mercoledì 29 luglio 2015

Cosa fare alla Spezia a ferragosto?

Cosa fare a ferragosto alla Spezia? Bella domanda per il tema Insider di Trippando.
Io ho preferito sempre andare via dalla città e passare questo giorno di festa in una delle tante spiagge della provincia per godermi il mare, il sole e stare all'aperto.
Ultimamente lo trascorro al fresco sui monti dell'Appenino tosco-emiliano facendo belle camminate, sapete che amo il trekking!

Immaginando perciò di trascorrere il ferragosto in città la prima cosa che mi viene in mente sarebbe di andare a passeggiare sul lungomare della Passeggiata Morin ed al nuovo Porto Mirabello collegato ad essa dal Ponte Thaon de Ravel. Per la verità sono cose che faccio sovente la domenica perché trovo che sia molto rilassante osservare il mare e le colline che fanno da contorno al bel Golfo dei Poeti.

Lungomare La Spezia


Proprio passeggiare sul lungomare della Spezia qui però fa rimpiangere la scelta fatta nel secolo scorso di abbandonare la naturale vocazione balneare della città per farne un porto commerciale.
Il lungomare all'epoca era ben diverso! Nell'ottocento c'era una bella spiaggia poi riempita con materiali di riporto degli scavi nei bacini dell'Arsenale Militare e la città fu stravolta dai lavori per rendere agevole l'accesso a mare. Eppure gli stabilimenti balneari continuarono il loro lavoro ed ancora poteva considerarsi meta di vacanze al mare.

Così è nata la passeggiata a mare che vediamo oggi e che nelle foto e nelle cartoline dell'epoca non esisteva.

La Spezia

Allora non si poteva pensare allo sviluppo turistico seppure schiere di poeti ed aristocratici la scegliessero per le loro vacanze. Possiamo solo immaginare come sarebbe stata La Spezia con belle spiagge nel centro città che avrebbero invogliato molti amanti della tintarella a trascorrere qui le vacanze.

Allora sì che il ferragosto il città sarebbe stato ben diverso con tanta gente ad animarla, feste, musica e locali aperti fino a tarda ora come nell'ottocento e fino alla Seconda Guerra Mondiale quando uscì distrutta dai bombardamenti e si scelse di farne un porto commerciale.

Ma è un sogno e la realtà è che a ferragosto alla Spezia la maggior parte dei bar sono chiusi, i musei sono chiusi, gli spezzini vanno al mare, in montagna, in vacanza dai parenti ed i turisti vanno nelle vicine Cinque Terre. 
La città è praticamente deserta! Certo se si ama la tranquillità si apprezza ancor di più passeggiare nelle vie deserte ed arrivare fino al molo per continuare la rilassante camminata.

I paesi della provincia invece offrono molte sagre gastronomiche e serate danzanti per chi almeno la sera voglia un po' di divertimento. A Portovenere si esibisce il duo di artisti liguri Antonella Ruggiero e Andrea Bacchetti, voce  e piano, a San Terenzo si balla bevendo sangria mentre Levanto si anima grazie al carnevale di Ferragosto con sfilate di carri ed a seguire balli in spiaggia.

Nessun commento:

Lascia un commento