martedì 21 aprile 2015

Cosa vedere in Piazza dei Miracoli a Pisa

In Piazza dei Miracoli a Pisa si possono vedere i quattro monumenti che sono capolavori dell'architettura medievale e che le hanno permesso nel  1987 di entrare a far parte dei siti Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco.

In realtà la piazza si chiama Piazza Duomo ma il grande Gabriele D'Annunzio la soprannominò dei miracoli perché straordinariamente bella ed il nome è rimasto in uso ed ormai in tutto il mondo è nota con questo appellativo.

Cosa vedere in Piazza dei Miracoli a Pisa: il duomo


Cosa vedere in Piazza dei Miracoli a Pisa


Nel grande prato della Piazza dei Miracoli si possono vedere straordinari monumenti  in stile romanico pisano che testimoniano l'importanza della città tra l'XI ed il XIV secolo.

Il Duomo di  Santa Maria Assunta presenta bellissime decorazioni in marmo di diverso colore e mosaici. La facciata fu realizzata da Rainaldo in marmo grigio e bianco con intarsi colorati. L'interno è in marmo nero e bianco e presenta colonne con capitello corinzi. Bellissimo il mosaico dell'abside che fu realizzato nel 1302 del quale viene attribuita a Cimabue la realizzazione di San Giovanni.

Duomo di Pisa
La facciata del Duomo

lunetta del Duomo di Pisa
Lunetta che raffigura la Beata Maria sopra il portale del Duomo


Simbolo della piazza è la Torre pendente costruita nel 1173 e che già dopo un secolo iniziò ad inclinarsi. Il campanile presenta otto piani circondati da piccole logge con archi a tutto sesto per uniformarsi allo stile della cattedrale. Alta 56 metri offre una vista panoramica per chi sale vincendo le vertigini.

Torre di Pisa

A me piace molto il Battistero di San Giovanni Battista che fu costruito a partire dal 1153 ed il più grande d'Italia con la sua circonferenza che supera i 107 metri. Qui si può notare lo stile gotico nella loggia e nella cupola dalla forma troncoconica. Gli interni sono abbastanza spogli ma alquanto simbolici perché sono presenti 12 colonne e la fonte ha 8 lati a simboleggiare il giorno non creato. All'interno l'acustica è davvero straordinaria e i custodi ogni tanto danno dimostrazione di ciò ai visitatori intonando qualche nota. Ho trovato bellissimo il Pergamo di Nicola Pisano e da solo vale la visita!

Battistero di Pisa


Pergamo di Nicola Pisano nel battistero di Pisa
Pergamo di Nicola Pisano

Altro monumento da vedere in Piazza dei Miracoli che si erge nella parte nord ed è il Camposanto monumentale. Il cimitero, circondato da una cinta muraria con 43 archi ciechi e due porte d'accesso, secondo la tradizione ha al suo interno terra proveniente dal Monte Calvario. Entrando si nota la sua somiglianza con un chiostro. Un tempo le mura erano decorate con affreschi ormai sbiaditi. Le preziose sinopie si possono vedere nel vicino Museo delle Sinopie.

Camposanto di Pisa
Tabernacolo gotico sopra la porta d'accesso

I biglietti per la visita ai monumenti di Piazza dei Miracoli


Naturalmente la visita della piazza è gratuita ed è sempre accessibile a qualsiasi ora del giorno mentre se si desidera visitare i singoli monumenti presenti o salire sulla torre si deve acquistare un biglietto presso l'Opera della Primaziale Pisana. E' possibile farlo anche online.

L'accesso alla Cattedrale è gratuito ma è necessario munirsi del biglietto orario gratuito.
A scelta si può optare per l'accesso di uno, due o tre monumenti tra Battistero, Camposanto e Museo delle Sinopie pagando rispettivamente 5, 7 oppure 8 euro.
Le sinopie per chi non lo sapesse sono i disegni fatti sul primo strato di intonaco stendendo col pennello un pigmento di colore rosso che serviranno per realizzare gli affreschi.

A parte si può acquistare il biglietto per la Torre che attualmente costa 18 euro ma ne vale la pena perché offre una bellissima visuale su tutti i monumenti di questa incredibile piazza pisana.

In alternativa si può optare per una visita guidata di 90 minuti che comprende oltre la visita della piazza, della Cattedrale e del Battistero anche una passeggiata per le vie del centro storico con GerYourGuide.

Nessun commento:

Lascia un commento