martedì 31 ottobre 2017

La mia visita al Fish River Canyon

Il mio viaggio in Namibia è proseguito verso sud con la visita del Fish River Canyon che sembra sia il canyon più largo al mondo dopo il Grand Canyon negli USA.

All'inizio non ero ben certa di inserirlo nel mio itinerario ma le tante fotografie del canyon viste sul web mi hanno convinto.

Il Fish River Canyon è stato modellato dall'azione erosiva del fiume che ora è in secca gran parte dell'anno e nel primo tratto si possono vedere strati orizzontali di dolomite che poi lasciano il posto a rocce granitiche dalle forme spettacolari. Nella zona sud, dove non sono stata, ci sono persino sorgenti sulfuree.

Uno dei punti panoramici del Fish River Canyon
Uno dei pointview sul canyon

La mia visita Fish River Canyon


Grazie ad un tour che mi è stato offerto dal lodge nel quale ho alloggiato ho appreso molte informazioni sul canyon che è lungo ben 160 chilometri ed offre molti punti panoramici sullo strapiombo.

Nel pointview più importante è stata costruita una piattaforma con tanto di panche e di tettoia e comodamente seduti si può godere del tramonto sul canyon. La cosa è molto suggestiva ma col sole di fronte non è l'ideale per scattare fotografie, almeno per me.

Da qui si vedono le anse formate dal corso del Fish River che hanno un andamento molto tortuoso e che rendono il canyon molto affascinante.
I colori del canyon non sono vividi ma tendenti piuttosto al grigio-verdognolo, però all'ora del tramonto assumono sfumature rossastre. Nel suo insieme è un luogo affascinante che incute anche un po' di timore perché fa sentire piccoli piccoli...
Quando ci si trova davanti a questi spettacoli della natura in ogni caso non si resta indifferenti. 😍

panorama dal belvedere del Fish River Canyon
Panorama dal belvedere

Andando verso destra sino al termine della strada sterrata, circa un chilometro più avanti, si trova il belvedere che è anche uno dei punti di accesso al canyon ma è vietato scendere senza autorizzazione.

La nostra guida è poi tornata indietro prendendo lo sterrato a sinistra del punto panoramico e si è fermata in alcuni punti che secondo lui erano i più belli per scattare fotografie e devo dire che aveva ragione.

tramonto sul fish river canyon
Il tramonto sul canyon

Questa escursione di 3 ore fatta da me ed il mio fidanzato assieme ad una coppia di tedeschi si è conclusa con un aperitivo ammirando il sole che stava ormai scendendo all'orizzonte.
Siamo poi tornati un po' impolverati al lodge felici di aver visto questa meraviglia della natura anche se a mio parere non è tra i luoghi imperdibili della Namibia.

Canyon drive al Fish River Canyon
Scatti durante il canyon drive

Naturalmente si può andare al Fish River Canyon con la propria auto, non è necessario un 4X4, ma farsi trasportare è sempre più comodo e poi una guida fornisce informazioni che online non si trovano. Durante il tour si è fermato spesso per indicarci dei piccoli mammiferi come gli scoiattoli terricoli ed i suricati ed uccelli e questo è un valore aggiunto di un'escursione guidata.

Come arrivare al Fish River Canyon


Il canyon si raggiunge da Keetmanshoop percorrendo la strada B1 e poi la B4 sino al bivio con la C12 sino ad una località indicata col nome di Holoog dove c'è un bel ponte ferroviario. Poco più avanti si prende la strada D324 sino all'ingresso del parco nazionale per accedere al quale va pagata una tassa. Quindi si prosegue sino ai punti panoramici.

ponte ferroviario a Holoog

Le strade sterrate sono in condizioni buone tranne che in piccoli tratti nei quali bisogna ridurre la velocità.
Noi abbiamo impiegato parecchio ad arrivare perché ci fermavamo a fare fotografie incantati dal panorama brullo e dalle montagne dalle strane forme.
Lungo la strada abbiamo visto anche una grande diga che serve per l'irrigazione di un appezzamento terriero coltivato prevalentemente a vigneti.

vigneti lungo la strada per il Fish River canyon
In mezzo la nulla si trovano dei vigneti

In mezzo a questa terra arida fa un certo effetto trovarsi all'improvviso in quella che sembra un oasi.

Trekking al Fish River Canyon


Soltanto nei mesi che vanno da aprile a settembre è possibile fare il trekking di 4-5 giorni che inizia dal belvedere dove si scende nel canyon per raggiungere Ai-Ais, dopo 85 chilometri,  facendo campeggio lungo il percorso.
Questa escursione permette di osservare molte specie di uccelli e di vivere l'esperienza di percorrere un canyon dall'interno. Si deve prenotare sul sito ufficiale dei parchi namibiani con largo anticipo.

la strada C12 verso il Fish River Canyon
Paesaggio desertico lungo la strada C12


Dove alloggiare al Fish River Canyon


In questa zona ci sono diverse possibilità di alloggio tra camping e lodge di diverse fasce di prezzo ma la mia scelta è andata al Gondwana Canyon Village che è stato costruito nel rispetto dell'ambiente circostante.

Cottage del canyon village

Oltre all'edificio principale dove ci sono la reception ed il ristorante ci sono i cottage che si raggiungono solo percorrendo vialetti in mezzo alla sabbia ed alle rocce. La zona piscina è molto bella e con grande sorpresa qui ho ritrovato le procavie del capo già viste alla Quiver Tree Forest. Questi simpatici animaletti scorrazzavano tranquilli cibandosi dell'erba vicino alla piscina finché è arrivato un gatto e sono fuggiti via. Anzi quello che sembrava il capo-branco ha fatto un richiamo per far allontanare i suoi compagni.

piscina del Canyon Village

Il posto mi è piaciuto molto per la sua location e perché appare molto ben curato e fa sentire coccolati gli ospiti.

2 commenti:

  1. Che panorami mozzafiato Stefania!
    Non pensavo che questa fetta di cielo mi potesse attirare così tanto!

    RispondiElimina
  2. L'Africa non è tra i miei prossimi viaggi in programma, ma se dovessi organizzare qualcosa da quelle parti, chiederei di sicuro aiuto a te! :-)

    RispondiElimina