martedì 9 maggio 2017

Nizwa: splendida città dell'Oman

Nizwa è la città dell'Oman che mi è piaciuta maggiormente perché qui ho sentito la vera essenza del Paese.

La cittadina è stata anche una delle capitali dell'Oman tra il V ed il VII secolo d.C. e si trova in una zona semidesertica circondata da oasi dove vengono coltivati i datteri. Su Nizwa svettano le montagne dell'Hajar che toccano i 3.000 metri.

A Nizwa ci sono tante cose da vedere ma penso che la visita al souq sia l'esperienza più bella da vivere.

Nizwa cosa vedere Oman



Il mercato si tiene all'interno delle antiche mura della città ed è diviso in settori. Molto spazio prende il mercato del bestiame, che si tiene il venerdì, e si può assistere alla contrattazione dei prezzi per animali come capre e mucche che sembrano quasi sfilare davanti ai compratori. Per la prima volta ho visto le donne indossare una particolare maschera che copre il viso che poi ho scoperto appartenere alla loro tradizione. Queste donne erano quelle che acquistavano dagli uomini! 

souq Nizwa

Lasciato il mercato del bestiame ci si addentrare negli altri spazi coperti adibiti al mercato del pesce e di frutta e verdura. Il mercato del pesce fa un pochino impressione perché si vedono pesci sezionati e molte mosche poggiarsi sopra i tavoli.

Ho evitato di andare nel mercato dei polli perché non volevo vedere da vicino le gabbie dove erano tenuti! Ho proprio evitato di entrare in quello della carne.

souq di Nizwa
Mercato del pesce, bestie sui camion, fucili e datteri

Consiglio sicuramente la visita al mercato dei datteri dove si possono assaggiare questi squisiti frutti che sono di tantissimi tipi e si possono comprare da mangiare in loco o da portare a casa. Un'altra prelibatezza da comprare è lo sciroppo di datteri 😍Questo non è un mercato all'aperto ma ci sono diversi negozi all'interno a costruzioni che mi hanno ricordato gli outlet che ci sono da noi!

mercato dei datteri Nizwa

Il souq si Nizwa è grandissimo e ci sono anche botteghe che vendono oggetti in ceramica, abiti, oggetti in argento ed anche armi! Mi sono stupita tantissimo di vedere esposti fucili ma sembra che lì sia normale acquistarli!

Ci sono anche negozi di souvenir per i turisti pensate che vendono pure la rappresentazione di monumenti dell'Oman dentro la classica sfera con la neve! Incredibile davvero!

All'interno delle mura della città vecchia si trova il forte di Nizwa che fu costruito a partire dal 1650 ed è divenuto monumento nazionale.
La fortezza si trova in posizione leggermente rialzata rispetto alla zona del mercato ed il suo nucleo è la torre circolare larga 43 metri che si eleva per 24 metri. Da lassù si gode di una vista panoramica sui dintorni della città ma è poco pratico dover salire e scendere le scale per affacciarsi nei diversi punti panoramici.
La visita è molto interessante perché si possono vedere tante stanze adibite a funzioni diverse: camere degli uomini, delle donne, biblioteche e stanze per i bambini. Ci sono anche le sale di studio e quelle per la preghiera.

L'interno della fortezza di Nizwa

Una stanza era pure adibita a stalla per gli animali.
Naturalmente un ampio spazio era riservato allo stoccaggio dei datteri e le stanze si riconoscono per l'odore intenso, le mura diventate scure ed il pavimento con scanalature.

Il forte era difeso grazie alla presenza di feritoie e come altre strutture difensive all'interno erano presente trappole per i nemici che venivano infilzati oppure ustionati dall'olio dei datteri caldo.

All'interno della fortezza c'è un interessante museo che illustra la storia dell'Oman, le usanze ed il sistema d'irrigazione che poi in pratica avevo visto negli aflaj.

maschere in mostra nel forte di Nizwa
Esposizione delle maschere tradizionali nel forte

Dal forte si vede la bellissima cupola decorata della vicina moschea che purtroppo non ho avuto modo di vedere da vicino perché presa con la visita della fortezza e del souq è passato il tempo ed è venuta l'ora di andare 😥

cupola Moschea di Nizwa


Arrivando ho visto anche la città moderna e qui ci sono tanti negozi che vendono gioielli, si vede che questo popolo ama le cose preziose e vistose!

13 commenti:

  1. Ciao, non sono mai stata in Oman, deve essere stato un viaggio molto particolare. Bello!

    RispondiElimina
  2. Io sono totalmente ignorante in materia quindi mi piace tantissimo scoprire qualcosa in più di questi paesi! Bel post davvero! :)

    RispondiElimina
  3. Non ho mai visitato l'Oman, dev'essere molto bello.
    Le fotografie mi piacciono tanto. :)

    RispondiElimina
  4. In Oman non sono mai stata! Ho visto Dubai ed Abu Dhabi negli Emirati Arabi ormai tanti anni fa, ma credo siano molto molto diversi! Mi piacciono i luoghi con culture molto diverse dalla nostra! Ci sono un sacco di cose da scoprire e la mia curiosità non ha fine 😂

    RispondiElimina
  5. Che fascino Stefania. Stavo riflettendo sulla particolarità dei mercati in questi paesi, così veri, vivi, vissuti, assolutamente tipici. Le esposizioni di frutta e verdura, sono il massimo per me.
    Pur non essendo vegetariana o vegana, anche io non sarei entrata in quello della carne (forse nemmeno in quello del pesce). Però trovo che il resto sia favoloso. Sarei curiosa soprattutto di assaggiare i loro datteri! E lo sciroppo: tu li hai sentiti? Sono molto diversi da quelli che vendono qui, vero?
    Mi è piaciuta molto anche la visita al forte. Peccato, invece, che tu non abbia avuto tempo di andare fino alla Moschea!
    A presto,
    Claudia B.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho comprato lo sciroppo ed è buonissimo :) Devo cercarlo nei negozi etnici perché mi piace troppo! Gironzolando per il mercato il tempo è passato in fretta e perciò ho visto solo la cupola della moschea :(

      Elimina
  6. L'Oman è nella mia wishlist da tempo. Ho visitato diversi paesi arabi e vengo sempre rapita dai colori, dai sapori e dall'esuberanza dei loro suok. E' un paese decisamente diverso da noi sia come cultura che architettura, ma io ne sono affascinata. E ogni volta che trovo un post riguardo all'Oman lo leggo con avidità. Chissà prima o poi riuscirò ad andarci

    RispondiElimina
  7. I mercati sono da sempre un mio pallino, li adoro e quando posso mi ci tuffo!
    Capisco perfettamente il tuo non voler entrare in quello dei polli e delle carni ( anche a me fanno sempre un certo effetto) cosi come capisco il fascino di certi luoghi - ah se chiudo gli occhi ancora mi vedo nel souq di Damasco!!

    RispondiElimina
  8. Non ci sono mai stata... complimenti per le foto! ;-) e la curiosità delle palle do neve anche lì... ormai quelle sono proprio ovunque! Leggendo questi articoli almeno si girella un pochino anche se virtualmente!

    RispondiElimina
  9. L'Oman mi ispira molto, mi piacerebbe visitarlo! Aaah il mercato dei datteri, che meraviglia :D

    RispondiElimina
  10. Quando studiavo all'estero ho conosciuti molti colleghi mediorientali, uno kuwaitiano è ancora oggi tra le persone più care che abbia avuto la fortuna di avere accanto, eppure, non so perché, quelle terre non riescono a richiamare la mia curiosità. Mi piace leggerne i racconti ma non mi viene voglia di partire... perché? Sarà una fase? 😅

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me l'Oman è piaciuto molto e spero non diventi troppo turistico :)

      Elimina
  11. Io invece vado un po' in controtendenza, non amo troppo passeggiare nei mercati, probabilmente mi sarei mossa subito in direzione moschea! :-)

    RispondiElimina