20 settembre 2018

Cosa vedere a Catania: itinerario nel centro storico

Per il viaggio on the road in Sicilia sono atterrata all'aeroporto di Catania e ho girato mezza giornata nel centro storico seguendo un itinerario che mi ha portato ad ammirare bellissime palazzi e piazze che sono tra le cose imperdibili da vedere in città.

Avevo molte aspettative su Catania che ho sempre visto come un'elegante città ma allo stesso tempo vivace e colorita come sanno esserlo le città del sud da sempre crogiolo di popoli arrivati da tutto il Mediterraneo.

A differenza di tante altre volte non ho stillato un meticoloso itinerario da seguire per esplorare la città ma mi sono lasciata guidare dalle sensazioni, dai colori e dai suoni che animano il centro.

Cosa vedere a Catania: itinerario a piedi nel centro storico. Piazza Duomo
Fontana dell'Elefante in Piazza Duomo


Cosa vedere a Catania: breve itinerario nel centro storico



Lasciata l'auto in uno dei viali lungomare di Catania mi sono incamminata verso il centro seguendo la sagoma delle cupole delle chiese che si elevano dai tetti. Col naso all'insù per osservare i palazzi storici, alcuni un poco degradati, ma attenta a ciò che vedevo attorno. Sono arrivata nella bella piazzetta dove sorge Piazza Vincenzo Bellini dove c'è un teatro dedicato al celebre compositore.

teatro bellini a Catania
Il teatro Bellini

Qui sono rimasta incantata da un'antica bottega con cesti in vimini che mi fanno ricordare quando da bimba guardavo un vicino di casa intrecciare sapientemente i giunchi per creare cose meravigliose.

Proseguendo mi sono ritrovata nella via principale del centro storico di Catania, ovvero Via Etnea, dove eleganti negozi si susseguono a chiese e palazzi storici chiaro esempio dell'architettura barocca.
La via deve il suo nome al fatto che sembra arrivare all'Etna che si vede in fondo a non molti chilometri di distanza.

palazzo dell'università in via etnea
Palazzo dell'Università

Vista l'ora mi sono fermata in un bar per assaporare le specialità siciliane: un bel cannolo. Sono vegana ma in viaggio alcune cose voglio provarle, in fondo conoscere altre culture e usanze è anche assaggiare gli eccelsi prodotti gastronomici.

scorci di catania
Veduta di Piazza Duomo, bottega, terme dell'Indirizzo in Piazza Currò, vicolo


Nel mio itinerario a piedi nel centro di Catania ho visto diversi palazzi storici in stile barocco che sono entrati a far parte dei Siti patrimonio dell'Umanità UNESCO in Sicilia assieme a quelli di altre località come Noto.

I palazzi che mi hanno affascinata sono nella meravigliosa Piazza del Duomo dominata dalla Fontana dell'elefante che è il simbolo della città.

fontana dell'elefante a catania

Ho così ammirato il Palazzo Municipale, noto come Palazzo degli elefanti, e sul lato opposto della piazza il Palazzo del Seminario che è collegato al palazzo arcivescovile da un passaggio sopra la porta Uzeda. Il palazzo con gli inserti di bugnato in pietra bianca è molto bello perché contrastano con la facciata in sabbia vulcanica scura, gli stessi colori ripresi dalla porta che si apre sulle mura di Carlo V.

palazzo del seminario e porta uzeda a catania
Palazzo del Seminario

Nella piazza però lo sguardo viene rapito dalla bellissima fontana con la statua in basalto nero dell'elefante che ha origini ignote ed è legata a diverse leggende.

Tra le chiese barocche della città c'è l'imponente Cattedrale di Sant'Agata che ho apprezzato molto più dall'esterno.

il duomo di catania visto dalla finestra dell'albergo
La Cattedrale vista dalla finestra dell'albergo

Sono entrata anche nella vicina Chiesa della Badia di Sant'Agata per salire sulla terrazza che offre una bellissima vista panoramica sugli edifici barocchi e sul centro storico e per ammirare sempre l'Etna sullo sfondo conferisce un fascino maggiore al panorama.

la cupola del duomo vista dalla terrazza della Badia di Sant'Agata
La cupola del duomo vista dalla terrazza della Badia di Sant'Agata

Altra chiesa esempio del barocco catanese è la Basilica Maria Santissima dell'Elemosina che si trova in Via Etnea.

Basilica Maria Santissima dell'Elemosina


Mi avevano consigliato di visitare il colorato mercato locale e così superata la fontana dell'Amenano, le cui acque si riversano nel fiume sottostante, mi sono ritrovata nella Pescheria.

fontana dell'Amenano

Qui tra i banchi del pesce dove dal brusio di fondo si elevano le voci dei venditori che elogiano il pescato e i loro prodotti mi sono immersa nel folclore cittadino.
Sui banchi tanto sangue dei grossi pesci, come i tonni e i pesci spada, tagliati al momento e poi i crostacei che vengono sgusciati, i ricci di mare, i frutti di mare insomma qui si trova di tutto.
Un mercato molto caratteristico, che si sviluppa in parte sotto le arcate delle mura cittadine, e più verace di quello visto in altre parti del mondo.

il mercato del pesce di catania
La Pescheria di Catania

Accanto c'è il mercato della frutta e verdura con un tripudio di colori. Ho notato che qui i prezzi sono in media tre volte più bassi che dalle mie parti, sarà perché gli ortaggi vengono coltivati nelle vicinanze.

Proseguendo tra le strade del centro storico in cerca di scorci suggestivi sono incappata in alcuni murales molto carini e in viuzze molto belle per poi arrivare al castello Ursino che è sicuramente una delle cose da vedere in città.
Il maniero che è stato in passato anche sede dei sovrani d'Aragona oggi ospita il Museo Civico.

castello Ursino

L'ultimo giorno del mio viaggio on the road in Sicilia sono tornata a Catania soggiornando proprio in un albergo in Piazza Duomo che ho scelto per avere la vista su questo luogo così affascinante che non mi sarei mai stancata di ammirare e dalla finestra della camera avevo una visuale privilegiata.

La sera ho fatto nuovamente un giro osservando la città nelle ore del crepuscolo e coi lampioni accesi per fermarmi a gustare per l'ultima volta la buonissima granita siciliana che ho adorato.

Purtroppo non ho avuto tempo per visitare altro perché la città offre tantissimi altre cose da vedere tra musei e siti archeologici.

7 commenti:

  1. Sono stata in Sicilia da ragazzina solo una volta, ma vorrei tornarci con più calma perché ci sono veramente molti posti da vedere e poi.... come si mangia!!!😋😋😋

    RispondiElimina
  2. La sicilia affascina sempre... e catania a noi è piaciuta tantissimo! Corro a leggere Agrigento...spero in una prossima gita!

    RispondiElimina
  3. meravigliosa Catania, ricordo con estremo piacere un week end di solo amiche (mamma mia quanto tempo è passato!) abbiamo visto tutto ciò che hai visitato tu.
    Ricordo i mega aperitivi e gente per strada ovunque!

    RispondiElimina
  4. Caspita sono davvero tantissimi i luoghi da non perdere a Catania. Il mercato del pesce mi affascina moltissimo (io ho proprio un debole per i mercati in genereale) e condivido il pensiero sul cibo in viaggio. Alcune cose vanno proprio provate!

    RispondiElimina
  5. E' vero, ogni tanto è anche bello esplorare una città senza avere un itinerario bel definito! E il cannolo siciliano non poteva proprio mancare! :-)

    RispondiElimina
  6. la sicilia ha un sacco di meraviglie da scoprire! io ci son stata da bambina e nonostante siano passati tanti anni ho dei ricordi bellissimi! sarebbe proprio ora di tornare

    RispondiElimina
  7. I miei genitori sono stati da poco a Catania. E' piaciuta molto e me la consigliano davvero. Anche dal tuo racconto sembra davvero molto bella !!

    RispondiElimina

Prima di commentare di invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.