martedì 2 gennaio 2018

Visita alla miniera di sale di Wieliczka

Durante il mio soggiorno a Cracovia ero indecisa se fare o meno la visita alla miniera di sale di Wieliczka perché avevo letto recensioni contrastanti ma alla fine mi sono decisa e per risparmiare tempo mi sono affidata ad un tour che partiva dal centro città.

Questa miniera assieme a quella di Bochnia, situata a circa 20 chilometri di distanza,  sono entrate a far parte dei siti Patrimonio dell'Umanità UNESCO come testimonianza delle tecniche minerarie utilizzate dal XII al XIX secolo.

Visita alla miniera di sale di Wieliczka: l'ingresso
L'ingresso alla miniera

La visita alla miniera di sale di Wielicka


Alla miniera di sale è possibile optare per diverse tipologie di visita e normalmente si fa quella turistica accompagnati da una guida che racconta la storia della miniera e conduce i visitatori lungo un percorso che tocca all'incirca 20 sale.

Il percorso di visita lungo 2,5 chilometri inizia scendendo una scala a chiocciola nel pozzo Daniłowicz per arrivare a 64 metri di profondità. Se si guarda nel vano scale dall'alto ci si rende conto che i 56 piani da scendere sono davvero tanti!
La guida mentre si scende inizia a raccontare come il sale fosse un bene prezioso e perciò la miniera ebbe una grande importanza nel passato e così continuarono a scavare sino a raggiungere i 327 metri di profondità su 9 livelli e con gallerie estese per oltre 280 chilometri.


il lavoro nella miniera di Wieliczka

Ora i visitatori possono accedere solo all'1% delle gallerie e in due ore già si può conoscere i vari aspetti di questa miniera e scoprire come veniva estratto il sale e portato in superficie.
Le varie gallerie sono chiuse da porte che impediscono le correnti d'aria e s'incontrano diverse cappelle dove i minatori pregavano e si vedono tante statue di personaggi famosi come Copernico e Goethe che era un appassionato speleologo.
Ho trovato molto belle le ricostruzioni del lavoro in miniera con macchinari utilizzati per il trasporto dei blocchi cilindrici e pozzi per la raccolta dell'acqua ricca di sale.
In una grande cavità si vede come i grandi argani venissero azionati da cavalli che, fatti scendere dal pozzo tramite imbracature, passavano poi qui la loro vita. Sia per gli animali sia per gli uomini non doveva essere una bella vita a tanti metri di profondità con tutti i rischi di una miniera: crolli, esplosioni, uscita di gas come il metano.

argani azionati da cavalli nella miniera di Wieliczka
Rappresentazione di argani azionati da cavalli

Nelle sale più grandi, naturalmente tutte scavate dall'uomo, ci sono anche statue scolpite ma l'apoteosi della bellezza delle statue si raggiunge nella cappella di Santa Kinga della quale già in precedenza si apprende la leggenda.
La figlia del Re d'Ungheria, da noi è conosciuta anche col nome di Cunegonda. chiese al padre di donarle per le nozze una miniera di sale nel suo Paese e vi gettò il suo anello. Mentre era in viaggio per raggiungere lo sposo  Boleslao V ordinò di scavare un pozzo e fu ritrovato l'anello incastonato nel sale e quindi s'inizio a scavare la miniera odierna.
Questa è la leggenda mentre in realtà in questa zona milioni d'anni fa c'era il mare!

bassorilievi nella cappella di Kinga

La cappella di Kinga è una grandissima cavità alta 12 metri e dall'alto si può ammirare in tutta la sua bellezza e scendendo poi le scale si arriva in basso per osservare tutte le statue e i bassorilievi che sembra incredibile ma sono stati realizzati scavando blocchi di sale.
Al centro si trova l'altare e sulle pareti c'è persino la rappresentazione dell'Ultima Cena di Leonardo.

l'Ultima Cena nella cappella di Kinga
Il bassorilievo con l'Ultima Cena

Proseguendo si arriva in uno dei laghi sotterranei artificiali situati lungo il percorso le cui acque sono molto saline perché altrimenti l'acqua scaverebbero la roccia!
Si ascolta la musica di Chopin con uno spettacolo di luci, un momento rilassante lungo questo bel percorso minerario.
La visita alla miniera di sale di Wieliczka dura circa 2 ore ma dipende dal periodo dell'anno. Infatti quando c'è molta affluenza di visitatore il cammino viene rallentato in attesa che il gruppo precedente vada avanti.
In totale si scende a 135 metri in un ambiente abbastanza umido e con una temperatura di circa 14-18 gradi.

altare nella cappella di Kinga a Wieliczka
La zona dell'altare

Ho trovato la visita interessante perché non ero mai stata all'interno di una miniera ma nello stesso tempo facendo un paragone con la visita alle grotte naturali devo dire che le seconde sono una cosa più spettacolare.

Come arrivare alla miniera di sale di Wieliczka


Si può raggiungere la miniera da Cracovia, situata a circa 15 chilometri dalla città in 25 minuti col treno dalla stazione principale Dworzec Główny sino a Wieliczka Rynek-Kopalnia. Per gli orari potete guardare qui.

In alternativa si può utilizzare il bus numero 304 che passa da ul. Kurniki, vicino alla Galeria Krakowska che è compreso anche nella Krakow card scendendo alla fermata Wieliczka Kopalnia Soli.

stalattiti di sale nella miniera di Wieliczka
Stalattiti di sale nella volta della miniera

Gli orari e prezzi della miniera di sale di Wieliczka


Per gli orari di apertura e i prezzi vi rimando al sito ufficiale della miniera. Consiglio di verificare l'orario della visita nella vostra lingua perché variano a seconda dei giorni della settimana. Attualmente le visite in italiano vengono fatte alle ore 9.45, 13.10 e 15.45.
Oltre al prezzo d'ingresso per fare foto alla cappella è necessario pagare 10 Złoty prima di accedere. Io ho fatto fotografie non eccelse ma sono comunque un ricordo.

Io ho preferito affidarmi ai servizi di Getyourguide prenotando direttamente il tour perché quando sono andata io le visite erano solo alle 13.10 e avrei perso tutta la giornata andando sola. Con loro invece sono partita la mattina e alle 13 ero già di ritorno in città così da avere tempo per visitare altre cose. 


14 commenti:

  1. Deve essere molto interessante visitare una miniera! L'ho fatto una volta molto tempo fa, ma non mi ricordo dov'era!

    RispondiElimina
  2. Ricordo la visita alla miniera come un bel momento, soprattutto dopo le esperienze precedenti!

    RispondiElimina
  3. Sono stata a Cracovia ma per motivi di tempo non sono riuscita ad andarci, peccato! Dovrò tornarci :)

    RispondiElimina
  4. Cracovia è dentro alla nostra travel wishlist del 2018.
    Non avevamo considerato queste miniere ma dopo questo articolo ci attirano di più

    RispondiElimina
  5. Saremo a Cracovia ad aprile, grazie dei suggerimenti !

    RispondiElimina
  6. Diamine!che ansia stare così tanti metri sotto terra! E pensare che sono tutte gallerie, contornate da statue e bassorilievi scolpiti nel sale,create da uomini! Wow ..e loro ci passavano giornate intere là sotto😮😮😮😮 non so se ce la farei...non credo!ma una visita di due ore dovrei riuscire a sostenerla 😉 lavorare così lontano dalla luce del sole deve essere assurdo,oltre a tutti i pericoli del caso .. sì,sono sicura che mi basterebbero​ le due ore di tour😜

    RispondiElimina
  7. Spettacolare! I sotterranei in genere mi affascinano e mi angosciano ma questo è davvero strepitoso. Non ho in programma di andare a Cracovia ma lo consiglio ad un 'amica!

    RispondiElimina
  8. Sto puntando la Polonia già da un po', e Cracovia con le su miniera di sale è in cima alla lista delle cose da vedere! :-)

    RispondiElimina
  9. A me piacciono molto le visite guidate "sotterranee" cerco sempre di visitare tutte le miniere, gallerie e grotte della zona in cui mi trovo. Devo dire però che da nessuna parte sotto terra ho visto delle decorazioni così impressionanti! La vita di animali e uomini però doveva essere estremamente dura

    RispondiElimina
  10. Caspita solo l'1% è accessibile al pubblico? Chissà quanto è grande allora l'intera area!

    RispondiElimina
  11. Mi chiedo se quelli che lavoravano nella miniera di sale fossero sani in salute. Nel senso poca umidità nelle ossa, visto che il sale è igroscopico

    RispondiElimina
  12. Ho sentito parlare diverse volte di questa miniera di sale e sono certa che la visiteremo quando andremo a Cracovia. Interessante anche l'opzione del tour, non perdere troppo tempo è fondamentale!

    RispondiElimina
  13. Nella mia prima visita a Cracovia non ho visto questa miniera, ma mi sembra uno spunto interessante per una gita. Utili come sempre i tuoi consigli pratici Stefania!

    RispondiElimina
  14. Noi siamo stati a Cracovia ma per questa volta abbiamo scelto di non andare alle miniere di sale. Diciamo che stanchezza e ansia della profondità e della mancanza d'aria hanno preso il sopravvento su di noi. È impressionante pensare che solo l'1% è visitabile e tutto il resto è chiuso al pubblico, dev'essere davvero immensa!

    RispondiElimina