla bellezza scenografica di Porta Napoli, che è la più monumentale delle tre porte rimaste e che fu costruita alla metà del '500. Assomiglia a un arco di trionfo e, all'interno della cornice, si può vedere lo stemma degli Asburgo: un'aquila bicipite.

Seguendo l'itinerario proposto dalla mia guida cartacea, mi sono diretta verso via Palmieri che conduce direttamente in piazza del Duomo passeggiando tra le dimore settecentesche

Nella piazza si possono ammirare gli edifici, che sono espressione del barocco leccese, e che in questo contesto urbanistico acquistano ancor più valore.

Barocco Leccese
Esempio di barocco leccese passeggiando per la città

Il Duomo risale al 1100 ma nel '600, in pieno periodo barocco, fu ristrutturato. Fu costruito il campanile che svetta, coi suoi cinque livelli che terminano con un'edicola di forma ottagonale, che ha vasi fioriti al posto dei pinnacoli.

Entrando nella piazza, di fronte si vede la facciata laterale che è un sublime esempio delle decorazioni tipiche del barocco e si può apprezzare, in alto, l'arcata che racchiude la statua di Sant'Oronzo.

All'interno non si possono fare fotografie ma devo dire che la profusione di dorature non rientra nelle cose che apprezzo in un luogo religioso.

Duomo di Lecce
Il Duomo e il campanile

Nella piazza del Duomo si possono vedere altri edifici molto belli. L'Episcopio è caratterizzato da un loggiato con colonne doriche che danno un senso di ariosità al palazzo adornato da statue.

A me è piaciuto il barocco leccese che si vede passeggiando tra le viuzze della città. Si possono ammirare i palazzi antichi costruiti con la tipica pietra bianca leccese, un calcare poroso e leggero che viene utilizzato ancora oggi. La stessa pietra viene usata per fare souvenir e non potevo non acquistarne uno!

Episcopio di Lecce

In via Libertini e in via Vittorio Emanuele si possono vedere chiese e palazzi barocchi, tutti decorati con balaustre e statue.
Girovagando nel pomeriggio, tra le vie quasi deserte, si può apprezzare ancor di più la bellezza della pietra calcarea che dona un fascino antico.

Girovagando per Lecce
Scorcio di Lecce

Proprio in una di queste vie si possono gustare le specialità tipiche leccesi e io ho assaggiato una bella puccia vegetariana, accompagnata da una buona birra artigianale. La puccia è un panino di grano duro che può essere farcito in tanti modi diversi.

la puccia leccese vegetariana

A Lecce si deve assaggiare anche il pasticciotto che è un tipico dolce fatto di pasta frolla e crema pasticcera, naturalmente se amata i dolci.

Oltre le bellezze dell'architettura barocca, a Lecce si possono vedere molte altre cose come Piazza Sant'Oronzo dove ci si rende conto che qui lo stile è prettamente di epoca fascista. Infatti, negli anni '30 fu demolito il quartiere delle botteghe per far posto agli edifici governativi! Un vero peccato perché immagino che prima la piazza fosse molto più caratteristica.

Piazza Sant'Oronzo a Lecce
Piazza Sant'Oronzo

Nella piazza, oltre alla Colonna, si può vedere l'Anfiteatro di forma ellittica che risale all'epoca romana quando la città era nota col nome di Lupiae.

Accanto si trova il Sedile che è una loggia con arcate ogivali che presenta uno stile ben diverso da tutti gli edifici circostanti. Trovo che questo sia uno degli edifici più belli di Lecce.

Il Sedile a Lecce
La Loggia detta Sedile

Andando verso sinistra s'incontra il Castello, a pianta trapezoidale, circondato da un fossato. Fu ristrutturato per volere di Carlo V per farne una fortezza in grado di resistere alle armi da fuoco grazie alla cinta bastionata.

Dopo aver camminato tutto il giorno nel centro storico di Lecce, ci si può rilassare sedendosi nei vicini giardini pubblici dove c'è una bellissima fontana con giochi d'acqua.

Se si sceglie la città come base per girovagare nei dintorni si può prenotare uno dei tanti hotel.

14 commenti:

  1. Devo ammettere che Lecce non rientra tra i posti che andrei a visitare subito in Puglia, e sei la prima che me ne mostra qualche foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti la sento nominare poco anch'io sui blog.

      Elimina
  2. Lecce è una città che mi manca, devo rimediare al più presto!
    Anche a noi piace girare quando c'è poca folla, si gode di più tutto!

    RispondiElimina
  3. Lecce è stupenda, mi fa sempre piacere tornarci! W la puccia :D

    RispondiElimina
  4. Gli articoli cone questo mi fan venire voglia di scendere a scoprire la Puglia sempre di più!

    RispondiElimina
  5. Stefania, tu mi vuoi far male! Sai quanto mi rattrista che, durante i due educational in Salento, non mi sia stata data la possibilità di vedere Lecce? Due volte (non una), sono passata da questa città, come punto di arrivo e non ho mai potuto ammirarla. E' una cosa che mi dispiace tanto.
    Perché la trovo stupenda, elegante eppure ariosa. Poi amo la pietra leccese, per cui ne farei volentieri un'infusione visiva ;-)
    A presto,
    Claudia B.

    RispondiElimina
  6. Lecce mi manca all'appello, me ne hanno sempre parlato molto bene. Penso sia davvero graziosa e il tuo tour lo trovo interessante. Ho scoperto qualche tratto di Lecce grazie a te!!! 😊👍

    RispondiElimina
  7. Sicuramente Lecce è una città meravigliosa con moltissime cose da offrire, che purtroppo però non ho ancora avuto modo di visitare.
    Tra i vari consigli, ovviamente sono stata subito attratta dalla "puccia" quel panino bello grosso e saporito. :P

    RispondiElimina
  8. Avevo un compagno all'Università che veniva da Lecce e qualche volta ci aveva invitato ad andarlo a trovare, purtroppo però non è mai capitata l'occasione...spero di recuperare anche per conto mio perché la Puglia mi manca completamente!

    RispondiElimina
  9. Lecce è meravigliosa ed è un vero peccato che non venga visitata, vissuta e respirata da tutti quelli che ogni anno vanno in vacanza in Puglia!
    E hai visto che meraviglia le statue in cartapesta? Incredibili!!

    RispondiElimina
  10. Sono stata a Lecce 1 giorno in gita alle scuole superiori e ci devo tornare in ottobre per lavoro quindi ho la sensazione che continuerò a vedere ben poco ma mi segnerò i tuoi suggerimenti, sia mai che riesca nel mio intento!
    Erica

    RispondiElimina
  11. Lecce, deve essere una città fantastica! Ne ho sentito tantissimo parlare e mi piacerebbe molto andarci! Ci riuscirò?

    RispondiElimina
  12. Lecce, che ricordi! Una città che mi è rimasta nel cuore. Per amante della buona cucina, il pasticciotto e sopratutto il rustico leccese rappresentano qualcosa di unico. Ricordo, che quando facevo colazione all'Hotel Zenit Salento, il profumo dei pasticciotti appena sfornati era davvero emozionante. Spero di tornarci presto :)

    RispondiElimina

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.