giovedì 18 maggio 2017

Islanda: i luoghi di interesse

Il viaggio che ho fatto in Islanda nel 2015 è stata una delle più belle esperienze vissute e conserverò per sempre i ricordi di tutto ciò che ho visto.
Vorrei tornare per visitare altre zone dell'isola e rivedere i più importanti luoghi di interesse che mi hanno lasciata a bocca aperta.

Islanda: i luoghi di interesse
Il getto d'acqua a Geysir

Cosa vedere in Islanda


Chi sceglie l'Islanda come meta ama sicuramente la natura ed è pronto ad affrontare lunghi spostamenti in auto per raggiungere i diversi luoghi di interesse che sono sparsi sull'isola. Viaggiando però viene spontaneo fermarsi molto spesso per fotografare paesaggi che ci appaiono all'improvviso o cose che incuriosiscono. Io ho provato curiosità vedendo in mezzo al nulla gli ometti che si trovano di solito in montagna e non ne ho capito il senso! Forse delimitano la strada quando c'è la neve? Ma se è tanta spariscono sotto di essa. 

Avevo già parlato del Parco Nazionale di Þingvellir che è uno dei due siti Patrimonio dell'Umanità UNESCO dell'Islanda. Si raggiunge facilmente da Reykjavik percorrendo la strada 36 ed i circa due ore si vedono i punti più interessanti percorrendo un sentiero che passa lungo la frattura della dorsale medio atlantica.

Parco Nazionale di Þingvellir
Veduta del parco

Il nome geyser dato ai getti d'acqua calda che si sprigionano dal sottosuolo deriva dal geysir che si trova in Islanda e che spruzza getti ad intervalli variabili. In genere ogni dieci minuti si vede ribollire l'acqua che poi viene spruzzata in alto con uno spettacolare getto. Almeno un'ora è necessaria per poter vedere diversi getti spettacolari mentre altri lo sono decisamente meno.

La visita alla scoperta dei luoghi di interesse più importanti continua con la cascata Gullfoss, il cui nome significa cascata d'oro, che è formata da ben due salti e che si può vedere da molto vicino grazie alle passerelle che hanno costruito.

gullfoss
Gullfoss

Questa è solo una delle più spettacolari cascate che si possono ammirare come la Goðafoss, legata alla mitologia nordica, la Seljalandsfoss e la Selfoss fatta a ferro di cavallo.

Una di quelle che mi sono piaciute maggiormente è la Dettifoss che è la più grande. Il suo nome cascata dell'acqua che rovina fa capire quanto sia potente! Peccato che questa come quasi tutte le altre io le abbia viste sotto la pioggia o col cielo grigio perciò le mie foto non riescono a rappresentare al meglio la loro bellezza.
Sul sito Turista Curioso ho trovato un bellissimo video che mostra la cascata che esprime tutta la sua forza e leggendo le parole degli autori del post rivivo le stesse emozioni provate nel vederla da vicino.

L'Islanda è anche la terra del ghiaccio basti pensare che qui c'è il  Vatnajökull, più grande d'Europa per volume. Un'esperienza imperdibile è la visita della laguna di Jökulsárlón per vedere le alti pareti di ghiaccio e gli iceberg che vi galleggiano. Il ghiaccio assume un incredibile numero di sfumature di azzurro che spiccano in mezzo alle striature causate da frammenti di roccia imprigionati all'interno.

glacier lagoon
La Glacier lagoon

I principali luoghi di interesse nella terra del fuoco sono le aree geotermiche come quella di Hverir con le pozze di fango in ebollizione e le fumarole che sprigionano odori sulfurei. Nelle vicinanze si trovano anche i campi di lava del Leirhnjúkul. La lava non è nera come si potrebbe pensare ma assume una varietà di sfumature incredibili a seconda dei minerali che contiene.

Parlando di vulcani viene spontaneo suggerire la visita al cratere Stora-Viti che ora ha all'interno un laghetto dalle acque blu o all'Askja la cui caldera ospita il lago più profondo d'Islanda. Purtroppo questa visita mi è mancata ma credo a chi lo definisce il luogo più particolare da vedere.

cratere Stora-viti

Per rigenerarsi dal trekking fatto in questi luoghi magnifici attorno al lago Myvatn suggerisco i bagni termali che sono piacevolissimi quando fuori ci sono solo 8°.

Oltre che la natura straordinaria in Islanda si possono vedere tanti animali come diverse specie di balene grazie alle escursioni che partono dai porti di Dalvik oppure Húsavík. In molte zone dell'isola si possono vedere i puffin, le pulcinella di mare, che sono simpatici uccelli che nidificano sulle scogliere in mezzo ai cespugli. Io li ho visti solo nella zona di Vik,
Girando per l'isola si possono vedere renne, cavalli islandesi e tante ma tante pecore!

cavalli e pecore in Islanda

Interessante è anche la visita alle case di torbaGlaumbær per ammirare queste caratteristiche costruzioni ricoperte da zolle di torba che assomigliano alle case degli Hobbit!

Glaumbær

Un altro luogo di interesse che deve essere visto assolutamente è il Landmannalaugar per la bellezza delle montagne di riolite dalle sfumature di tanti colori e per la possibilità di fare trekking. la zona si raggiunge da Hella percorrendo all'incirca un centinaio di chilometri tra strade asfaltate e sterrati e superando alcuni guadi. Perciò è necessario fare attenzione alla guida ed avere un mezzo 4x4. Il luogo ripaga abbondantemente dei disagi per arrivare.

Landmannalaugar

In Islanda va visitata anche la capitale Reykjavik perché molto bella e molto animata di giorno e di notte. Sono rimasta affascinata dalle casette di tutti i colori con davanti o accanto il loro giardino. Ho visto che molte hanno la porticina per fare uscire il gatto ed infatti in giro ne ho visti tanti che tranquillamente girovagavano per i quartieri residenziali.

Questo è solo un assaggio delle bellezze dell'Islanda perché ha davvero tanto da vedere!

12 commenti:

  1. anche per me l'islanda è stata un viaggio pazzesco!!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
  2. Beh, come non restare affascinati dall'Islanda? Sembra il paese delle fiabe! E tu ne parli con un amore incondizionato, oltre che con grande consapevolezza. Bello questo tour virtuale, tra i luoghi d'interesse dell'Islanda. Terrò caro questo post :-)
    A presto,
    Claudia B.

    RispondiElimina
  3. Non sono mai stata in Islanda, ma è tra i posti che mi piacerebbe proprio visitare! Terrò presente questo tuo post per un futuro viaggio!

    RispondiElimina
  4. Non ci sono mai stata ma ne sono sempre più attirata. Paesaggi da favola. Mi intimorisce solo il clima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel periodo estivo non fa così freddo :)

      Elimina
  5. Le casette degli hobbit ❤️! L'Islanda è un posto che mi affascina parecchio, ma non so se sarei una turista adatta all'Islanda! Diciamo che non amo troppo freddo e neve...o meglio preferisco mete calde o quanto meno temperate! Però mi sembra di perdermi qualcosa a non andare e con questo post me lo hai confermato!!!

    RispondiElimina
  6. La natura e gli animali che è possibile ammirare in Islanda sono ciò che più di tutto mi spinge a sognare di andarci. Nessun monumento, solo... ghiaccio, vulcani e pulcinella di mare!

    RispondiElimina
  7. Che bei luoghi...scusa se sono ripetitiva ma è così! Una curiosità ma le casette colorate della capitale (che nn so riscrivere) sono aperte senza essere chiuse a chiave? Me lo immagino come un posto tranquillo e senza problemi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so, ho visto solo che i gatti entrano ed escono dalla loro porticina :)

      Elimina
  8. Questo posto mi chiama ormai da tempo, ma non sono ancora riuscita a visitarlo...arriverà il suo momento...amche perché piu leggevo, piu mi rendevo conto che , a parte la cascata meravigliosa: non ho mai visto un gayser, non ho mai visto un ghiacciaio e le sue sfumature, ne una pulcinella di mare...e sono cose che VOGLIO ASSOLUTAMENTE VEDERE! Pioggia o no, secondo me il paesaggio rimane meraviglioso! E le casette degli hobbit??? Sono deliziose! ;-)

    RispondiElimina
  9. Mi ricordo quando studiavo geografia a scuola, e dalle immagini sui libri rimanevo sempre affascinata dall'Islanda e dai suoi meravigliosi paesaggi naturali.
    Un grande sogno però sarebbe vedere i geyser e le case di torba. :)
    Bellissimo articolo! :)

    RispondiElimina
  10. L'islanda mi fa pensare a una dimensione meravigliosamente romantica, la sua natura e il modo così lontano dal nostro di conviverci...qualcuno abita nelle casette di torba circondato da distese di vegetazione essenziale, quando l'inerno sembra non finire mai e la luce è sempre poca...mi fa pensare anche che i suoi abitanti abbiano una marcia in più...

    RispondiElimina