8 ottobre 2019

Trekking ad anello al Mottarone da Stresa

Durante un lungo weekend sul lago Maggiore ho fatto una bella escursione sul monte Mottarone, un'alta cima che offre bellissimi panorami.

In questo lungo trekking sono partita da Stresa facendo un percorso ad anello, che avevo pianificato solo parzialmente, non sapendo quanto avrei voluto camminare e le condizioni dei sentieri.

Visto che il Mottarone è alto 1.492 metri mi sono risparmiata un pezzo di salita, prendendo la funivia sino alla stazione intermedia di Alpino, e percorrendo così meno di 700 metri di dislivello in salita.

Trekking ad anello al Mottarone da Stresa: vetta del monte Zughero
Vetta del Monte Zughero


Trekking da Stresa-Alpino al Mottarone


Prendendo la funivia che parte in località Carciano, a Stresa, si arriva ad Alpino, a quota 804 m, in una decina di minuti.
Alla stazione della funicolare di Stresa hanno le mappe con indicati alcuni sentieri e possono tornare comode se si desidera fare delle deviazioni, altrimenti è possibile consultarle in formato pdf.
Arrivando in auto a Stresa si può parcheggiare gratuitamente nei pressi di un distributore, vicino alla funivia e all'imbarcadero.

funivia stresa mottarone

Da Alpino inizia il trekking per salire sul Mottarone proseguendo, a destra, sulla strada sterrata che passa tra i boschi di betulle e faggi, paradiso per i cercatori di funghi, con lievi dislivelli nel primo tratto.
Successivamente il sentiero del nostro percorso ad anello si restringe un poco e diventa più ripido e, dopo aver superato Alpe Giardini a quota 890 m , si arriva all'ex stazione di arrivo di una ferrovia a scartamento ridotto, ora trasformata in bar e raggiunta dalla strada.

Proseguendo il sentiero diventa più ripido e, oltrepassati alcuni prati, si cammina ancora tra gli alberi in un sentiero un po' monotono e poco panoramico.
Dopo meno di due ore di cammino si arriva in prossimità della stazione di arrivo della funivia e da qui si prosegue nuovamente sulla strada asfaltata sino a un parcheggio, sulla sinistra si sale finalmente sulla vetta del Mottarone.

sterrata che sale da alpino al mottarone

Chi non ama le camminate può benissimo arrivare in funivia sin quasi alla vetta del Mottarone, oppure direttamente in auto visto che c'è la strada che giunge sino a qui.
Sicuramente così il luogo è molto più fruibile da tutti ma perde molto del fascino delle vette di montagne raggiunte, in genere, da poche persone.

Dal Mottarone si vede il panorama sul lago Maggiore da un lato e sul lago d'Orta dall'altro e pure sulle Alpi che stanno dietro.
Purtroppo ho fatto questo trekking in una giornata uggiosa e perciò c'era parecchia foschia che impediva di avere una nitida visuale.

panorama dal mottarone sul lago d'orta
Panorama verso il lago d'Orta

Mi aspettavo una montagna diversa, più spoglia e meno battuta, un po' come le Alpi Apuane. Invece qui è stato costruito pure un parco divertimenti! Le tante antenne dei ripetitori sono un pugno nell'occhio per chi ama la natura incontaminata come me.
Per tenere traccia del percorso fatto al solito ho indossato il Garmin Vivosmart+ che ormai mi segue sempre in montagna.

Itinerario: Stresa - Alpino - Mottarone VL1
Lunghezza: circa 6,1 Km
Tempo di percorrenza: 1 h e 50
Altitudine: min 804 metri max 1.492
Difficoltà: E

Questo trekking per arrivare da Stresa in vetta al Mottarone è abbastanza breve e non molto impegnativo, seppure il dislivello sia notevole. I punti panoramici sono pochi visto che si cammina quasi sempre tra gli alti alberi.
In vetta e nelle sue vicinanze si trovano ristoranti per pranzare o prendere anche solo un panino.

Trekking dal Mottarone a Stresa


Per scendere nuovamente dal Mottarone a Stresa si può optare per la funivia oppure si prende il sentiero che inizia vicino al parcheggio e che passa in un primo tratto in una ripida pista da sci, facendo così un percorso ad anello.
La segnaletica non è ben chiara ma mi sono affidata all'istinto e alle mappe di maps.me!

Arrivati quasi in fondo alla pista finalmente si vedono i cartelli che indicano la direzione per Baveno, il paese più vicino a Stresa, e si prosegue sul sentiero erboso che costeggia un masso roccioso che assomiglia a un rinoceronte.

sentiero che scende dal mottarone verso baveno
Sentiero lungo le piste da sci

Superato un ruscello si arriva alla baita Alpe Nuovo a quota 1204 m e da qui si prosegue sul sentiero e in pochi minuti si arriva al Monte Zughero, a quota 1230 m.
Consiglio di fare la breve deviazione per salire sulla vetta contrassegnata dalla croce perché da lì si gode di una bella vista sul lago Maggiore.

Il sentiero nel tratto successivo diventa molto ripido e bisogna fare molta attenzione a non scivolare sulle rocce.

Superato il ripido pendio si arriva su un largo sterrato. Qui c'era un asino al pascolo così solo soletto.
A questo punto pensavo di essere arrivata quasi a livello del lago ma mi sbagliavo e ho continuato sulla strada per parecchi minuti sino a giungere a un primo bivio, qui si può scegliere se andare verso Stresa o Baveno.
Io ho optato per dirigermi verso Baveno perché sulla mappa mi sembrava che il percorso fosse più breve. Se si lascia l'auto in località Alpino si può ritornare al punto di partenza proseguendo sulla destra.

Io ho proseguito sulla sinistra sino alla località Alpe Vedabio dove c'erano diversi bovini al pascolo nei prati in mezzo ai quali scorre un ruscelletto.

bovini al pascolo alpe vedabio mottarone

Da qui si scende verso il basso a destra lungo un sentiero che passa tra i castagni ed è abbastanza ripido. Dopo aver guadato un ampio ruscello si arriva su una strada sterrata quasi pianeggiante e si prosegue il trekking che dal Mottarone porta a Stresa con un percorso ad anello.

A questo punto ci sono diverse opzioni per arrivare al lago: scendere subito verso Baveno oppure proseguire ancora su questa strada e poi scendere in località Romanico oppure arrivare a Stresa.

panorama del lago maggiore andando verso someraro

Io ho proseguito e sono passata su un tratto di strada asfaltata e poi nuovamente sullo sterrato. Ho trovato un punto molto panoramico, vicino a un prato erboso, dove si possono fare belle foto.

Il sentiero diventa una ripida mulattiera e, passando vicino ad alcune stalle con asini e pecore felici di veder passare qualcuno, si arriva quindi al paese di Someraro a 434 metri.

sentiero che da alpe vedabio va a someraro

Da questo punto si prosegue sulla strada asfaltata che porta verso la località Carciano, a Stresa, al punto dove si è lasciata l'auto, sempre seguendo i segnavia.

Itinerario: Mottarone - Stresa VM3 - VM2 - VM5 - VL1
Lunghezza: circa 12,5 Km
Tempo di percorrenza: 4 h e 10
Altitudine: min 202 metri max 1.492
Difficoltà: EE

La discesa dal Mottarone è molto lunga e con tratti che mettono a dura prova le nostre ginocchia, perciò è bene avere i bastoncini da trekking.
Come ho scritto ci sono vari possibilità di scelta per la discesa e avendo tempo sarebbe bello dopo essere scesi dal Monte Zughero proseguire verso il Monte Crocino e il Monte Camoscio. Non avendo riferimenti in termini di tempo di percorrenza ed essendo nuvoloso ho preferito dirigermi verso Stresa per completare il percorso ad anello.

Questo il video del mio trekking.



Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.