30 gennaio 2020

Le diverse tipologie di visto per l'Australia

L'Australia è la meta da sogno per molti per svariati motivi ma, oltre a considerarla per le vacanze, avete mai pensato di trascorrervi dei mesi per studio o lavoro?

Chi ha appena finito gli studi dovrebbe valutare l'opportunità di fare un'esperienza nella terra dei canguri per arricchire le proprie conoscenze e migliorare il proprio inglese, ormai fondamentale per lavorare in molti settori.

Le diverse tipologie di visto per l'Australia: uluru
Uluru: foto di Henk Sijsenaar da Pixabay

Quale visto richiedere per l'Australia


Esistono diverse tipologie di visto che consentono l'ingresso in Australia per un periodo di tempo variabile, a seconda dei motivi per cui viene richiesto.

L'Australia è splendida e chi non vorrebbe visitare le sue moderne città piene di parchi, vedere la fauna selvatica che solo qui si trova e immergersi nella natura dell'Outback, la zona più remota del continente.

Prima di partire è necessario richiedere il visto Australia informandosi in anticipo su quale conviene fare, sui costi, sui documenti richiesti e sul periodo massimo di permanenza, soprattutto se si desidera soggiornare a lungo.

Si possono richiedere tre principali tipologie di visto:
  • per turismo
  • per studio
  • per lavoro

Il visto turistico, chiamato Holiday Visa, è gratuito e consente l'ingresso per un massimo di tre mesi durante i quali è possibile anche studiare per un periodo complessivo di 12 settimane.
Questa tipologia di visto va bene per chi vuole solo fare una vacanza oppure abbinare un viaggio allo studio, ma senza dover lavorare.
Il visto dura un anno ma i soggiorni nel Paese possono essere ogni volta al massimo di tre mesi.

Oltre all'eVisitor esiste anche il Visitor Visa che permette di stare per più mesi ma in questo caso si devono pagare 120 dollari.

Il visto per studio, ovvero lo Student Visa, può essere richiesto da chi si è iscritto già in una scuola australiana per frequentare un corso d'inglese, per fare un corso professionale o universitario.
Questo visto ha una durata variabile a seconda del corso che s'intende frequentare e permette anche di lavorare per 40 ore ogni due settimane.
Per ottenerlo si pagano 620 dollari australiani, cifra soggetta ad aggiornamenti.
Lo Student Visa è consigliato a chi ha superato i 31 anni e vorrebbe fare un'esperienza di studio in Australia e magari trasformarla in una richiesta di stabilizzazione se l'amore per questo continente è così forte che non si vorrebbe più andarsene.

Il visto per lavoro, il famoso Working Holiday Visa, può essere richiesto dai cittadini di alcuni Paesi, inclusa l'Italia, da giovani che hanno un'età compresa tra i 18 e i 31 anni, non ancora compiuti.
In realtà i cittadini canadesi, francesi e irlandesi possono richiederlo sino ai 35 anni.
Questa tipologia di permesso consente di stare in Australia sino a 12 mesi ma può essere rinnovato per altre due volte, se si è lavorato almeno 88 giorni in una zona rurale, solitamente nelle farm.
Molti giovani, infatti, partono proprio per lavorare nelle fattorie per raccogliere frutta e poi, dopo aver perfezionato la lingua si trasferiscono in città per trovare lavoro più qualificati.

vigneto monferrato
Spesso in Australia si lavora nelle farm, in vigneti tipo questi del Monferrato

In questo modo si possono intervallare periodi di vacanza nei quali si visitano i posti più magici dell'Australia, che deve essere bellissima per la sua natura selvaggia alla pari di altri Paesi come la Namibia, a mesi nei quali si lavora per guadagnare qualcosa e per fare nuove esperienze.
L'unica limitazione è che si può lavorare per lo stesso datore di lavoro per sei mesi al massimo, tranne alcune eccezioni.
Il visto ha un costo che può variare ogni anno e attualmente è di 485 dollari australiani.

Questo visto è da prendere in considerazione anche per capire se l'Australia è il Paese dove si vorrebbe vivere ed è un'esperienza di vita consigliabile a tutti i giovani che spesso qui sono insoddisfatti.
Il visto vacanza-lavoro fa entrare nelle dinamiche del mondo del lavoro e arricchisce il proprio curriculum per eventualità future.
Perché richiederlo?
Sicuramente per fare un'esperienza di vita, per perfezionare la lingua inglese, per conoscere una cultura diversa dalla nostra e altre usanze.

Se viaggiare arricchisce, viaggiare e lavorare allo stesso tempo è un qualcosa in più. Inoltre, durante questo periodo è possibile anche studiare per un massimo di 17 settimane.
Se si desidera studiare per più tempo va chiesto lo Student Visa.

Come ottenere il visto per l'Australia


Il visto per l'Australia può essere richiesto dal sito dell'Immigrazione australiana facendo tutto online e viene rilasciato, generalmente, in poche ore nel caso si faccia domanda per il visto per vacanza o per lavoro ed entro un mese se si richiede il visto per studio.

Non è necessari richiederlo molto tempo prima della data della partenza, anche se è meglio farlo appena si acquistano i biglietti aerei così da essere sicuri di poter entrare nel Paese.
In ogni caso consiglio sempre prima di fare la prenotazione dei voli di verificare i requisiti d'ingresso e di essere in regola con tutti i documenti, soprattutto il passaporto, perché spesso viene richiesta una validità residua di diversi mesi.

A chi ha l'età per il Working Holiday Visa non posso che dire: parti e vivi una bella avventura nella meravigliosa Australia.

Post sponsorizzato

2 commenti:

  1. Io purtroppo ho considerato l'Australia solo quando ero già fuori dai limiti d'età. Vorra dire che per me sarà solo meta di vacanza :)

    RispondiElimina
  2. Grazie per queste utilissime informazioni sui visti, spero di riuscire a visitare presto l'Australia☺️

    RispondiElimina

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.