martedì 24 gennaio 2017

Perù fai da te: un viaggio indimenticabile


Il viaggio in Perù è stato per me davvero indimenticabile e mi è rimasto nel cuore. L'ho programmato con diversi mesi di anticipo ed è stato il mio primo viaggio in America del Sud ed il primo viaggio di due settimane da sola.


Praticamente ogni giorno ho cambiato città utilizzando quasi sempre i confortevoli bus turistici ed in ogni località mi sono avvalsa dei servizi dei tour operator del posto. I giri turistici che portano a visitare i luoghi più importanti a livello storico e culturale sono fatti con guide bilingue ma inevitabilmente si viene accompagnati in mercati dove si viene invogliati ad acquistare qualcosa! E' tempo sottratto alle visite ma si ha modo di entrare in contatto con la popolazione locale che è prodiga di sorrisi e pur vivendo nelle ristrettezze sembra tanto felice.

Machu Picchu


Il mio viaggio fai da te è iniziato con l'escursione alle Isole Ballestas, una riserva marina dove si vedono tantissimi uccelli, i teneri pinguini di Humboldt ed i leoni marini che appaiono placidi ma ogni tanto si azzuffano. Sempre a Paracas ho visitato la Riserva Naturale, un'ampia zona protetta con lagune nelle quali sostano i fenicotteri e tratti di deserto lungo la zona costiera battuta dalle alte onde dell'oceano.

Nazca
Sulle strade di Nazca

Tappa imperdibile è stata la città di Nazca. Non ho visto le celebri linee da un aereo ma da vicino assieme ad una guida molto competente che mi ha fornito tantissime curiosità su questi segni lasciati sul terreno che rimangono avvolti nel mistero. Parlando con lui ho saputo che le pensioni sono davvero minime, l'equivalente di circa 150 euro, mentre il prezzo della benzina è molto più alto che da noi.
Lì vicino ho visitato il cimitero di Chaucilla, un sito unico perché vi sono tombe con all'interno mummie risalenti alle civiltà preinca ed Inca.

La visita di Arequipa è stata molto interessante per la sua architettura di stampo europeo ed estremamente avvincente l'escursione al Colca Canyon per assistere al volo dei condor andini, una specie di rapaci in via di estinzione. Che emozione vedere questi grandissimi uccelli volare sopra il canyon incuranti delle tante persone che li stavano osservando!

Colca canyon
Bancarelle lungo il Colca canyon

La città di Puno è stata quella nella quale mi sono sentita meno sicura ma da qui sono partita per le escursioni sul Lago Titikaka. Ho trovato troppo turistica la visita alle isole fluttuanti degli Uros che poggiano su canne di totora, una sorta di giunco. Mi è venuto il dubbio che in realtà non vivano lì.  Stupenda invece l'isola di Taquile. Qui vive una comunità che segue le antiche usanze e che veste con abiti tradizionali. Le case non hanno acqua corrente e l'elettricità è fornita da generatori ma è impagabile la vista sul lago.

Sillustani
Laguna a Sillustani

Lungo la Route of the Sun che porta da Puno a Cusco mi sono piaciuti il sito archeologico di Raqchi e la chiesetta che viene definita la Cappella Sistina del Sudamerica per le decorazioni degli interni.

Raqchi
Bancarelle di souvenir a Raqchi

La mia ultima tappa è stata la bellissima città di Cusco con i suoi edifici in stile coloniale. Da qui sono partita alla scoperta delle meraviglie dell'antica civiltà Inca, prima su tutte la mitica Machu Picchu che ho raggiunto percorrendo l'Inca Trail di due giorni. Che emozione arrivare lì dalla Porta  del Sole e vederla dall'alto in tutto il suo splendore. Sembra incredibile che abbiano scelto per costruirla quel luogo così remoto e circondato da alte vette. Per un giorno intero mi sono goduta questo sito, incurante della pioggia, percorrendone ogni angolo.

Mi sono rimasti nel cuore anche la visita del sito archeologico di Pisac con i suoi terrazzamenti, di quello di Moray, nel quale sperimentavano le diverse coltivazioni, e delle saline di Maras con i loro stupefacenti colori.

Pisac
Pisac

Il Perù non è solo un paese nel quale ammirare siti archeologici delle civiltà antiche ma una terra ricca di sapori e colori dove si mangiano pietanze gustose a base di carne e pesce oppure molti piatti vegetariani a base di quinoa e riso accompagnati da verdure.
Durante il mio viaggio ho visto città molto europee come Lima ed Arequipa, villaggi con case costruite con mattoni di fango o casupole di mattoni e lamiere. I peruviani sono un popolo molto dignitoso ed ovunque sono stata accolta benissimo, anzi nei ristoranti frequentati dai locali quando mangiavo sola non mi mettevano in conto le bevande! 
Proprio le spese del cibo sono state una delle voci più basse del mio budget per il viaggio mentre le escursioni sono state le più care.

Lama
Lama lungo l'Inca Trail

Il mio è stato tutto un viaggio fai da te e se vuoi seguire il mio itinerario puoi leggere la mia guida oppure un estratto da scaricare gratuitamente.

2 commenti:

  1. Post molto utile, grazie!
    Prima o poi voglio visitare anche io il Perù e sicuramente mi rileggerò questo articolo!!

    RispondiElimina
  2. Eh si, per il Sud America in generale io ho sempre avuto un debole! Avevo una amica peruviana e ogni volta che andava a casa a trovare i parenti (lei era di Lima), mi invitava sempre ma purtroppo non sono mai riuscita ad andarci.
    Chissà, prima o poi mollo tutto e mi faccio un bel tour ;)

    RispondiElimina