25 gennaio 2020

Guida alla scelta della polizza viaggi

Quando si programma un viaggio si cercano i voli, gli alloggi, le cose da vedere, le escursioni imperdibili e per ultimo si valuta la sottoscrizione di un'assicurazione di viaggio.

Spesso si ritiene un qualcosa in più e non indispensabile, invece è proprio l'opposto e va scelta con oculatezza.
Per viaggiare è fondamentale stipulare un'assicurazione che copra in caso di incidente perché è sempre meglio essere previdenti.

Consigli sull'assicurazione di viaggio


La maggior parte delle volte non servirà ma l'acquisto di una polizza è una di quelle cose da mettere in elenco quando si organizza un viaggio.

Quale assicurazione viaggio scegliere?


Esiste un'ampia scelta di assicurazioni, che si possono acquistare sia nelle agenzie sotto casa sia online, quello che posso consigliare è di scegliere una buona assicurazione viaggio che sia adatta alle nostre esigenze.
Non si deve scegliere la più economica ma quella ottimale per il viaggio che dovremo fare: una vacanza, un viaggio di lavoro, un soggiorno all'estero per studio, un viaggio di breve durata o di più mesi.
Va considerata anche la zona verso la quale ci spostiamo.
Viaggiamo in Italia o in un Paese della Comunità europea, oppure fuori dall'Europa o negli Stati Uniti?

Molti ritengono superflua un'assicurazione viaggio solo per spostarsi nel nostro Paese o in quelli europei ma non è proprio così.
Presentando la nostra tessera sanitaria abbiamo le cure gratuite ma non tutto il resto.

Chi paga eventuali notti in albergo per un parente che deve venire ad assisterci perché malati o infortunati, le spese di rimpatrio perché siamo convalescenti oppure l'assistenza se non riusciamo a muoverci autonomamente in caso di incidente?
Capite che diventa indispensabile avere una copertura assicurativa e, per alcuni Paesi, è proprio tra le cose obbligatorie da avere, come per i viaggi in Russia.

Bisogna verificare che sia coperto anche il Paese verso il quale vogliamo andare perché alcuni non sono assicurabili, ad esempio quelli in stato di guerra.

Le caratteristiche che deve avere un'assicurazione


Per un viaggio classico nel quale non si andranno a fare attività sportive rischiose, spesso non coperte dall'assicurazione standard, bisogna verificare nel foglio informativo del contratto tutte le clausole.
Le cose più importanti da vedere, quando si fa un preventivo assicurazione viaggio, sono:
  • Anticipo delle spese sanitarie
  • Numero di emergenza 24 ore su 24
  • Copertura delle spese per il rimpatrio
  • Copertura della responsabilità civile
  • Massimale sufficientemente alto
  • Assicurazione dei bagagli

Avere l'anticipo delle spese sanitarie è molto importante perché in caso di ricovero la fattura sarà pagata direttamente dall'assicurazione, salvo l'eventuale esborso di un piccolo importo per la franchigia.

Una delle cose importanti che un'assicurazione deve garantire è un numero di emergenza da chiamare da tutto il mondo 24 ore su 24, meglio se gli operatori parlano italiano per poter spiegare bene il motivo della chiamata e ricevere l'assistenza immediata.
La centrale operativa segnala la struttura alla quale rivolgersi oppure manda un medico per la visita a domicilio. Solitamente, nel caso di viaggi all'estero, viene anche fornito un servizio di interprete così da farsi capire bene e ricevere le cure adeguate.

La copertura delle spese per il rimpatrio è una delle voci da verificare che siano presenti prima della stipula del contratto. Così si possono avere i biglietti aerei pagati per tornare nel più breve tempo possibile in Italia per avere le cure necessarie. Le stesse spese sono pagate anche per un nostro compagno di viaggio, assicurato con noi.

Un'altra cosa indispensabile da avere, quando si fa un'assicurazione di viaggio, è la copertura della responsabilità civile perché in caso di incidente non si dovranno sborsare soldi per pagare i danni ad altre persone.
Questi importi possono essere molto elevati, meglio avere una copertura adeguata e verificare bene i massimali.

Importante avere anche un'assicurazione che copra lo smarrimento dei bagagli, il loro danneggiamento o il furto così da avere pagato, ad esempio, l'acquisto di beni di prima necessità se la valigia non arriva a destinazione.
Al momento della stipula del contratto va anche considerato l'acquisto della polizza di annullamento così, se per qualche grave motivo non possiamo più partire, verranno rimborsate le spese del viaggio fatte fino a quel momento. Alcune assicurazioni coprono anche in caso di mancata partenza per il verificarsi di atti terroristici avvenuti nella destinazione del viaggio.

treno alla stazione di Praga
Treno alla stazione di Praga: anche i viaggi in Europa vanno assicurati

Queste sono le caratteristiche base che deve avere un'assicurazione ma se viaggiamo con oggetti preziosi è bene coprire anche quest'ultimi, che in ogni caso andranno custoditi accuratamente.

Esistono varie tipologie di assicurazione e spesso coprono solo viaggi di alcuni mesi, perciò è bene verificare la durata massima che potrà avere un nostro soggiorno lontano da casa.

Molti per scaramanzia non parlano di certe cose, che mai vorremo che accadessero, ma nel caso di morte in viaggio è bene che l'assicurazione copra anche il rientro della salma, che potrebbe essere, altrimenti, una spesa alta per i proprio familiari.
Tocchiamo ferro, ma meglio pensare a coprire ogni rischio.

In genere le assicurazioni non coprono le malattie pregresse o chi supera una certa età, nel caso si rientrasse in queste categorie è bene valutare la giusta assicurazione da sottoscrivere.

Cosa fare in caso di sinistro in viaggio


Dopo aver stipulato l'assicurazione è bene segnarsi il numero di emergenza da chiamare in caso di necessità e il numero della polizza.
Nel caso si verificasse un sinistro, generalmente, va contattata subito la centrale operativa per segnalarlo così da seguire le loro indicazioni.
In ogni caso vanno sempre conservate le ricevute di acquisto dei biglietti aerei o degli altri mezzi di trasporto utilizzati, le ricevute di denunce alle autorità o all'ufficio lost & found dell'aeroporto, nel caso di danneggiamento ai bagagli.

Vanno verificate le tempistiche entro le quali inviare tutta la documentazione che attesti l'evento accaduto così da avere il risarcimento come dalle condizioni contrattuali della polizza viaggio.

Post sponsorizzato

3 commenti:

  1. Post molto interessante, non avevo mai valutato l'importanza di un'assicurazione anche per un viaggio tra i confini nazionali.

    RispondiElimina
  2. Sulla RC capofamiglia o famiglia ci sono già molte polizze non di viaggio che la comprendono, tipo quelle che fa il datore di lavoro, e spesso valgono anche all'estero quindi vale la pena controllare per non fare una polizza doppia (che tanto non ci permette il doppio rimborso ahahah). Il consiglio che hai dato di verificare che gli operatori parlino italiano è molto utile perché anche se parliamo benissimo una lingua straniera i termini usati in caso di malattia non sono proprio comuni ;)

    RispondiElimina
  3. Ho sempre pensato all'assicurazione di viaggio per le lunghi tratte, ma è utile per qualsiasi tipo di tratta: non si sa mai!

    RispondiElimina

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.