28 febbraio 2019

Cosa vedere ad Assuan: le escursioni da fare

Se dovessi scegliere la zona dell'Egitto che mi è piaciuta di più direi, senza dubbio, Assuan perché qui ho trovato tranquillità e tante cose da vedere.

Appare meno caotica rispetto ad altre e ho adorato navigare sulle acque del Nilo godendomi bellissimi panorami, tra gli isolotti che si stagliano davanti alla cittadina, ammirando le feluche viaggiare lentamente con le vele spiegate.

Assuan, fin dall'antichità, fu un centro commerciale molto importante per la sua posizione e per la presenza di cave di granito utilizzato per la costruzione dei tanti templi, sparsi per l'Egitto.

Cosa vedere ad Assuan: le escursioni da fare


Cosa vedere ad Assuan: il Tempio di Philae


Il tempio di Philae, dedicato a Iside, si trovava sull'omonima isola che però, a seguito della costruzione della diga di Assuan, era stata parzialmente sommersa.
Come nel caso dei templi di Abu Simbel, si decise di spostarlo sulla vicina isola di Agilkia per preservarlo visto che era uno dei monumenti nubiani entrati a far parte del Patrimonio dell'Umanità UNESCO.

tempio di philae

L'isola si raggiunge con una barca a motore da Assuan e solo la navigazione lungo il Nilo è un piacere perché consente di ammirare un bellissimo panorama, dominato dalla collina dove ci sono le Tombe dei Nobili, monumenti funerari eretti per le persone importanti.

cortile tempio di philae
Il cortile interno

Il santuario di Iside, noto come il tempio di File, è stato costruito in epoca tolemaica e all'ingresso si possono vedere due statue di leoni. Superato il maestoso colonnato si vede il Mammisi di Horus, nel cortile interno. Come non citare i bellissimi bassorilievi, non so ma ogni tempio mi è sembrato più bello di quelli visti in precedenza, poi questo ha una location incantevole, perfetta per fare fotografie panoramiche del Nilo.

musicanti nel tempio di hathor
Rappresentazioni di musicanti

Questo non è l'unico tempio sull'isola, perché accanto si possono vedere il tempietto di Hathor, con bassorilievi che rappresentano musicanti con fattezze di animali e il dio nubiano Bes, e il chiosco di Traiano che rimase incompiuto.

panorama dal tempio di philae
Veduta panoramica dal tempio

Attualmente il biglietto costa 140 EGP.

Cosa vedere ad Assuan: l'isola Elefantina


Più vicina ad Assuan è l'isola Elefantina il cui nome non ha un'origine certa. Per alcuni è dovuto alla forma di alcune rocce, per altri al fatto che qui si svolgeva il mercato dell'avorio.

rocce a forma di elefante ad assuan

Le rocce si vedono davvero, sotto il Sofitel Legend Old Cataract, l'albergo reso famoso dal film Assassinio sul Nilo e dove anche il Re Fouad accoglieva gli ospiti.

Sull'isola si trovano diversi interessanti siti come il tempio di Khnum, che fu ricostruito più volte, e il nilometro, utilizzato per verificare l'altezza delle acque.
In realtà i nilometri sono due perché, oltre al pozzo, c'è una scala usata per lo stesso scopo.
Si possono vedere anche i resti di case romane in mattoni e un piccolo museo, ma non è tra le cose imperdibili da vedere ad Assuan.

nilometro sull'isola elefantina
Il nilometro

Per la verità l'isola Elefantina non mi ha entusiasmato, ho trovato che abbia un'area decadente e le case fatiscenti attorno confermano questa sensazione.

isola elefantina case romane
Le antiche case romane e sullo sfondo il celebre albergo

La visita all'isola e al suo museo costa 70 EGP.

Cosa vedere ad Assuan: il giardino botanico


Sull'isola di Kitcher dalla curiosa forma ovale si può visitare un bel giardino botanico per trascorrere un po' di tempo in mezzo al verde e rilassarsi, osservando bei panorami.
Nei 17 ettari si possono vedere alberi di palme, palme reali, ovvero quelle senza frutto, piante del cacao... mentre si viene cullati dal cinguettio degli uccellini.

giardino botanico di assuan

Arrivando in barca si ha modo di ammirare ancora una volta lo straordinario scenario di questo tratto di Nilo dove il deserto arriva a lambire le sue acque. Dall'aereo ci si rende conto come, davvero, ci si trovi in mezzo a una landa desertica.

L'accesso al giardino botanico costa 20 EGP.

Cosa vedere ad Assuan: il Museo Nubiano


Tra le cose da vedere ad Assuan c'è l'interessante Museo Nubiano dove sono sposti tanti reperti della Nubia, la regione a confine tra Egitto e Sudan, che un tempo era un regno indipendente.
Qui si possono vedere incisioni simili a quelle che si trovano sui templi, ma più semplici.

La parte più bella è quella che ricostruisce un villaggio nubiano con le sue case tipiche e la loro tradizione di tramandare oralmente il sapere.

museo nubiano

L'ingresso al museo costa 140 EGP e per fare le fotografie è necessario acquistare un biglietto specifico.

Cosa vedere ad Assuan: escursione al Villaggio Nubiano


Una delle esperienze che consiglio vivamente di fare ad Assuan è l'escursione al Villaggio Nubiano. Per la verità è tutto molto turistico perché si viene accolti all'interno di una tipica casa, una di quelle più grandi, dove viene offerto del tè e nel patio ci sono oggetti in vendita.
Qui si possono anche vedere, purtroppo, coccodrilli in gabbia. Per me è impensabile che un animale tanto grande debba stare rinchiuso in uno spazio minimo nel quale non può neppure stendere la coda!
Passiamo oltre perché, forse, da turisti non possiamo giudicare questi comportamenti, non ho scattato neppure fotografie!

cortile casa villaggio nubiano

Le case nubiane sono molto colorate e il patio, sul quale si affacciano i diversi locali della casa, è arricchito da murales che rappresentano il fiero popolo nubiano.

stanza casa villaggio nubiano
Sala che asi affaccia sul patio

A seguito della costruzione della diga, molti hanno dovuto lasciare i loro villaggi natii ma non si sono trasferiti in città, preferendo vivere dall'altro lato del fiume nelle loro case tradizionali.

Siamo stati parecchio qui e così ho curiosato in tutta la casa salendo ai piani superiori dove ci sono terrazzi con vista panoramica e dove si vedono le stanze dove vivono, arredate con mobili che posso definire anni '70, gli arredi tipici sono solo a piano terra.

villaggio nubiano

Uscendo nelle vie del villaggio, dove ci sono bancarelle nelle quali acquistare spezie e oggetti artigianali, si viene assaliti dai venditori e da molti ragazzini che per pochi euro, anzi per uno solo, vorrebbero venderci qualsiasi cosa.

Non mi piace per nulla questo modo di fare, preferisco aggirarmi per i banchi, guardare e acquistare dopo aver visto tante cose. In altri Paesi, come Perù o nepal, i venditori non sono così insistenti come qui!

mercato nel villaggio nubiano

Non ho girato tutto il villaggio ma, per quello che ho visto, l'ho trovato davvero grazioso per i suoi colori, in modo particolare mi è piaciuto un albergo con vista sul fiume, se dovessi mai tornare vorrei alloggiare qui. Questo villaggio che, tolti i venditori insistenti, sembra un'oasi di pace al di là del Nilo.

ingresso albergo villaggio nubiano
L'ingresso all'albergo

Cosa comprare ad Assuan


Non ho girato molto a piedi Assuan ma in due occasioni, una volta anche di sera, ho curiosato nel souq che però non è nulla di particolare. Qui ci sono parecchi negozi ma vendono oggetti di uso quotidiano e non cose che vorremo portare a casa, se si escludono le immancabili spezie delle quali faccio sempre incetta durante i miei viaggi.

mercato assuan
La via centrale di Assuan coi i negozi

Durante il soggiorno ad Assuan sono andata a visitare una fabbrica di papiro, ce ne sono diverse, ma i prezzi non mi sembrano così convenienti.
Girando per la città si vede come molti siano chiusi e nel complesso, come altre parti dell'Egitto, ho visto molta povertà e degrado.

fabbrica papiro assuan
L'interno del negozio di papiri

Consiglio, invece, una visita alla Essence of Life Alfayed dove si possono acquistare essenze buonissime, sia da usare come profumi sia per l'aromaterapia, interna ed esterna.
Dopo la presentazione dei loro prodotti chi voleva poteva farsi massaggiare per una decina di minuti sul dorso. Non so se sia una pratica riservata a chi viene qui coi tour organizzati ma ho visto che c'erano diverse ragazze, per la precisione giovani nubiane, che facevano questo.

Escursioni da Assuan: la Grande Diga


Avevo già racconto la mia visita ai templi di Abu Simbel, distanti circa 250 km, ma un'altra escursione da fare è quella alla Grande Diga che può essere inserita nell'itinerario andando o venendo da lì.
L'Alta Diga fu costruita a partire dal 1960 e inaugurata dieci anni dopo.
Fermandosi a metà, lungo la strada che l'attraversa, di gode del panorama da un alto del lago Nasser, dal nome del Re che l'ha voluta costruire, e dall'altro lato di quello del fiume.

panorama dalla grande diga di assuan
Panorama del Nilo che esce dalla diga

Al termine della diga si trova il Memoriale dell'amicizia Egiziano-Sovietico. Un monumento imponente che sigla l'accordo tra i due Stati, in pratica l'Unione Sovietica pagò un terzo delle spese e fornì assistenza tecnica per la costruzione.
A me è sembrato un monumento brutto, tipico dell'epoca sovietica.

monumento dell'amicizia vicino alla diga di Assuan
Particolare del monumento

Come arrivare ad Assuan


Io sono arrivata ad Assuan navigando sul Nilo da Luxor con una bellissima crociera, ma si può arrivare in aereo visto che ci sono voli da Il Cairo operati dalla EgyptAir o dalla Nile Air.
Il volo dura circa 1 ora e mezza.

Un'alternativa è il viaggio in treno che dura poco più di 12 ore. Si può prenotare online dal sito delle ferrovie egiziane, previa registrazione. Ho visto che esistono due tipologie di treno, i migliori sono quelli definiti Special Service OD che costano il doppio degli altri.

mercato di assuan


Dove mangiare ad Assuan


Avendo dormito sulla motonave ho consumato i pranzi a bordo, perciò posso solo consigliare un ristorante che ho provato ad Assuan.
Questo ristorante tipico si chiama El Dokka e si trova su un'isoletta, il trasporto con la loro barca è gratuito.

focolare tipico nel ristorante el dokka
Tavola tipica dove gustare il tè

Con una gradevole musica di sottofondo con tanto di musicista, si gustano piatti tipici. Io ho apprezzato soprattutto la sua collocazione e le decorazioni della sala dove ho visto anche una tavola tipica per la degustazione del tè.

2 commenti:

  1. L'Egitto è già un mio sogno, e la crociera sul Nilo è un altro...complice forse proprio Agatha Christie! Posso chiederti che precezione di sicurezza/pericolo hai avuto? L'Egitto mi spaventa un minimo con due bimbi di due e cinque anni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono tantissimi controlli lungo le strade e nei luoghi turistici (attrazioni, hotel, aeroporti), a me hanno dato un senso di sicurezza.

      Elimina

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.