venerdì 10 ottobre 2014

Sabbioneta: la città ideale

Sabbioneta è stata inserita nel 2008 tra i siti Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO perché costruita come città ideale nel Rinascimento, precisamente tra il 1556 ed il 1591.
Fu Vespasiano Gonzaga Colonna, appartenente ad un ramo cadetto della famiglia mantovana dei Gonzaga, ad idearla creando uno stato indipendente. Non lasciando eredi maschi, l'unico figlio morì quattordicenne, subito dopo la sua morte iniziò il declino, visto che la figlia Isabella preferì trasferirsi dapprima a Milano e poi a Napoli col marito. I palazzi quindi subirono saccheggi e furono portati via tutti i tesori del Ducato, persino i camini, i pavimenti, le dorature dei soffitti!!

Sabbioneta


E' possibile visitare Sabbioneta con una guida che racconta la storia di questa città ed illustra ciò che si vede, è bene prenotare la visita telefonicamente chiamando l'ufficio del turismo locale, alla quale dedicherò un post a parte.

Prima della visita guidata ho gironzolato per Sabbioneta osservando le imponenti mura che la circondano. In origine era una fortezza a forma esagonale irregolare con sei bastioni di difesa a forma di cuneo, i baluardi. Le mura son ben conservate e devo dire che mi è piaciuto molto gironzolare nella cittadina rimanendo però stupita per l'assenza di turisti.


Mura di Sabbioneta


Oltre alle mura infatti si può vedere Porta Vittoria, costruita nel 1565, era l'accesso principale visto che guardava verso Milano, all'epoca sotto la dominazione spagnola. Costruita con mattoni a vista presenta delle lesene in marmo bianco e lo stemma araldico dei Gonzaga Colonna.

Porta Vittoria

Si trova invece verso quella che è oggi la via principale, Porta Imperiale. Edificata nel 1579 ha subito diverse modifiche nel XIX secolo quando è stato innalzato il timpano, mentre in origine era simile all'altra porta.

Porta Imperiale Sabbioneta

Sabbioneta ha una grande piazza centrale sulla quale si affacciano il Palazzo Ducale e la Chiesa dell'Assunta, aperta solo al pomeriggio. Costruita tra il 1578 ed il 1582 presenta una bella facciata bicromatica, il portale invece  è di epoca successiva.

Chiesa dell'Assunta


Poco distante si trova il Museo di Arte Sacra che ospita una pinacoteca e molti oggetti religiosi. Il pezzo più importante è il Toson d'Oro, l'onorificenza ricevuta da Vespasiano Gonzaga come Cavaliere dell'Impero.
Altri luoghi religiosi sono l'Oratorio di San Rocco e la Chiesa della Beata Vergine Incoronata, dove si trova il monumento funebre con la statua di Vespasiano, purtroppo tutti aperti nel pomeriggio o solo per esposizioni temporanee.

San Rocco Sabbioneta


Un grande spiazzo con giardini si trova davanti a Palazzo Giardino, che è la sede anche dell'ufficio del turismo, e dall'esterno si può vedere il Corridor Grande, la lunga galleria con porticato che poi vedrà all'interno facendo la visita guidata.
Proprio da fuori si capisce la lunghezza di questa galleria che è davvero splendida!

Corridor Grande


Nella piazza si trova anche la colonna con la statua di Pallade Atena.

Palazzo Giardino


Sabbioneta è una bella cittadina da visitare, molto pulita ed ordinata, ed attualmente è oggetto di molti restauri perciò ho trovato diversi palazzi coperti da ponteggi. Bisognerebbe che fosse maggiormente valorizzata perché c'erano veramente pochissimi turisti.
Anche durante la visita guidata eravamo solo 5 persone! Un vero peccato perché la città ideale ha molti palazzi veramente belli e ricchi di affreschi e decori.
Le vie invece sono piuttosto anonime e non sono rimasta colpita da nulla in particolare eccetto le mura e le porte d'accesso.

Le foto degli esterni non rendono l'idea della bellezza dei palazzi.. a presto per la seconda parte della mia visita!

Nessun commento:

Lascia un commento