martedì 20 febbraio 2018

Strade panoramiche della Namibia: la D707

Quando stavo pianificando il mio viaggio in Namibia ho cercato informazioni sulle strade panoramiche più belle da percorrere e così ho inserito nel mio itinerario la D707.

Questa strada è lunga 120 chilometri e passa tra le montagne del Tirasberge e a fianco del Namib-Naukluft National Park e regala scenari incantevoli che mutano in continuazione per la gioia dei nostri occhi.

La D707 è una gravel road ovvero una strada sterrata da percorrere con le dovute cautele visto che si passa in zone remote pochissimo trafficate e senza copertura telefonica, perciò è bene guidare con prudenza per evitare di forare una gomma.

Strada scenografica D707 in namibia


La strada panoramica D707 in Namibia



La mattina siamo partiti da Aus, nel sud della Namibia, lungo la C13 che abbiamo trovato in pessime condizioni e perciò è stata necessaria circa 1 ora per arrivare al bivio con la D707 che si trova sulla sinistra. Provenendo da sud non è ben segnalato, io ho visto solo il cartello che indicava la Namibia Biosphere Riserve ma in ritardo. Così inversione di marcia e finalmente abbiamo imboccato la strada panoramica che è in migliori condizioni dell'altra, in caso contrario sarebbe stato estenuante percorrere tutti quei chilometri!

inizio della D707 dalla C13

Il fondo è di sabbia rossa e si percorre bene tanto che si può godere del bel panorama sulle montagne del Tiras che si trovano sulla destra e che sembrano assumere sfumature verdastre per la presenza della vegetazione.
Anche lungo questa strada ogni tanto s'incontrano le barriere che servono per non far passare il bestiame. Si vede ogni tanto qualche fattoria, vicina alla strada o molto lontana.

In moltissimi punti ci siamo fermati per fare fotografie perché questa giornata è dedicata alla contemplazione della bellezza del panorama, altrimenti non avrebbe senso passare di qui.

La strada ha recinti da ambedue i lati che penso servano sia per gli animali d'allevamento sia per quelli selvatici che non sono tantissimi rispetto ad altre zone ma ci sono.

il fondo sabbioso lungo la D707

Più avanti il fondo stradale diventa molto sabbioso ma stando ben discostati dal ciglio si procede bene anche con un SUV non 4x4 e dopo un'altra ora e mezzo si arriva in un posto magnifico. Sulla sinistra s'iniziano a vedere le alte dune del Namib-Naukaluft National Park e fremiamo per salire sopra ad una di esse.

La distanza un po' c'inganna perché pensavo che la duna fosse a 100 metri dalla strada ed invece era più lontana. Lasciata l'auto al bordo della strada riusciamo a passare la recinzione. Non vedo cartelli di divieto e penso che la zona vietata indicata sulla nostra mappa, che consiglio di acquistare, sia un po' più avanti.

le dune rosse del Namib-Naukaluft National Park

L'altezza delle dune traeva in inganno e dall'auto per arrivare alla cima c'è voluta mezz'ora ma è stata una bella soddisfazione: la prima duna scalata in Namibia.
Arrivati in cima si vede un susseguirsi di dune che appare senza fine e in fondo si scorgono alte montagne.
Non c'era assolutamente nessuno, eravamo noi due e il deserto con le sue bellissime sfumature di rosso. Il deserto sembra inanimato ma guardando con attenzione si vedono tracce del passaggio di piccoli animali, forse scorpioni, e di escrementi di altri più grandi. Guardando verso la strada vediamo degli springbok ma corrono veloci e non si fanno certo avvicinare.

le dune lungo la D707
Panorama dalla cima di una duna

Riprendiamo l'auto e proseguiamo sullo sterrato e avvicinandoci alla montagne vediamo che sono ricoperte da uno strato di sabbia, tra chissà quanti anni saranno altre dune!

panorama sulle montagne lungo la D707


Dopo qualche decina di minuti arriviamo in un posto incantevole: montagnole e alberi solitari che sembra impossibile crescano con questo clima arido. Qualche albero è secco ma la bellezza è immutata e mi conferma che questa è davvero una delle strade più belle della Namibia per i suoi scenari.

bellissimo panorama lungo la D707 in namibia

Poco più avanti volevamo fermarci a mangiare ma c'era un forte vento e la sabbia s'insinuava in auto se si lasciava lo sportello aperto, perciò abbiamo proseguito su un fondo stradale abbastanza brutto e ci siamo ricongiunti con la strada C27 per poi proseguire verso la nostra destinazione.
Anche questa strada è pessima e bisogna fare attenzione alle pietre che potrebbero forare le gomme. I tempi di percorrenza di allungano e pianificando l'itinerario è bene tenere in conto tutto ciò.

Noi per percorrere solo la D707, senza considerare il tempo per salire sulla duna, abbiamo impiegato circa 3 ore e 30. Ci siamo poi fermati tantissime volte per fare fotografie e quindi se si mette in programma questa bella strada panoramica direi di considerare 4 ore e 30 di viaggio.

Alcuni soggetti dei nostri scatti sono stati gli alberi del genere Acacie Erioloba ricoperti dai nidi degli uccelli tessitori. Questi piccoli volatili costruiscono a coppie i loro nidi creando dei veri e propri condomini dove possono vivere anche altri uccelli come i falchi pigmei. La presenza di questi enormi nidi fatti di erba secca pare faccia col tempo seccare gli alberi.

albero col nido lungo la D707 in namibia

Solitamente la D707 viene percorsa per arrivare da Aus a Sesriem, o viceversa, e in totale sono tantissimi chilometri di sterrato in pessime condizioni.
Come ho scritto da Aus al bivio sono 55 chilometri, la D707 è di 120 chilometri e la C27 è di 158. Trovandole nelle condizioni nelle quali le abbiamo viste sarebbero necessarie circa 8 ore di viaggio.
Io ho optato per fermarmi molto prima di Sesriem anche se così mi sono persa l'alba sulle dune di uno dei posti più belli della Namibia.
In questa zona del Paese non si trovano tantissime opzioni per dormire. Lungo la D707 ho visto che ci sono fattorie ma si trovano a circa 40 chilometri all'interno e ci vuole tempo per raggiungerle. Più a nord verso Sesriem si trovano diversi lodge ma è necessario prenotare con largo anticipo.

Lungo la C27 nella Namib Rand Nature Reserve


Il giorno seguente abbiamo percorso la C27 per circa 135 chilometri attraversando una riserva privata dove abbiamo visto tantissimi animali selvatici: springbok, orici, zebre e struzzi.
La strada è delimitata da un recinto e ci sono cartelli che indicano di fare attenzione perché qualche volta sono al di qua e possono attraversare incuranti del pericolo.

angurie lungo la C27 in Namibia

Anche questa zona nella Namib Rand Nature Reserve è molto bella e varia. 
Questa è la riserva privata più grande della zona meridionale dell'Africa ed è nata per tutelare la biodiversità praticando un turismo sostenibile.

orici nella Namib Rand Nature Reserve
Orici curiosi lungo la strada C27

In alcuni punti lungo la strada C27 c'è un fondo sabbioso dove crescono anche le angurie, in altri c'è un terreno ricoperto di sassi e in altri ancora di ghiaia. Gli animali selvatici girano tranquilli brucando l'erba, gli orici sono troppo buffi con il loro fisico robusto e lo sguardo che sembra ci voglia sfidare.

animali nella Namib Rand Nature Reserve

Purtroppo qui non abbiamo visto le giraffe ma ci saremo rifatti all'Etosha.😍

2 commenti:

  1. Wow, davvero mozzafiato. Credo che se mi trovassi in un paesaggio così non riuscirei a pronunciare una parola. Starei solo con la bocca aperta. Sembra davvero la culla del tempo, un luogo in cui tutto è possibile e incontaminato. Un po' ti invidio :) Sono anche sorpresa che non abbiate incontrato grossissime difficoltà in un territorio così selvaggio, merito forse anche dei recinti. Ad ogni modo, davvero ispirante, bellissime foto. Voglio anch'io andare in Namibia :)

    RispondiElimina
  2. Che paesaggi in Namibia, bellissimo guidare su quelle strade!

    RispondiElimina