lunedì 11 aprile 2016

Portofino - Cala degli Inglesi

Il parco di Portofino è percorso da una fitta rete di sentieri che consentono a tutti di godere delle bellezze naturali e del panorama sulla costa.
Alcuni sono facilmente percorribili anche da chi non pratica abitualmente trekking mentre altri sono più impervi e consigliabili solo ad escursionisti esperti.
Uno di questi è il sentiero che porta alla Cala degli Inglesi.

cala degli Inglesi

Il percorso più breve per raggiungere questa caletta a ridosso di un lecceto è quello che parte da Portofino, che consiglio di raggiungere col bus da Santa Margherita dove si può arrivare in treno o in auto.

Alla fine del paese inizia il sentiero e qui è consultabile anche un cartellone con un''utile mappa che comprende tutti i sentieri del parco.

Parco Portofino
Mappa dei sentieri del Parco di Portofino

La prima parte del sentiero, contrassegnato da due pallini rossi, è ripida e con molti scalini e gradoni ma in breve tempo si arriva ad un gruppetto case dove c'è un cancello che impedisce l'ingresso agli animali selvatici.
Poco dopo, in località Cappelletta, si trova la deviazione verso lo sterrato sulla sinistra ed arrivati in località Vessinaro si prosegue sempre sulla sinistra in mezzo ad un boschetto che porta al versante occidentale del monte di Portofino.

Fatti solo alcune decine di metri si ha una stupenda visuale sul tratto costiero e visto che siamo molto alto inizia la discesa verso la Cala degli Inglesi resa un po' difficoltosa dalle foglie e dal terreno sconnesso.

Cala degli inglesi
Panorama dall'alto


Un'utile raccomandazione posta su uno dei palletti del segnavia consiglia la percorrenza solo ad escursionisti esperti ma capita sovente di incrociare persone che calzano solo scarpe da ginnastica!

Nei punti più ripidi e nei tratti sulle rocce sono state messe molte catene per agevolare la discesa e poi la salita.
L'ultimo tratto del sentiero passa proprio in mezzo al bosco di lecci ed è costellato da grosse rocce.
La parte finale poi è proprio su grandi massi e su alcuni di essi ci si può stendere per il meritato riposo. Le rocce però non sono per nulla lisce!

Cala degli Inglesi
L'ultimo tratto del sentiero

Il tempo totale per arrivare è di circa 1 ora e 10 minuti.

Se è la stagione giusta ci si può tuffare nelle limpide acque che sono meta di subacquei che visitano il relitto della nave cisterna canadese Mohawk Deer affondata nel 1967.

Cala degli Inglesi
Cala degli Inglesi

Al ritorno per non fare lo stesso percorso si possono scegliere le tante diramazioni che portano verso Santa Margherita Ligure per tornare al treno o all'auto.

Arrivati al bivio di Vessinaro si sale verso Olmi e poi Prato da dove c'è una bella visuale sul mare per poi addentrarsi nella boscaglia andando verso Crocetta.

Ad un certo punto il sentiero si allarga e si giunge al bivio dove si prende il sentiero contrassegnato con la T che attraversa un bosco di pini marittimi e che perciò è denominato Pini spessi.

Si arriva vicino a dei terreni per poi scendere verso Nozarego e da qui seguendo una scalinata per raggiungere l'amena Santa Margherita Ligure dove si può prendere il sole sulla spiaggia.

Santa Margherita Ligure
Santa Margherita Ligure vista da Nozarego

Il tempo di percorrenza dal bivio di Vessinaro è di circa un'oretta.

Nessun commento:

Lascia un commento