6 luglio 2021

Varazze: cosa vedere nel paese del savonese

Varazze è un meta turistica del savonese molto ambita nel periodo estivo.
Stupisce per la bellezza inaspettata del centro storico nel quale si aprono piazzette incantevoli con edifici dai colori pastello, tipici della Liguria, e di quella della moderna zona accanto al porticciolo.

Sapete che nella riviera di ponente i caratteristici vicoli genovesi si chiamano budelli? Con questa parola si indica la via principale dove si affacciano i negozi e le attività commerciali.


Varazze: cosa vedere nel paese del savonese


Varazze: cosa vedere nel centro storico

Varazze è un borgo medievale sorto nel XI secolo attorno al quale in epoca successiva sono state erette mura difensive sulle quali si aprivano cinque porte: Porta dei Busci, Porta di Ponte Vecchio, Porta della Loggia, Porta del Torrione e Porta del Borghetto.

Per molti anni il paese è stato una meta del turismo aristocratico per la bellezza dei giardini e degli orti con piante di limoni. Nel secolo scorso l'espansione urbanistica e la nuova viabilità hanno un poco stravolto la sua natura ma rimane un paese molto bello da visitare.

Il centro storico è diviso in due parti dal fiume Teiro e, come molti altri borghi liguri, le case sono tinteggiate nei colori pastello e quelle dipinte con sfumature di verde spiccano tra quelle dalle tonalità rosate e arancioni.

Una passeggiata nel centro storico permette di ammirare tanti edifici religiosi:

  • Collegiata di Sant'Ambrogio col sagrato con pavimentazione a risseu tipica ligure, ovvero fatta con ciottoli. All'esterno si può osservare il campanile romanico-gotico con trifore che contrasta con la facciata neorinascimentale e all'interno si possono vedere opere d'arte che vanno dal '400 al '900.
  • Oratorio di San Giuseppe e della SS. Trinità, sede dell'omonima confraternita, risale al XVI secolo e si trova a fianco della Collegiata.
  • Oratorio di San Bartolomeo, sede dell'omonima confraternita, risale al Seicento e presenta una volta a botte nell'unica navata.
  • Chiesa di S. Domenico ospita le reliquie di Beato Jacopo.

Collegiata di Sant'Ambrogio Varazze
Collegiata di Sant'Ambrogio

Passeggiando nel centro storico si arriva in Piazza Bovani, nota come la ciassa du Balùn, che è davvero un gioiellino che non ha nulla da invidiare in quanto a bellezza a quelle di altri borghi della riviera di ponente. Appare un angolo tranquillo, un po' in disparte dalle trafficate vie limitrofe, e la panchina attorno al lampione è incantevole.


Piazza Bovani Varazza

Sul lungomare si può ammirare palazzo Beato Jacopo da Varazze che è stato sede del municipio e oggi ospita l'ufficio di informazioni turistiche. Nel lato verso mare si può vedere la torretta merlata tinteggiata di rosso con lo stemma del comune e una serie di bifore e di decori che lo fanno risaltare tra gli altri edifici che si affacciano sulla via molto trafficata.


Palazzo Beato Jacopo da Varazze

Oltrepassato il sottopasso si arriva nella piazzetta dietro il palazzo e si può così osservare la facciata posteriore, adornata da lesene che incorniciano le grandi finestre, dove è collocata la statua del santo vissuto nel XIII secolo.


Palazzo Beato Jacopo da Varazze

Percorrendo il budello di Varazze si scoprono edifici con trompe-l'œil che attirano l'attenzione. Uno in particolare raffigura una ragazza alla finestra con vicino un gatto. L'usanza di realizzare questi dipinti sulle facciate nacque nel '700 quando la Repubblica di Genova emanò una tassa sulle finestre e perciò molte furono murate. Ora si possono vedere raffigurate finestre, cornici, davanzali fioriti e tutto quello che ispira la fantasia dei decoratori.


trompe-l'œil edifici Varazza

Varazze è un noto centro balneare che ha ottenuto da oltre un decennio il riconoscimento di Bandiera Blu per la qualità delle spiagge. La maggior parte del litorale sabbioso è occupato da stabilimenti balneari dietro a quali c'è una bella passeggiata con giardini fioriti e fontane.


giardini lungomare Varazze

Nel lato occidentale del paese si trova la parte più recente del paese con il porto turistico e il giardino botanico realizzato per ben integrare questa zona cantieristica e diportistica sita tra il lungomare e Punta Aspera.

Varazze vanta una florida attività cantieristica e proprio dalla parola varo deriva il suo nome.

Sul promontorio si vede spuntare tra gli alberi il Castello Capelli, una villa del '900 che assomiglia a una residenza medievale.


Castello Capelli Varazze
Castello Capelli

Questo spazio verde è la parte finale della passeggiata nella Marina dove si possono vedere yacht e barche a vela all'ancora. Nei moderni edifici ci sono bar e ristoranti che si affacciano sul mare.

Tra i patrimoni che andrebbero valorizzati a Varazze c'è Villa Cilea, appartenuta al celebre musicista, che si trova nella parte occidentale del borgo rivierasco e purtroppo non è visitabile.

Varazze: l'offerta alberghiera

Il paese della riviera di ponente può essere scelto come punto di partenza per esplorare le zone limitrofe e tornare la sera per godere la vivace vita notturna.

L'offerta alberghiera a Varazze è considerevole e si può optare per pensioni familiari come l'albergo Villagrande che si trova nel centro storico e offre anche servizio ristorante con tavoli sulla veranda nel terrazzo con vista sul budello. Ampia l'offerta di alberghi più lussuosi come l'hotel Cristallo o il Zurigo.

Booking.com

Varazze è un luogo perfetto per un soggiorno rilassante perché oltre a fare vita da spiaggia si può passeggiare verso Cogoleto e Arenzano sulla pista ciclabile che passa sulla ex sede ferroviaria offrendo bellissimi scorci sulla costa.

Quando si è stanchi si può tornare indietro in treno e perciò è adatta a persone di tutte le età.


orto botanico marina varazze
Orto botanico alla Marina

Dall'altro lato di Varazze la passeggiata, dopo un tratto di alcuni chilometri lungo la strada Aurelia, prosegue sul bel fronte mare verso Celle Ligure e Albisola Superiore.

Gli sportivi possono trovare molte attività adatte a loro come la possibilità di fare escursioni lungo i Sentieri natura nel parco del Beigua, di praticare surf anche in notturna e di fare immersioni.

Il paese del savonese è la scelta ideale proprio per chi desidera vivere una vacanza che offra sia attività rilassanti sia sport adrenalinici.


Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.