martedì 7 novembre 2017

Il mio safari all'Etosha National Park

Il safari all'Etosha National Park è stata l'esperienza più emozionante del mio viaggio in Namibia e quella da me più attesa perché volevo vedere tanti animali in libertà.

Già nei giorni precedenti avevo scorto diversi tipi di antilope e zebre ma in altre zone si mostrano guardinghe e poco propense a farsi avvicinare mentre nel parco penso siano abituate alle auto e non si spaventano quando ci vedono arrivare.

Organizzando bene l'itinerario ho potuto visitare il parco nazionale per due giorni e mezzo girando tutte le zone tra Okaukuejo e Namutoni e fermandomi in molte pozze aspettando l'arrivo degli animali.

Safari all'Etosha National Park un leone che dorme




Come organizzare il safari all'Etosha National Park


Facendo un viaggio fly&drive si può benissimo girare il parco con la propria auto avendo sottomano la cartina nella quale sono indicate le strade e le pozze d'acqua.

Sul sito del parco è possibile scaricarla e vedere anche quali waterholes siano consigliate e devo dire che queste informazioni sono state attendibili e preziose.

Kudu all'Etosha
Kudu all'Etosha


Safari vicino alle waterholes nell'Etosha


Quando s'inizia il safari al Parco dell''Etosha è fondamentale conoscere la disposizione delle pozze d'acqua per decidere quali strade percorrere.
Nei giorni che sono stata all'interno del parco ho avuto l'opportunità di andare in prossimità di molti waterholes che sono di diverse tipologie: naturali, artesiani e artificiali.

Gruppo di springboks in una pozza all'Etosha
Gruppo di springboks


Il primo giorno del game drive all'Etosha ho visitato solo la parte vicino ad Okaukuejo dove sono poi tornata anche il giorno dopo.

orice all'Etosha
Orice

leone che beve all'etosha
Leone che beve


Sono stata alla pozza di questo camp nel primo pomeriggio e qui ho visto una scena bellissima. C'erano tantissimi elefanti! I più anziani erano fuori dell'acqua e vigilavano sui piccoli che giocavano in acqua e facevano capriole, alcuni si buttavano la terra addosso ed altri si nutrivano dell'erba attorno alla pozza. Ad un certo punto è arrivata un'altra famiglia di elefanti e quello davanti ha agitato la proboscide come per dire agli altri di lasciare loro il posto. Perciò i primi se ne sono andati ordinatamente e gli altri hanno preso il loro posto ed hanno bevuto e si sono spruzzati acqua. Attorno c'erano altri erbivori ma intimiditi dai tanti elefanti se ne stavano lontani.

famiglia di elefanti che gioca a Okaukuejo
Elefanti ad Okaukuejo

Ho visto altri elefanti anche vicino ad Olifantsbad e questi camminavano e nel frattempo mangiavano stando in pratica paralleli alla strada, perciò mi sono fermata per ammirarli. Dopo un po' vedendo che stavano cercando di tenere in mezzo i piccoli sono andata via per non disturbarli ulteriormente.

elefanti all'Etosha
Elefanti


In questa pozza e nella vicina Gemsbokvlakte ho visto anche diversi leoni, sia maschi sia femmine. Proprio durante un game drive organizzato dal lodge ho visto tre leoni che stavano placidamente dormendo attorno alla pozza ed attorno avevano tantissimi springboks che avevano paura di avvicinarsi. Pensavo che da un momento all'altro facessero uno scatto ma erano troppo pigri e più che bere non hanno fatto!
In un'occasione ho visto delle leonesse quasi fare un faccia a faccia con un enorme rinoceronte nero.

rinoceronte nero che beve all'etosha
Rinoceronte nero che beve a Gemsbokvlakte

faccia a faccia tra rinoceronte nero e leonessa
Rinoceronte nero che sfida leonessa

rinoceronte col figlio all'Etosha
La tenera madre rinoceronte :)


Sono riuscita a vedere altri rinoceronti la sera nella pozza di Halali e poi vicinissimi ad una strada una femmina col figlio. Guardandoli nei documentari non mi erano mai piaciuti molto questi animali ma da vicino fanno un altro effetto ed ho trovato in loro una maestosità che fa passare in secondo piano la bruttezza del muso.

la pozza di halali al tramonto
La pozza di Halali al tramonto


Altre pozze dove ho visto tantissimi animali, come le giraffe, sono quelle di Klein Okevi e Kalkheuvel.
Le giraffe sono davvero buffe. Prima di bere si guardano attorno per decine di minuti poi si avvicinano all'acqua e piegano le zampe davanti e dopo aver bevuto con uno scatto si rialzano.

giraffe all'etosha
Giraffe


giraffe che bevono all'Etosha
Giraffe che bevono

koinachas waterhole vicino namutoni
Koinachas waterhole vicino Namutoni


A settembre gli waterholes vicini al pan erano completamente asciutti perciò qui ho visto quasi esclusivamente springboks ed orici.
Il pan dell'Etosha da vicino sembra proprio una distesa infinita e lo sguardo si perde all'orizzonte. Prima di arrivare non avevo bene idea di cosa fosse ed ora so che è un grande deserto salino e per questo ha sfumature biancastre ed il nome Etosha significa proprio grande luogo bianco.
Sarei curiosa di vederlo ricoperto d'acqua per vedere come cambia.

il pan all'Etosha


Gli animali non si avvistano solo in prossimità delle pozze d'acqua perché sono ovunque ed attraversano anche le strade visto che non ci sono recinzioni, tranne in prossimità dei camp e nelle aree per i picnic.

Quale periodo scegliere per visitare l'Etosha


Io sono andata a fine settembre nel periodo che corrisponde all'inverno perciò molti alberi erano privi di foglie e c'era poca acqua e questo ha facilitato gli avvistamenti durante il safari.

Se fosse stata un'altra stagione sicuramente non avrei visto molti animali perché celati dalla vegetazione e dall'erba alta.

gnu striato all'etosha
Gnu striato


Il periodo tra maggio ed ottobre è quello più secco ed il pan, che si riempie d'acqua da novembre ad aprile, pian piano si prosciuga assumendo l'aspetto di una landa desolata.
Nel periodo delle piogge bisogna anche tener conto del rischio malaria e perciò valutare se fare la profilassi.

dik dik all'Etosha
Dik Dik antilope dalle piccole dimensioni

Dall'altra parte proprio nel periodo degli acquazzoni nascono i cuccioli di molti animali e perciò si possono vedere tanti piccoli e gli animali non si concentrano vicino alle pozze ma sono un po' ovunque visto che hanno tanta acqua a disposizione.

maschio di Impala all'Etosha
Maschio di impala

A fine settembre le strade attorno a Okaukuejo erano in buone condizioni mentre quelle più vicine al pan e verso Namutoni erano molto dissestate e piene di buche. Si possono percorrere anche con una 2X4 ma è meglio evitare il rischio di forare o fare danni all'auto.
In questo periodo visto anche l'assenza di animali consiglio di evitare durante il safari all'Etosha le pozze di Noniams e Ngobib.

sciacallo all'Etosha
Sciacallo

Quali animali vedere all'Etosha


Nel parco ci sono 4 dei Big 5 (mancano i bufali) ed in totale ci sono 114 specie di mammiferi purtroppo è difficile avvistare i leopardi ed i ghepardi, anche perché quest'ultimi stanno lontani dai leoni.
Io sono riuscita a vedere tanti elefanti, diversi leoni e qualche rinoceronte nero ma nessun leopardo!
Ho visto invece tantissimi springboks, forse i più diffusi, orici, zebre, giraffe, kudu, gnu striati, black-faced impala, red hartebeest, dik dik, scoiattoli, eland, steenbok, facoceri, manguste striate ed alcune iene maculate.

otarda dalle ali bianche
Otarda dalle ali bianche

Durante il safari si vedono anche tanti uccelli, sembra siano presenti circa 340 specie, e tra i più diffusi ci sono le galline faraone ma gli uccelli colorati sono i più appariscenti come il Lamprotornis australis col suo piumaggio blu elettrico oppure il Lophoceros bradfieldi dal grande becco ricurvo. Sono riuscita a vedere anche alcuni rapaci.

sparviero serpentario africano
Sparviero serpentario africano

Bradfield's hornbill all'Etosha
Lophoceros bradfieldi


Quanto costa il safari all'Etosha


All'Etosha è possibile fare il safari con la propria auto oppure con un game drive organizzato dai diversi camp la mattina, il pomeriggio o la sera. Il prezzo minimo è di 660 NAD (circa 37 euro). Quello serale secondo me va fatto se si è muniti di binocolo ad infrarossi perché altrimenti si vede ben poco perché anche vicino alle pozzi illuminate del campeggio ho visto che si fa fatica a scorgere gli animali e poi è impossibile fare fotografie decenti senza un'attrezzatura adatta.

struzzo con pulcini all'Etosha
Struzzo con pulcini all'Etosha


zebra con un cucciolo all'etosha
Zebra del Capo con un cucciolo


In alternativa anche molti lodge fuori del parco organizzano i safari.
Una mattina ho fatto il morning game drive partendo dal lodge dove stavo (costo 650 NAD) e devo dire che è comodo farsi portare da una guida lungo le strade del parco ma per gli avvistamenti è questione di fortuna.  I mezzi sono comodi ma essendoci altre persone a bordo non sempre si è dalla parte giusta per vedere gli animali e per fotografarli.
Una cosa positiva è che gli autisti quando s'incontrano suggeriscono in quali pozze andare agli altri perciò si può essere avvantaggiati nel vedere qualche animale difficile da vedere.

Otarda di Kori all'Etosha
Otarda di Kori: uno dei più grandi uccelli capaci di volare


Dopo l'esperienza fatta posso dire che si può tranquillamente fare il safari all'Etosha da soli stando ben attenti alla guida perché ovunque ci sono animali e soprattutto in prossimità di cespugli si deve rallentare.

I camp nell'Etosha National Park


Il parco nazionale dell'Etosha offre la possibilità di soggiornare all'interno in aree delimitate i cui cancelli vengono chiusi la sera. 

I camp sono:
  • Dolomite che si trova verso ovest e vi si accede dal Galton Gate
  • Olifantsrus è un nuovo campeggio collocato tra il Dolomite ed Okaukuejo
  • Okaukuejo si accede dall'Anderson Gate se si proviene da sud percorrendo una strada asfaltata di 16 chilometri
  • Halali è al centro del parco
  • Namutoni si trova ad est e si raggiunge dal Von Lindequist Gate giungendo dalla capitale
  • Onkoshi si trova nella zona nord vicino al Nehale Iya Mpingana Gate

facocero all'Etosha
Facocero

Per prenotare occorre chiedere la disponibilità tramite il sito ufficiale e poi, dopo il pagamento tramite bonifico, si ha la conferma definitiva. 

Sul sito si trova la descrizione delle varie tipologie di alloggi ed i relativi prezzi. 

Balck-faced Impala all'Etosha
Black-Faced Impala

Quanto costa l'entrata all'Etosha National Park


Quando si arriva al gate l'addetto prende nota del numero di targa dell'auto e del modello e colore dell'auto, delle generalità del guidatore e della data di uscita dal parco. Con questo foglio si deve andare negli uffici di Okaukuejo o Namutoni per pagare la tariffa d'ingresso.
Nel 2017 il costo per 'ingresso di un'auto è di 10 NAD e 80 NAD per ogni cittadino europeo. In pratica si pagano 170 NAD al giorno che corrispondono circa a 10 euro.

scoiattolo vicino alla pozza di halali
Scoiattolo vicino alla pozza del camp di Halali


Consiglio di leggere bene le regole di comportamento nel parco perché non bisogna uscire dalle strade consentite, non si può scendere dall'auto se non nelle zone indicate, non si può dare da mangiare agli animali, non si può naturalmente portar via piante, animali oppure ossa. 
Un giorno ho visto confiscare a dei turisti un grosso osso che avevano in auto!
Il limite di velocità di 60 Km/h ma se ci sono animali vicino è bene ridurre la velocità e dare loro la precedenza quando attraversano.

manguste striate all'etosha
Manguste striate


Spero di avervi fatto venir voglia di partire per visitare questo straordinario parco nel quale si vedono da vicino tantissimi animali selvatici.

3 commenti:

  1. Che esperienza meravigliosa!
    Non ho ancora avuto modo di vedere questi luoghi, ma le tue foto rendono molto bene l'idea!!

    RispondiElimina
  2. Stefania, sei riuscita a fare delle foto bellissime! Quella delle giraffe che bevono è la mia preferita, sono troppo buffe! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho scattato tantissime foto ed è stato difficile scegliere le più belle. Altre volte ero incantata ad osservare gli animali che neppure ho fatto fotografie :)

      Elimina