giovedì 17 luglio 2014

Cosa vedere a Belém: la Torre di Belém

Belém è un quartiere di Lisbona che unisce l'antico al moderno e uno dei suoi simboli è la Torre di Belém che trovo di una straordinaria bellezza.
Un tempo si trovava in mezzo al Tago, sopra un isolotto ora praticamente attaccato alla riva per colpa dell'insabbiamento o per la deviazione del fiume durante il terremoto del 1755. Progettata dall'architetto Francisco de Arruda fu terminata nel 1521 sotto il regno di Manuel I.


Cosa vedere a Belem: la Torre di Belém



La mia visita alla Torre di Belém


Bellissima da tutte le angolazioni, è un esempio dell'architettura manuelita con le decorazioni influenzate dallo stile moresco che ben si accompagnano allo stile romanico-gotico predominante.


Torre di Belem


La Torre di Belém è inserita nei siti patrimonio dell'Umanità UNESCO, assieme al Monastero dos Jerónimos, perché testimonia l'importanza del Portogallo nei secoli XV e XVI nelle spedizioni marittime che sono andate alla scoperta di nuove terre.

Torre di Belém


Grazie a pannelli illustrativi la visita alla Torre di Belem risulta molto interessante per scoprire le diverse funzioni della torre, che propriamente si chiama di San Vincenzo, e l'utilizzo delle diverse sale nel corso dei secoli. Le mura sono in perfetto stato ma peccato che non ci siano suppellettili dell'epoca.

Nei sotterranei c'erano le prigioni e l'armeria e si possono vedere 17 cannoni pronti a sputare fuoco.

Armeria nella Torre di belem
L'armeria

Salendo si arriva sulla terrazza dalla quale si può osservare più nel dettaglio la torre centrale con le monofore ed il loggiato del terzo piano con una bella balaustra traforata. Sulla facciata si possono osservare lo scudo reale, sfere armillari e croci dell'Ordine militare di Cristo nel parapetto terminale.

Sulla terrazza ci sono 6 garitte di vedetta, la statua di Nossa Senhora do Bom Sucesso ed elementi decorativi simili a colonne che s'innalzano dalle balaustre.


Torre di Belém

garitta Torre di Belém
Garitta

Meccanismo ponte levatoio
Il meccanismo del ponte levatoio

Salendo le ripide scale a chiocciola, regolamentate da semaforo, si arriva alla Sala del Governatore, dove c'è un'apertura ottagonale, simile ad un pozzo, dalla quale si prendeva l'acqua piovana.

Pozzo Torre di Belém
Uno dei pozzi nella torre

Salendo ancora si arriva alla Sala dei Re, quella con il loggiato, che ha un camino ornato da sfere nell'angolo e fori sul pavimento usati per respingere gli attacchi gettando oggetti contundenti.

Camino nella Torre Belem
Il camino con elementi decorativi


Sopra si trova la Sala delle Udienze con un camino posto nella parete opposta rispetto al precedente e grandi finestre con panche in pietra dalle quali osservare il panorama.

L'ultima sala è la Cappella con volta polinervata che riporta i simboli reali.

Volta della cappella nella Torre di belém
Particolare delle nervature della volta

Infine si arriva alla terrazza circondata da un parapetto con merlature che terminano con un elemento piramidale mentre negli angoli ci sono le garitte di vedetta. Bellissimo il panorama da lassù su tutto il fiume Tago ed il quartiere retrostante.

Terrazza della Torre di Belém
Veduta verso la terraferma dalla terrazza



1 commento:

  1. Meravigliosa!! Non ho avuto la fortuna di entrarci ma dalle foto e dalle tue parole direi che vale la pena tornare a Lisbona già solo per questa torre!

    RispondiElimina