martedì 13 febbraio 2018

Escursione sulle dune di Sandwich Harbour in 4x4

Una delle cose assolutamente da fare quando si arriva a Swakopmund è l'escursione sulle dune di Sandwich Harbour con un mezzo 4x4, indispensabile per percorrere questa zona bellissima della Namibia.

La cittadina costiera ha un clima molto differente rispetto all'interno del Paese nonostante ci sia anche qui il deserto che arriva sino al mare creando un paesaggio unico che incanta chi arriva.

Io, ormai a fine settembre, ho trovato temperature inferiori di 10 gradi a quelle di Sesriem. Una pioggerellina e il vento sia la mattina sia la sera non mi hanno permesso di godermi una bella passeggiata sul lungomare della cittadina che nell'architettura ricorda i paesi teutonici.

Escursione sulle dune di Sandwich Harbour in 4x4
Sto salendo sulle dune di sandwich Harbour e sotto si vede la laguna

Tour a Sandwich Harbour in 4x4


Prima di partire non sapevo se fosse preferibile prenotare l'escursione in anticipo o farlo una volta arrivata. Pensavo che in città o nella vicina Walvys Bay ci fossero tante agenzie turistiche visto che da qui partono escursioni verso altre zone della Namibia ma passando in auto non le ho viste così numerose. Anzi Walvys Bay mi è sembrata una cittadina balneare e di villeggiatura quasi deserta a settembre.
Così non mi sono pentita di aver riservato in anticipo l'esoso tour a Sandwich Harbour con pickup e drop-off dalla mia guesthouse, un servizio molto comodo per non prendere almeno per un giorno l'auto visti i tanti chilometri percorsi per arrivare sino a qui.

Ho fatto l'escursione con l'agenzia Desert Tracks Tours di proprietà di un signore con discendenze tedesche che durante la giornata ha raccontato molte curiosità sulla vita qui e sull'economia del Paese, un modo per conoscere cose che altrimenti non avrei saputo.

il 4x4 per le escursioni a sandwich harbour

Una volta pagata la tassa d'ingresso (compresa nel tour) nell'ufficio del Parco, che si trova in un edificio fatiscente, siamo partiti da Walvys Bay verso Sandwich Harbour che si trova a circa 45 chilometri a sud.
Per prima cosa s'incontrano le saline che rendono il paesaggio molto particolare con sfumature incredibili di rosa, rosso e viola. Qui si possono vedere i fenicotteri rosa che hanno questo colore perché si nutrono di piccoli crostacei ricchi di carotene.

le saline di walvys bay
Le saline

Una volta sgonfiate le gomme del grande 4x4 abbiamo percorso la stretta lingua di terra verso sud incontrando alcune foche.
La strada è veramente stretta e sulla sinistra ci sono subito le dune che si alzano dall'oceano.
Arrivati in fondo alla strada costiera si scende dall'auto e si sale sulle dune per godere del bellissimo panorama costiero sulla laguna salata, uno scenario fantastico che da solo vale il viaggio.

la laguna di sandwich harbour
La laguna

Immancabile poi la divertente discesa correndo giù per il pendio della duna.

L'escursione in 4x4 prosegue con un divertente su e giù per le dune.
Quando ho visto la guida accendere il navigatore mi son chiesta il motivo. Ha segnato lì i percorsi da fare in sicurezza nel deserto ma qualche volta vengono i brividi perché arrivati sulla sommità della duna sino all'ultimo non si vede l'altro lato!
Certe volte si è fermato sulla duna e poi ha lasciato scendere l'auto per il ripido pendio e qui il brivido è doppio! Sembra di stare sulle montagne russe.

sulle dune di sandwich Harbour
Io sulle dune

All'ora di pranzo si fa un leggero spuntino qui sulle dune godendosi il panorama.
A Sandwich Harbour oltre ai tanti uccelli migratori è possibile avvistare qualche sciacallo ma io ne ho visto solo uno.

Il ritorno è sempre lungo la stessa strada e osservando con attenzione si vede come la sabbia scorra giù per le dune come fosse un rigagnolo d'acqua. Le dune si sono formate proprio grazie all'azione del vento che le ha fatte innalzare.

la sabbia che scende dalle dune di sandwich harbour
La sabbia che scende dalle dune

La strada non è percorribile con l'alta marea perciò è indispensabile tornare indietro per tempo, anche per questa ragione è consigliabile un tour con una guida esperta.

la lingua di terra per arrivare a Sandwich harbour
La stretta lingua di terra

Per curiosità sono andata a cercare l'origine del nome e non è ben chiara. Forse deriva dal tedesco sandfische che indica uno squalo rosso che vive in queste acque o dal nome di una nave baleniera il cui comandante per primo disegnò la mappa di questo tratto di costa.

Walvys Bay: la duna 7


Nei pressi di Walvys Bay s'innalza la Duna 7, così chiamata dal numero di chilometri di distanza dalla cittadina. Non hanno molta fantasia nello scegliere i nomi!
Nel grande piazzale ci sono barbecue perché i locali vengono a svagarsi la domenica e i ragazzini colgono l'occasione per giocare sulle dune.
Io sono salita sulla duna alta 130 metri, questa è stata la terza duna scalata durante il viaggio in Namibia, e così mi sono divertita come i ragazzini a scendere velocemente dalla cima.
I più avventurosi qui possono fare sandboard o guidare quad in aree delimitate.

duna 7 Walvys bay
La Duna 7

Poco prima del bivio ho visto uno stormo di fenicotteri rosa e così mi sono fermata per fotografarli e guardali mentre zampettavano e si nutrivano nelle basse acque lagunari. Non erano molto contenti della mia presenza e così si sono alzati in volo ma poi sono tornati per la mia gioia. Per fortuna che sono riuscita a vederli qui perché durante l'escursione a Sandwich Harbour il tempo non era dei migliori e c'erano pochi in giro ed erano abbastanza lontani.

fenicotteri rosa a Walvys bay


5 commenti:

  1. Il mio sogno . Esco dal matrimonio del figlio è poi ci vado di sicuro . Intanto mi sono salvata il tuo post

    RispondiElimina
  2. Sono fortemente convinta che ci siano esperienze che meritano di essere vissute, almeno una volta nella vita è di certo questa è una di quelle!

    RispondiElimina
  3. Bellissime queste dune! Mi ricordano molto quelle presenti a Gran Canaria, esattamente a Maspalomas!

    RispondiElimina
  4. Io non amo per niente le montagne russe, ma di certo questa esperienza non vorrei perdermela! :-)

    RispondiElimina

Prima di commentare di invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.