martedì 16 giugno 2015

Come richiedere un risarcimento alle compagnie aeree

Una vacanza può essere rovinata da un ritardo del volo o peggio da una cancellazione. Chi viaggia ha sempre il timore che qualcosa vada storto e che la tanto agognata vacanza si trasformi in un incubo senza fine. 
Avete presente le immagini che si vedono al tg con aeroporti al collasso, code infinite ai banchi del check-in, il caos più totale.... ecco tutto ciò può capitare!!!

Certo i casi estremi sono per fortuna pochi ma magari non tutti sanno che per un volo in ritardo, cancellato o se ci hanno negato l'imbarco possiamo chiedere un risarcimento.

volo



E' il vostro caso? Negli ultimi 3 anni vi è capitato un caso analogo?

Niente paura avete ancora la possibilità di chiedere un risarcimento.

Ecco come fare con Airhelp, una start up nata nel 2013 e con sede a New York che si è sviluppata molto velocemente.

Cosa può fare per noi viaggiatori?

Semplice, si occupa di tutte le pratiche per ottenere un rimborso dalle compagnie aeree. Si occupa proprio di tutti gli aspetti togliendoci l'onere di istruire la pratica e di seguirne ogni aspetto, compreso l'eventuale controversia legale se la compagnia non accetta subito di pagare.

In quali casi?
  • Ritardo
  • Cancellazione del volo
  • Overbooking
Certo nulla ripaga i disagi di una vacanza rovinata ma almeno si può avere la soddisfazione di ricevere un rimborso!
Molti non sanno di avere diritto ad un rimborso o quale strada seguire per ottenerlo, perciò l'aiuto di persone competenti è indispensabile.

Quanto costa?

La pratica viene aperta gratuitamente e solo dopo che si riceve il rimborso si darà un corrispettivo minimo per il servizio ricevuto.

Semplice no?

Far valere i nostri diritti di viaggiatori è con Airhelp una cosa facile, bastano 3 minuti per avviare la pratica!

2 commenti:

  1. molto meglio www.vacanze-rovinate.com che è gratis. Airhepl è a pagamento.

    RispondiElimina
  2. Sì ma la cifra è irrisoria e si paga solo dopo aver ricevuto il rimborso.

    RispondiElimina