martedì 30 ottobre 2018

Castelmola: il balcone sopra Taormina

La Sicilia è una meravigliosa regione e, oltre a luoghi rinomati, è fatta di piccoli borghi che stanno facendosi spazio nel panorama turistico come Castelmola che si può considerare il balcone sopra la rinomata Taormina.

Purtroppo, per una serie di circostanze, non ho potuto visitare con la dovuta attenzione proprio Taormina mentre ho dedicato un'oretta al paese situato sul monte Mola, sopra uno sperone roccioso. Il borgo offre meravigliosi panorami sul litorale e sull'Etna.

Castelmola: il balcone sopra Taormina
Panorama sull'Etna dal castello


Castelmola: cosa vedere


Alcune persone mi avevano suggerito di visitare Castelmola e devo dire che, in effetti, offre diverse cose da vedere. Arrivando nella piazza principale, dopo aver percorso una strada con tanti tornanti, si percepisce il fascino di un borgo meno turistico rispetto alla vicina Taormina.
Peccato che la piazza sia sempre occupata da auto!
Non vorrei certo che tutto fosse a uso e consumo dei turisti ma una piazza senza mezzi è certamente più bella da vedere.

panorama da castelmola
Panorama dalla piazza principale

Questa piazza, pavimentata in pietra lavica nera e bianca, è un balcone naturale proprio su Taormina e sulla costa sino a Messina e nelle giornate terse sulle coste calabresi.

panorama di taormina dalla piazza di castelmola
Veduta su Taormina

Salendo verso il castello si può godere di un'eccezionale vista sulla costa verso Giardini Naxos, Catania e l'Etna, vulcano che avevo scalato il giorno precedente.
Quello che mi ha lasciata incantata è stata la bellezza delle colline attorno, sembrano finte col loro aspetto insolito che diventa uno sfondo perfetto per le fotografie di rito.


panorama sul golfo di Naxos dal castello di Castelmola

Purtroppo del castello normanno del X secolo restano solo alcuni ruderi ma offre una piacevole zona d'ombra sotto gli alberi che crescono nei terrazzamenti.

ruderi del castello di castelmola
Ruderi del castello

Molto bello l'arco posto all'ingresso della scalinata che porta ai ruderi e che si trova accanto a un edificio in pietra davvero bello che ho scoperto essere l'antica chiesa di Sant'Antonino ora divenuta auditorium. Un tempo, prima della costruzione della strada, si arrivava al borgo proprio oltrepassando questa arcata.

piazza principale di Castelmola: arco e chiesa di sant'antonino



Scendendo nel borgo di Castelmola ho girovagato tra le viuzze alla ricerca di suggestivi scorci come quelli offerti dalla piazzetta sulla quale si erge la Chiesa Madre, intitolata a San Nicola di Bari, che ha una facciata degli anni '30 piuttosto anonima. Ho dato un'occhiata anche all'interno a un'unica navata ma non mi ha colpito particolarmente, sarà che non amo molto le opere religiose.

piazza di Castelmola con a sinistra la Chiesa Madre e davanti il celebre Bar Turrisi
Piazza antistante la Chiesa Madre

Qui si può ammirare ancora una volta il panorama osservando i tetti di Castelmola ricoperti coi coppi secondo la consuetudine siciliana, ma ho visto che le case ristrutturate di recente hanno normali tegole e anche terrazzi.

Mi sono poi addentrata nel borgo medievale per arrivare davanti alla piccola chiesa di San Biagio molto più affascinante nella sua semplicità. Questa fu la prima chiesa edificata nel paese, precisamente nel 1450, ed è stato un peccato averla trovata chiusa da una cancellata e così non aver potuto vedere gli interni.

chiesa di san biagio a castelmola
Chiesa di San Biagio

Un altro belvedere offre un bel panorama su Taormina, il suo Castello, e l'isola Bella e un ultimo giro tra le viuzze acciottolate mi ha fatto scoprire la bellezza delle ceramiche e di oggetti molto particolari: i "falli". Si proprio l'organo sessuale maschile è protagonista. Questo oggetto portafortuna, secondo antiche credenza, è realizzato in ceramica, legno o coccio oppure riprodotto su grembiuli o altri oggetti.

Panorama dell'Isola Bella di Taormina dal balcone dell'albergo
Veduta dell'Isola Bella dal balcone della mia camera

Tornata nella piazza principale ho dato un'ultima occhiata alle mura normanne di Castelmola e ho lasciato questo piccolo borgo, che per la verità non reputo così imperdibile, rammaricandomi di non aver preferito la visita di Taormina nella quale avevo passeggiato la sera precedente ma ormai col buio.

6 commenti:

  1. Penso sempre che ogni luogo che si visiti lasci qualcosa in noi, certo a volte è qualcosa di straordinariamente importante, altre volte il solo ricordo di un cancello, ma di centro ci arricchisce dentro!

    RispondiElimina
  2. Peccato come scrivi tu che la piazza sia occupata dalle auto.. perde molta della sua bellezza! Sembra un borgo molto bello, io non lo conoscevo, io credo che avrei preferito vedere Costelmola e tralasciare la più turistica "Taormina"! Belle le foto con la vista dall'alto..bellissima anche l'ultima foto con te che avevi davvero un vestito stupendo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, la sera abbandono i miei abiti casual per quelli più fashion

      Elimina
  3. In effetti non avevo mai sentito parlare di questo piccolo borgo, che probabilmente viene messo in ombra dalla più rinomata Taormina!

    RispondiElimina
  4. Ciao Stefania, non mi sembra poi così male il borgo che hai visitato! Sicuramente meno turistico di Taormina, il che ha i suoi vantaggi!
    Io poi l’avevo visitata in piena estate, quindi...

    RispondiElimina
  5. Che bellissimo panorama che si gode da quassù. Fa venire voglia di partire subito

    RispondiElimina

Prima di commentare di invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.