19 ottobre 2021

Escursione a Lipari da Acquacalda a Canneto

Sull'isola di Lipari si possono fare molti percorsi escursionistici di diversa difficoltà. Uno dei più frequentati è quello che da Acquacalda arriva, passando nella vallata di Lami, a Canneto per scoprire la geologia dell'isola.

Premetto che molte informazioni che ho trovato online non erano aggiornate e che la manutenzione scarseggia, perciò meglio scaricare una mappa del percorso.

Vi lascio la descrizione del mio cammino con una deviazione per vedere le cave di pietra pomice di Porticello dall'alto.


Escursione a Lipari da Acquacalda a Canneto


Trekking Acquacalda - Monte Pilato - Lami - Canneto

Consiglio di iniziare il percorso nei pressi del ristorante Da Lauro ad Acquacalda per evitare la prima salita dal piccolo borgo liparota.

Il paese è servito dai mezzi pubblici e perciò si può arrivare col bus per iniziare il trekking di poche ore. Gli orari aggiornati delle linee si trovano sul sito Urso Bus che fa servizio sull'isola di Lipari.

Itinerario: Acquacalda - Lami - Canneto
Lunghezza: circa 7,8 km
Difficoltà: E
Tempo: 3 ore e 30 minuti
Dislivello: quota max 345 (Monte Pilato 477)

Io ho seguito la traccia GPX che avevo scaricato e, non vedendo indicazioni sulla strada principale, sono salita verso l'entrata del ristorante e ho continuato su uno sterrato. Al primo bivio, vicino una cancellata, sono salita a destra su uno sterrato ripido che poi finisce e, superato un tratto tra la vegetazione, ho trovato la mulattiera in sassi che sale dal paese di Acquacalda.


panorama Acquacalda Lipari
Panorama su Acquacalda e di fronte l'isola di Salina

Il sentiero è tutto in salita e offre bellissimi panorami su Acquacalda e sull'isola di Salina che si trova di fronte. Salendo sulla destra si può vedere la parete verticale della montagna. Qui un tempo c'era una cava di pomice come si capisce osservando la roccia bianca che spicca tra la vegetazione.


cava di pomice Acquacalda Lipari

Percorrendo questo sentiero si cammina tra la macchia mediterranea e i muretti a secco che rivelano l'antica presenza di attività di pastorizia nella zona.

Qui il sentiero è sempre abbastanza stretto ma non ci sono deviazioni per cui non si può sbagliare direzione.

Guardando a terra si nota un'abbondante presenza di ossidiana che si è formata dalle colate riolitiche di lava che costituiscono le Rocche Rosse e terminano a Punta Castagna.

Dopo un'ora e 10 di cammino si arriva su un largo sterrato. La nostra direzione è a destra ma consiglio di andare prima a sinistra per vedere le cave di pomice di Porticello dall'alto.

La pomice è una roccia molto leggera, tanto che galleggia, che si origina con un'attività vulcanica di tipo esplosivo in presenza di magmi viscosi ricchi in silice.


edifici cava pomice Lipari
Edifici cava pomice

Lo sterrato scende verso alcuni vecchi edifici di cava e poi sembra finire nel nulla. In realtà si deve proseguire tra la vegetazione, consiglio perciò pantaloni lunghi per non ferirsi le gambe, e dopo una cinquantina di metri si arriva sopra le cave.

La vista è stupenda e dall'alto il colpo d'occhio è notevole. Le cave che sol sole diventano di un bianco accecante si vedono anche percorrendo la strada in basso e dalla spiaggia dove ancora c'è il vecchio pontile col nastro trasportatore.

Queste cave mi hanno ricordato quelle di marmo sulle Alpi Apuane, meta di tanti miei trekking.


cava pomice ponticello Lipari
Veduta cava pomice

Da qui si ritorna sui propri passi. La deviazione porta via intorno ai 45 minuti ma consiglio di farla per vedere la bellezza geologica di quest'isola.

Seguendo lo sterrato si giunge in cinque minuti a un crocevia. A sinistra si sale alla vetta del Monte Pilato, il vulcano più giovane di Lipari che eruttò l'ultima volta nel 1230. Il sentiero che porta al cono di pomice passa tra la bassa vegetazione e si cammina su grigia sabbia vulcanica scivolosa e perciò bisogna prestare attenzione.

Io ho trovato subito degli smottamenti e già paga dei bei panorami ho preferito tornare indietro e scendere verso Lami che si raggiunge in circa 25 minuti.


casa antica Lami Lipari
Scorcio di Lami

Lo sterrato da seguire è in discesa e passa nella vallata dove si vedono coltivazioni. Nei pressi della chiesa diventa asfalto e si segue sino a incontrare la mulattiera che scende a Canneto in circa 50 minuti di cammino.

La prima parte del percorso è molto bello e passa tra antiche case abbellite con splendide fioriture e nuove villette. Dopo Pomiciazzo la mulattiera in sasso è infestata dalla vegetazione e bisogna prestare attenzione.


veduta Canneto Lipari
Panorama su Canneto e sullo sfondo Monterosa

Arrivati quasi a Canneto si lascia la mulattiera e si prosegue in parte su asfalto e in parte su scalinate che arrivano alla fine del borgo di Lipari nella zona chiamata Calandra dove c'è una bella spiaggia di ciottoli.


Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.