lunedì 14 aprile 2014

Pomezzana - Monte Forato - Cardoso

Domenica abbiamo fatto una bella escursione al Monte Forato che nonostante non sia tra le vette più alte delle Apuane ha un fascino particolare per la sua conformazione. L'arco naturale in pietra ha una campata che misura 32 metri e si eleva di ben 25 metri dal pendio. Chi non soffre di vertigini ed ha coraggio può anche passarci sopra perché è spesso quasi 8 metri.

Il nostro itinerario verso l'arco è partito da Pomezzana per finire poi a Cardoso ma volendo è possibile salire direttamente da questo paesino col sentiero numero 12 che in due ore porta in vetta.

Monte Forato visto da Cardoso

Itinerario per l'ascesa al Monte Forato 


Percorso: Pomezzana - Rifugio Forte dei Marmi - Foce di Petrosciana - Monte Forato - Foce di Petrosciana - Fonte di Moscoso - Cardoso. 

Sentieri: numero 106 - numero 5A - numero 5/6 - numero 110 - ritorno numero 110 - numero 6 - numero 8.

Tempo di percorrenza totale: 6 ore.

mappa sentiero per il monte forato



Siamo partiti da Pomezzana (592 m) salendo lungo il sentiero lastricato che attraversa il paese fino a raggiungere uno spiazzo dove si prende il viottolo sulla sinistra che attraversa un bosco di castagni.
Dopo circa 30' s'incontrano i ruderi di case in muratura e l'ingresso ad una miniera ormai ricoperti da edera.
Il sentiero è abbastanza largo e si percorre ben salvo alcuni tratti resi un po' disagevoli dalla presenza di alberi caduti.
Guardando sulla sinistra si può ammirare il gruppo del Procinto per lunghi tratti quando gli alberi ancora non hanno foglie.
Dopo alcuni saliscendi e l'attraversamento di un canale abbastanza largo si arriva al Rifugio Forte dei Marmi (865 m) in circa 1 ora e 20'.

Chiesa Pomezzana
Chiesa Pomezzana

Ruderi lungo il sentiero 106


Gruppo del Procinto
Gruppo del Procinto

rifugio Forte dei marmi
Rifugio Forte dei marmi

Dal rifugio partono diversi sentieri ma prima si può dare un'occhiata sulla destra ad una parete rocciosa che sembra quasi venata d'oro.

Nei pressi del rifugio Forte dei marmi

Lasciato il rifugio si prosegue lungo il sentiero a sinistra denominato 5A che va verso il basso e subito s'incontra la Fonte della Grotta (836 m) e quindi il sentiero 6 presso il b&b Casa Giorgini (735m).
Prendiamo il sentiero che s'inerpica verso l'alto in mezzo pur mantenendo dislivelli molto bassi, restando largo ed agevole, e che costeggia ruderi e maestà in mezzo alla faggeta.
Ad un certo punto s'incontra la deviazione verso Fonte Moscoso e Cardoso che percorreremo al ritorno. 
Si prosegue invece in salita ammirando lungo alcuni tornanti fino ad arrivare alla Foce di Petrosciana (961m) a 2,30 dalla partenza.

Inizio del sentiero per il forato


Panorama sulla valle di Cardoso
Panorama sulla valle di Cardoso

Questo punto panoramico permette di osservare da un lato la vallata di Cardoso con i paesi di Volegno e Pruno, il Procinto ed il Nona e dall'altro la vallata verso Fornovolasco, in Garfagnana.
Noi prendiamo il sentiero 110 che inizia con un tratto della cresta del Forato nel quale bisogna prestare attenzione a dove mettere i piedi per poi proseguire nel bosco, in alternativa è possibile salire per la Ferrata Salvatori se si è muniti dell'attrezzatura idonea.
Dopo il primo tratto in salita il sentiero poi prosegue tra i faggi fino ad arrivare all'arco del Monte Forato (1160m) dopo un'altra 1 ora e 10'. 

L'arco del Monte Forato


L'arco del Monte Forato

Spettacolare l'arco naturale sotto al quale arriva il sentiero 12 direttamente da Cardoso che percorrerò prossimamente.
Il Monte Forato ha due cime, rispettivamente di 1229 e 1209 metri, ed in quella settentrionale più bassa è posta la croce di vetta. Salendo si può notare la natura carsica della montagna ma lo sguardo spazia a 360° potendo vedere gli Appennini da un lato ed il litorale della Versilia dall'altro. Di fronte si possono vedere le Panie e sotto la Cresta Pulita.

La vetta del Monte Forato


Panie
Panie viste dal Forato

Al ritorno abbiamo ripercorso il sentiero 110 e quindi il 6 fino all'innesto con il numero 8 presso la Fonte Moscoso impiegando decisamente meno tempo rispetto all'andata. Dopo l'approvvigionamento d'acqua siamo scesi lungo la mulattiera abbastanza ripida e con tanti tornanti che porta a valle costeggiando nel tratto finale il torrente. Il sentiero è largo ma bisogna fare attenzione al pietrisco.

Torrente di Cardoso

Si arriva a Cardoso (300 m) in circa 2 ore e 30 per dare un'ultima occhiata al Monte Forato dal basso per fare fotografie che riprendano al meglio questa particolare montagna col buco. 😃

Nessun commento:

Lascia un commento