18 marzo 2021

Monte Parodi: sentieri facili ad anello

Dalla città di La Spezia si raggiunge molto facilmente il Monte Parodi da dove è possibile percorrere molti facili sentieri, oltre che allenarsi nella palestra nel verde.

Chi è abituato a fare escursioni lungo i sentieri può salire dalla città e compiere dei percorsi ad anello, altrimenti si arriva sul monte in auto e da lì s'inizia la camminata.

Le possibilità sono molteplici e passare una giornata in mezzo al verde è l'ideale anche per le famiglie con bambini che spesso salgono qui per pranzare nelle tante aree picnic attrezzate con panche e tavoli.


Monte Parodi: sentieri facili la spezia
Veduta sulla città da Vignale


Monte Parodi: la palestra nel verde

Sul Monte Parodi, in prossimità del Colle del Telegrafo, si trova un'area attrezzata dove poter compiere allenamenti in mezzo al verde della natura. Il percorso nella palestra nel verde dura circa un'ora e mezzo e permette di allenare ogni parte del corpo e di fare esercizi per l'equilibrio.

La passeggiata in questa zona è facile e adatta a tutta la famiglia. Oltre agli attrezzi da usare per tenersi in forma ci sono panchine dove sostare e un'area ristoro: la Pinetina.

Il Colle del Telegrafo è il punto di passaggio di diversi sentieri che percorrono il crinale, come quello che da Riomaggiore arriva a Portovenere, che arrivano dalla città o che scendono verso amene località come Monesteroli e Schiara.

veduta litorale da telegrafo la spezia
Veduta sulle Cinque Terre dal Telegrafo

Percorso ad anello La Spezia - Telegrafo

Avevo già raccontato la mia escursione dalla città al Colle del Telegrafo lungo il sentiero 523 che sale da Pegazzano con un dislivello di circa 600 metri per poi confluire nel sentiero AV5T. Per arrivare qui occorrono circa due ore e 30 minuti.

I sentieri per ridiscendere sono parecchi. Si può percorrere il 537 sino a Biassa e poi tornare in città lungo il 504 oppure con quello contrassegnato come AVG. In alternativa si può direttamente scendere sul sentiero 504, quello che sale da Schiara.

Trekking ad anello attorno al Monte Parodi

Esistono diverse possibilità per arrivare sul Monte Parodi da La Spezia: il sentiero 523, il 522 oppure il 521.

Qui suggerisco un percorso ad anello che sale sul monte e in pratica gira tutto attorno a esso per ridiscendere in città.

Dal quartiere di Rebocco si sale sul sentiero 521, passando da Maggiano, sino ad arrivare alla località Sant'Anna, quota 260 metri, salendo lungo antiche mulattiere. Per arrivare qui occorrono circa 40 minuti.


sentiero 521 la spezia
Sentiero 521

Si prosegue lungo il sentiero AVG sino a congiungersi con quello numero 523 nella strada carraia. Dopo un tratto nel bosco si arriva nuovamente sulla strada asfaltata, sotto la cima del Monte Parodi, che si percorre sino all'incrocio dove un tempo c'era il ristorante Paradiso. Il tempo di percorrenza dalla città è di circa due ore.

Qui ci sono diverse opzioni: continuare lungo lo stesso sentiero sino al Bivio Bramapane oppure proseguire a destra sulla strada che scende verso Carpena e dopo una cinquantina di metri imboccare il sentiero 523C che sale alla Sella di Carpena sul Monte Grosso, a quota 633 metri. Da poco la rete escursionistica è stata ripristinata dal CAI ma qui è presente solo il segnavia bianco e rosso e non c'è l'indicazione del numero, ma è l'unico e non ci si può sbagliare.


sella la croce la spezia
Sella La Croce

Si arriva così dopo circa 30 minuti sullo sterrato della AV5T, l'Alta Via delle Cinque Terre, che si percorre verso destra sino alla località Sella La Croce, quota 633 metri, che è un altro crocevia di sentieri: AV5T, 501 che scende a Riomaggiore, 560 verso Casella, 568 che scende direttamente a Codeglia e 501 che arriva in località La Foce, passando da Carpena e Castè.

La mia intenzione era quella di scendere sul sentiero 501 ma la segnaletica, che vedete nella foto sopra, mi ha tratto in inganno e così ho proseguito lungo il largo sterrato che in realtà è il numero 560! Quello che dovevo prendere era sulla destra. Un mio errore perché non ho controllato la traccia sul GPS.

Sono riuscita a completare ugualmente un giro ad anello imboccando in successione il sentiero 502 per arrivare sino a un altro crocevia. Qui sono scesa lungo il 567, a tratti un po' ripido, sino al piccolo borgo di Codeglia che si trova nel comune di Riccò del Golfo. Dalla Sella La Croce sono circa 40 minuti.


casa pietra Codeglia Riccò del Golfo
Casa in pietra a Codeglia

Da qui avrei voluto imboccare il 566 verso il paese di Castè per ritornare sulla corretta via, però in paese ho saputo che a causa di una frana il ponte romano era chiuso. Perciò ho proseguito sulla strada asfaltata sino all'abitato di Porcale, lungo il sentiero contrassegnato sulle mappe col numero 569. La strada in discesa con un ampio tornante fa allungare decisamente l'escursione senza offrire scorci interessanti da ammirare.


sentiero 566 Castè sul monte Parodi
Sentiero 566 verso Castè

Sono arrivata a Porcale in 30 minuti e da qui ho proseguito sul sentiero 566C che, superato il ruscello, mi ha portato in 10 minuti al borgo di Castè congiungendosi col numero 566.

Il paese si trova sotto le pendici del Monte Parodi ed è molto carino. Le case in pietra con pergolati, archivolti e terrazze sono davvero deliziose. Alcune sono ora b&b per i tanti turisti che desiderano soggiornare in posti tranquilli ma vicini alla città.


antiche case borgo Castè Riccò del Golfo

Dal paese si scende lungo il sentiero 501 che incontra varie volte la strada asfaltata sino al piccolo borgo di Cozzano, passando anche sopra un bel ponte in pietra in un paesaggio quasi fiabesco. Per arrivare qui occorrono circa 20 minuti.


borgo Castè Riccò del Golfo

Il sentiero prosegue sempre in discesa sino ad arrivare dopo altri 20 minuti nella località La Foce da dove si hanno varie opzioni per tornare in città: il bus se si è stanchi, la discesa da Marinasco oppure nuovamente dalla mulattiera numero 521 che si può imboccare dal curvone del ristorante La Gira.

Ho scelto questa ultima opzione scendendo sullo stesso sentiero della mattina in 20 minuti completando così il facile percorso ad anello da La Spezia in cinque ore.

Questa escursione di mezza giornata è abbastanza lunga e si presta a modifiche perché sono davvero tanti i sentieri che corrono lungo le pendici del Monte Parodi e che permettono di percorrere sia le tratte verso il mare sia quelle verso l'entroterra dove ci sono graziosi paesini.

Questa è la traccia GPS del mio itinerario: trekking attorno al Monte Parodi.

Itinerario: La Spezia (32) - Monte Parodi (589) - La Spezia
Sentieri: 521- AVG - 523 - 523 C - AV5T - 560 - 502 - 567 - 569 - 566 C - 566 - 501 - 521
Dislivello: quota massima 656 metri
Lunghezza: circa 16,80 Km
Tempo di percorrenza: 5 ore (escluso le soste)
Difficoltà: EE

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.