19 settembre 2019

Degustazione vini nel Settembre Angerese e Festa dell'Uva

Durante il Settembre Angerese ho partecipato a una degustazione di vini e alla Festa dell'Uva in questa zona della Lombardia che si sta aprendo al turismo con molte iniziative sul territorio.

Ero stata ad Angera per l'inaugurazione delle nuove opere realizzate da Ravo e ora scopro che in questo borgo lombardo si trova l'unica cantina del lago Maggiore che porta avanti la tradizione vitivinicola nella provincia di Varese.

Degustazioni vini e Festa dell'Uva con sfilata carri
Uno dei carri vendemmiali


Degustazioni di vini alla Cascina Piano ad Angera


Dall'antico borgo di Angera, con una breve passeggiata nelle campagne, si arriva alla Cascina Piano per fare le degustazioni dei loro vini.

La camminata tra nuove villette, masserie ristrutturate e filari di vite conduce sulla collina dove lo sguardo spazia verso la Rocca Borromea e il lago Maggiore, sull'altra sponda s'intravede persino Arona.

degustazione vini cascina piano angera

Il vigneto dell'azienda, nata nel 2003, si sviluppa su 3 ettari e mezzo di terreno e vengono prodotti 7 tipi di vini dalle caratteristiche differenti, perciò adatti ad accompagnare molte pietanze.

In questo terreno sabbioso, molto drenante, e dove crescono tante erbe aromatiche matura l'uva che conferisce un gusto particolare al vino che si può bere già dopo tre anni di maturazione, visto il grado alcolico abbastanza elevato.

vigneto cascina piano angera

Alcuni vini hanno ottenuto la certificazione De. Co., ovvero Denominazione Comunale, e altri la IGT, Indicazione Geografica Tipica, dei Ronchi Varesini.

Durante la degustazione dei vini nella manifestazione del Settembre Angerese assaporo proprio un verboso bianco e un verboso rosso.
Il verboso bianco è prodotto dai vitigni Chardonnay e Bussanello e al palato risulta fruttato e vivace, un vino ideale per l'aperitivo o per accompagnare piatti a base di pesce.

Il verboso nero è prodotto dai vitigni Nebbiolo, Uva Rara e Merlot e risulta più corposo, ma ugualmente fruttato, e perciò può accompagnare l'intero pasto.

degustazioni vini cascina piano angera

Per me che amo bere vini delicati e non troppo tannici sono buonissimi.
Un bicchiere tira l'altro e così la degustazione diventa un'occasione conviviale per fare festa in mezzo a questo contesto rurale che un po' mi riporta indietro a quando ero ragazzina e facevo la vendemmia assieme alla mia famiglia.

La prossima volta vorrei provare il Mott Carè, un vino muffato prodotto dal vitigno di malvasia aromatica e colto nel mese di novembre, il Sebuino e il Primenebbie, i fiori all'occhiello di questa azienda di Angera.

vigneto cascina piano angera

Festa dell'Uva ad Angera


Nel pomeriggio ho assistito alla Festa dell'Uva sul lungolago di Angera, una delle manifestazioni che si svolgono durante il Settembre Angerese.

Le prime notizie di questa celebrazione risalgono al 1497 quando Ludovico il Moro concesse ad Angera il titolo di città e il permesso di fare due fiere all'anno.
Alcuni anni fa si è pensato di riproporla per festeggiare questo importante momento dell'anno viste le antiche tradizioni enogastronomiche del borgo lombardo.

Durante la manifestazioni ho visto sfilare carri vendemmiali e allegorici allestiti dagli abitanti di Angera che preparano gli addobbi e si agghindano scegliendo ognuno una tematica differente.

Dai bambini agli anziani, tutti partecipano all'evento e si riversano sul lungolago e in questa manifestazione si esprime tutta la loro voglia di festeggiare con balli e canti.

sfilata carri festa dell'uva angera

Ad accompagnare la sfilata quest'anno c'erano gli sbandieratori del Palio di Asti e il Corpo Musicale S. Cecilia di Angera.

Alcuni carri erano molto semplice e altri più elaborati e colorati.
I miei preferiti sicuramente quelli dei simpatici trogloditi che passavano tra la gente a offrire del buon vino rosso e quelli del Rione Cascine in stile Woodstock perché c'è sempre bisogno di pace.

sfilata carri festa dell'uva settembre angerese

Angera conferma la sua vocazione turistica come meta per un itinerario culturale ed enogastronomico, nonché come meta di vacanza per la sua bellezza paesaggistica.

Il prossimo 22 e 23 settembre si svolgerà l'evento Angera, la Città della Mongolfiera organizzato dal Comune di Angera assieme all'Associazione IDROVOLO di Sesto Calende e Corto Maggiore.

Un'occasione per vedere le colorate mongolfiere innalzarsi dal prato lungolago, la zona più bella dell'antico borgo.

Post sponsorizzato

12 commenti:

  1. Mi piacerebbe un sacco fare una degustazione in vigna, penso che l'atmosfera sia totalmente diversa dalla classica enoteca o cantina. E sai anche cosa mi piacerebbe provare almeno una volta nella vita? Schiacciare l'uva con i piedi come si faceva una volta, penso mi divertirei un sacco :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo la pigiatura dell'uva coi piedi! Quand'ero bimba si faceva ancora così nelle nostre campagne.

      Elimina
  2. Peccato che io non riesca proprio a muovermi in settembre. Questa festa dell'uva sarebbe per me un'altra bella esperienza nel capo, visto che mi sto appassionando alla cultura del vino italiano. Segno subito il Verboso Nero nella lista dei vini da degustare quest'inverno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sto appassionando anch'io ai vini italiano, prossimamente farò un corso base da sommelier.

      Elimina
  3. Le manifestazioni legate all’uva mi piacciono tantissimo, mi ricordano una minuscola festa del mio paese. Questa me la segno, ci farei un giretto volentieri

    RispondiElimina
  4. Mi piacciono queste feste tra degustazioni e rievocazioni storiche, noi di solito andiamoa Alba o a Asti.

    RispondiElimina
  5. Anche quest'anno ci siamo persi questo evento Speriamo di riuscire a partecipare alla prossima edizione visto che deve essere davvero molto particolare

    RispondiElimina
  6. Ancora mai fatto una degustazione dei vini in maniera così approfondita. Dev'essere interessante scoprire tutte queste cose di un vino, delle vigne e cantine.

    RispondiElimina
  7. Quando leggo post del genere mi si accendono gli occhi perché adoro il vino. Vorrei fare un corso da sommelier prima o poi. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo farò presto così da avere le basi per poter giudicare i vini.

      Elimina
  8. Adoro le degustazioni di vini e mi piacerebbe un sacco fare dei corsi di enologia! Anche proprio per piantare e coltivare le viti...chissà che non ci riesca prima o poi!

    RispondiElimina
  9. Questo post racconta due mie grandi passioni: il vino e la mongolfiera. Mi hai dato un’idea per il prossimo anno.

    RispondiElimina

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.