lunedì 25 gennaio 2016

Escursione sul ghiacciaio Vatnajökull

Il Vatnajökull con i suoi 8.100 km² è il più grande ghiacciaio d'Europa per volume ed il secondo per estensione. Molti sono record per questa massa di ghiaccio dallo spessore medio di 400 metri che ospita anche la più alta vetta islandese, il monte Hvannadalshnjúkur (2119 metri).

Il Vatnajökull si trova nella parte sudorientale dell'isola ed è formato da molte propaggini che si spingono sino quasi al mare dando l'opportunità ai turisti di fare interessanti escursioni.

Vatnajökull


Da  Skaftafell, la porta d'accesso al Parco Nazionale Vatnajökull, è possibile prenotare visite guidate sul ghiacciaio di diversa durata e difficoltà.

Noi ci siamo affidati alle Glacier Guides optando per l'escursione di 3 ore e mezza che in realtà tra spostamento in bus e spiegazioni delle guide si riduce ad una passeggiata di un'oretta lungo una delle lingue del ghiacciaio che si estendono verso sud, precisamente il Falljökull.

Falljökull

Le guide che si sono alternate col nostro gruppo di una decina di persone ci hanno spiegato molte cose sul ghiacciaio ma quello che mi ha lasciato stupefatta è che negli ultimi vent'anni si è ridotto di almeno 200 metri! Coi cambiamenti climatici queste riserve immense di acqua stanno scomparendo!

Falljökull
Dal ghiacciaio si vede il mare

L'esperienza sul ghiacciaio è stata molto interessante per me che non ne avevo mai visto uno così vicino e che per la prima volta calzavo i ramponi ed impugnavo una picozza, usata più per scena che per effettiva necessità!

Falljökull

Falljökull


Salire sul ghiacciaio è stata una delle esperienze più belle del viaggio in Islanda perché ho potuto vedere rivoli d'acqua sgorgare dal ghiaccio, aperture più o meno grandi che sembrano sprofondare negli abissi e forme inaspettate di ghiaccio che le foto non riescono a rendere minimamente.

Falljökull


Certo la breve escursione alla portata di tutti permette di salire solo per qualche centinaio di metri ma ci si rende conto come il proseguimento sarebbe problematico in mezzo ai crepacci.


Prima di scendere è bene augurante fare alcune flessioni sopra il ghiaccio e bere l'acqua che sgorga e forma rigagnoli.

Nessun commento:

Lascia un commento